hard disk notebook danneggiato

#1
credo che il mio hard disk interno del notebook mi abbia abbandonato.
ora, potrei sbagliarmi e quindi vi spiego il problema.

stavo usando il mio notebook e quando vado ad aprire esplora risorse si pianta.

si spegne il led hard disk e non evidenzia neanche le icone dei file col mouse.

dopo qualche secondo riparte, mi copio subito il lavoro che stavo facendo su una chiavetta usb e provo a riavviare.

riavviando il pc si blocca sul desktop quando provo ad aprire esplora risorse.

provo la modalità provvisoria ma ottengo lo stesso risultato.

mi costringe in uno spegnimento brusco col tasto accensione premuto.

riprovo il giorno dopo ed è sempre la stessa cosa, non riesco a fare nulla, carica solo il desktop e i programmi di avvio tipo antivirus ma se provo a fare qualcosa si pianta.

il fatto che si spegne il led dell'hard disk mi fa capire che si è rotto lui.

confermate?

cioè anche se all'avvio sembrerebbe normale, infatti carica anche l'antivirus ed altri programmi di avvio, se provo a fare qualsiasi cosa si pianta.

ora fottesega del notebook, avevo dei documenti e dei progetti di filmati di adobe che ora ho perso e vorrei sapere se ci sta un modo di recuperare, non dico tutto il contenuto ma almeno il salvabile e copiarlo su altro hard disk?

in casa ho un box hard disk per utilizzare hard disk interni come esterni, dite che ci posso fare qualcosa?
un qualche tool?

help!:cry:

p.s. non so se possa servire, aggiungo altre informazioni.
il desktop è pieno di file perché sono pigro, ma li carica tutte le icone.
ho windows 10 non aggiornato da più di un anno per problemi di spazio e perché non volevo rinunciare al gruppo home.
ho messo queste due informazioni per farvi avere un quadro più chiaro.
 
Ultima modifica:
3,996
1,069
Hardware Utente
CPU
Intel i5-3550 @ 3,3 GHz
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
Hard Disk
WD10EZEX
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX1600C9AD3/2G 8 GB (4x2GB)
Scheda Video
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
Alimentatore
Tecno 1000 W modulare
Sistema Operativo
Win7 x64
#3
Mostraci gli attributi smart del disco usando CrystalDisk Info, poi potremo dirti come procedere.
Ho il forte sospetto che l'hdd abbia diversi settori danneggiati sulla superficie, lo smart dovrebbe confermarlo.
 

Liupen

Moderatore
Staff Forum
9,025
3,682
Hardware Utente
CPU
Intel i7 4770K @ 4,6 GHz
Dissipatore
Corsair H80i
Scheda Madre
Asus Maximus VI Gene rel.2
Hard Disk
SSD Samsung 850 PRO 512GB + 850 EVO 1TB + 850 EVO 500GB + Seagate SSHD 1TB + BACKUP
RAM
DDR3 Corsair Vengeance 16 GB (4x4Gb 1600Hz / 8 8 8 24)
Scheda Video
ASUS STRIX GeForce GTX 970 - Clock @ 1403Mhz boost / Memoria @ 7160Mhz
Scheda Audio
(integrata)
Monitor
Samsung T24E390
Alimentatore
Enermax triathlor 650w 80plus bronze
Case
Zalman Z9 Plus full fan
Periferiche
Asus ROG GK2000 + GX850
Sistema Operativo
Windows 10
#5
Raga, ci avevo pensato ma come faccio ad installarlo se il notebook arriva solo sul desktop e non va più avanti? Dovrei metterlo su altro pc come esterno?
Se lo scopo tuo è salvare, allora si, anzi meglio ancora se riesci a collegarlo come secondario internamente ad un pc desktop (quindi cavetto sata e cavetto dall'alimentatore).
Può essere che sia windows partito o che comunque i danni siano abbastanza lievi da permetterti di accedervi e salvare i dati.
Sai dove andarli a cercare vero?
 
Mi Piace: SiRiO

SiRiO

Utente Attivo
2,554
1,387
Hardware Utente
Hard Disk
SSD Samsung 850 evo 120GB
Sistema Operativo
win 7 64bit
#6
come ti ha detto liupen devi smontare il disco e collegarlo all'interno del pc desktop, puoi usare pure il box se ti manca in cavetto sata, ma collegandolo all'interno eviti altre "rogne" dovute al box, magari è uno di quelli non alimentati a basso costo e non ti riconosce il disco.
il cavetto sata costa 2€
cerca di recuperare spazio sul fisso per archiviare i dati più importanti, se sul fisso non hai problemi dai una pulizia con ccleaner e cancella i punti di ripristino, o disabilita l'ibernazione se è abilitita che ti libera ulteriore spazio, almeno momentaneamente.
ti che marca è il disco? la leggi anche solo accedendo al bios, oppure inizia a smontare la scocca del vano dell' hd :)
 
3,996
1,069
Hardware Utente
CPU
Intel i5-3550 @ 3,3 GHz
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
Hard Disk
WD10EZEX
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX1600C9AD3/2G 8 GB (4x2GB)
Scheda Video
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
Alimentatore
Tecno 1000 W modulare
Sistema Operativo
Win7 x64
#7
cerca di recuperare spazio sul fisso per archiviare i dati più importanti, se sul fisso non hai problemi dai una pulizia con ccleaner e cancella i punti di ripristino
Questo lo sconsiglio assolutamente. Se il problema è a livello fisico sul disco, la situazione potrebbe peggiorare molto velocemente a causa dello stress fisico a cui verrebbe sottoposto con queste INUTILI azioni di lettura/scrittura.
Se l'hdd ha dei problemi fisici, la cosa migliore da fare sarebbe clonare direttamente la superficie su un secondo hdd. Se i dati sono molto importanti, consiglio di rivolgersi ad un centro di recupero dati dove potranno effettuareuna clonazione hardware (selettiva) partendo dai dati più importanti.
 
Mi Piace: giuseppe9000

SiRiO

Utente Attivo
2,554
1,387
Hardware Utente
Hard Disk
SSD Samsung 850 evo 120GB
Sistema Operativo
win 7 64bit
#8
Questo lo sconsiglio assolutamente. Se il problema è a livello fisico sul disco, la situazione potrebbe peggiorare molto velocemente a causa dello stress fisico a cui verrebbe sottoposto con queste INUTILI azioni di lettura/scrittura.
Se l'hdd ha dei problemi fisici, la cosa migliore da fare sarebbe clonare direttamente la superficie su un secondo hdd. Se i dati sono molto importanti, consiglio di rivolgersi ad un centro di recupero dati dove potranno effettuareuna clonazione hardware (selettiva) partendo dai dati più importanti.
??... deve recuperare spazio sul disco funzionante del pc fisso, e su quel pc ho consigliato di fare queste UTILI operazioni,non di certo sul pc dove ha il problema, che ancora non sa nemmeno se il pc si blocca per colpa della ram o di un malfunzionamento del sistema operativo, prima di rivolgersi a qualsiasi centro specializzato meglio leggere almeno il valori di smart!
 
3,996
1,069
Hardware Utente
CPU
Intel i5-3550 @ 3,3 GHz
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
Hard Disk
WD10EZEX
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX1600C9AD3/2G 8 GB (4x2GB)
Scheda Video
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
Alimentatore
Tecno 1000 W modulare
Sistema Operativo
Win7 x64
#9
Vale sempre la regola principale...
Prima di procedere con qualsiasi operazione invasiva sul disco, è necessario accertarsi del tipo problema che si ha di fronte effettuando una corretta diagnosi.
L'utente però non mi sembra abbastanza smaliziato per riuscire ad accertarsi da solo della natura del problema, oppure non ha la possibilità se non ha a disposizione un pc desktop sul quale andare a collegare il disco in questione come interno secondario. Se riuscirà a collegarlo come interno secondario o a farlo rilevare correttamente almeno in gestione dispositivi via usb, dovrebbe riuscire a vedere gli attributi smart con crystaldisk info.
 
Ultima modifica:

SiRiO

Utente Attivo
2,554
1,387
Hardware Utente
Hard Disk
SSD Samsung 850 evo 120GB
Sistema Operativo
win 7 64bit
#10
Vale sempre la regola principale...
Prima di procedere con qualsiasi operazione, è necessario accertarsi del tipo problema che si ha di fronte effettuando una corretta diagnosi.
L'utente però non mi sembra abbastanza smaliziato per riuscire ad accertarsi da solo della natura del problema, oppure non ha la possibilità se non ha a disposizione un pc desktop sul quale andare a collegare il disco in questione come interno secondario. Se riuscirà a collegarlo come interno secondario o a farlo rilevare correttamente almeno in gestione dispositivi via usb, dovrebbe riuscire a vedere gli attributi smart con crystaldisk info.
sono d'accordo con te, avevo capito male io, cioe che aveva anche un pc desktop con hd pieno:cav::inchino:
puo cmq iniziare a vedere almeno la marca, e lanciare qualche utility di boot (dos) della casa per leggere i valori smart.
 
Ultima modifica:
#11
allora ragazzi, scusate ma è un periodo pieno e quindi non ho potuto rispondere prima.
Se lo scopo tuo è salvare, allora si, anzi meglio ancora se riesci a collegarlo come secondario internamente ad un pc desktop (quindi cavetto sata e cavetto dall'alimentatore).
Può essere che sia windows partito o che comunque i danni siano abbastanza lievi da permetterti di accedervi e salvare i dati.
Sai dove andarli a cercare vero?
il cavetto alimentatore e sata ce li ho, ma sono per hard disk da 3,5.
vanno bene per i 2,5 dei notebook?

come ti ha detto liupen devi smontare il disco e collegarlo all'interno del pc desktop, puoi usare pure il box se ti manca in cavetto sata, ma collegandolo all'interno eviti altre "rogne" dovute al box, magari è uno di quelli non alimentati a basso costo e non ti riconosce il disco.
il cavetto sata costa 2€
cerca di recuperare spazio sul fisso per archiviare i dati più importanti, se sul fisso non hai problemi dai una pulizia con ccleaner e cancella i punti di ripristino, o disabilita l'ibernazione se è abilitita che ti libera ulteriore spazio, almeno momentaneamente.
ti che marca è il disco? la leggi anche solo accedendo al bios, oppure inizia a smontare la scocca del vano dell' hd :)
ho un hard disk esterno di cui contiene roba inutile, potrei liberare benissimo 500gb e spostarli li i file.
ho un pc desktop, si, quindi posso fare queste operazioni.
Questo lo sconsiglio assolutamente. Se il problema è a livello fisico sul disco, la situazione potrebbe peggiorare molto velocemente a causa dello stress fisico a cui verrebbe sottoposto con queste INUTILI azioni di lettura/scrittura.
Se l'hdd ha dei problemi fisici, la cosa migliore da fare sarebbe clonare direttamente la superficie su un secondo hdd. Se i dati sono molto importanti, consiglio di rivolgersi ad un centro di recupero dati dove potranno effettuareuna clonazione hardware (selettiva) partendo dai dati più importanti.
la clonazione non è più invasiva della copia?
cioè dovrei clonare l'intero disco e quindi incappare nei settori dannegiati per forza.
i dati importanti sono sopratutto fatture salvate in pdf e con quello che costano quei centri di recupero non mi conviene.
sono d'accordo con te, avevo capito male io, cioe che aveva anche un pc desktop con hd pieno:cav::inchino:
puo cmq iniziare a vedere almeno la marca, e lanciare qualche utility di boot (dos) della casa per leggere i valori smart.
la marca comunque la ricordo benissimo perchè nei primi momenti di blocco avevo controllato le temperature hardware.
è un toshiba.

si comunque avevi capito male a metà, ma mi son spiegato io male.
il pc desktop non è pieno, stavo dicendo che il notebook ha il desktop pieno di file perché sono pigro per spostarli e che le icone dei file le carica tutte. pensavo potesse essere una cosa buona che li caricasse tutti e non me li dava tipo bianchi o danneggiati.


ricapitolando:
sul desktop ho due partizioni di cui su una partizione ho 131gb liberi e su un altra 255gb.
il disco toshiba mal funzionante è di 500gb.
ho anche un hard disk esterno con cui posso racimolare 500gb.
non so se un cavo sata di un alimentatore desktop va bene per un hard disk per notebook.
posseggo un box hard disk preso da amazon e vi metto pure il link.
https://www.amazon.it/gp/product/B077TP8ZHC/?tag=tomsforum-21

vi ho dato tutte le informazioni possibili.
 
Ultima modifica:
3,996
1,069
Hardware Utente
CPU
Intel i5-3550 @ 3,3 GHz
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
Hard Disk
WD10EZEX
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX1600C9AD3/2G 8 GB (4x2GB)
Scheda Video
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
Alimentatore
Tecno 1000 W modulare
Sistema Operativo
Win7 x64
#12
La clonazione è meno 'invasiva' perchè puoi saltare velocemente i settori danneggiati, ovviamente a patto di usare un tool appropriato che sia in grado di gestisce questi settori. Puoi trovare alcuni tools di clonazione che fanno tutto ciò in linux (esempio DD-Rescue o HDDSuperClone), puoi scordarti di trovare qualcosa di altrettanto utile per windows perchè tanto è lo stesso OS di microsoft che interferisce col processo di clonazione con svariati processi in background.
La cosa migliore però sarebbe quella di effettuare una clonazione hardware, i professionisti nel recupero dati possono farla, in questo modo si può gestire al meglio il processo di clonazione anche se ci sono settori estremamente danneggiati o con altre problematiche.

Considerando però che hai pochi dati da recuperare (per lo più mi sembra di capire che ti servono solo alcuni documenti pdf), allora ti conviene fare un copia e incolla di quei dati su un altro hdd se riesci. In questo modo ci sono buone probabilità di evitare i settori danneggiati che sono sparsi sulla superficie del disco (ma non potrai esserne certo, a meno che la copia non s'interrompa). Ovviamente se avessi avuto un grande mole di dati da recuperare, il copia e incolla sarebbe stata una mossa davvero rischiosa.
 
Mi Piace: Liupen

Liupen

Moderatore
Staff Forum
9,025
3,682
Hardware Utente
CPU
Intel i7 4770K @ 4,6 GHz
Dissipatore
Corsair H80i
Scheda Madre
Asus Maximus VI Gene rel.2
Hard Disk
SSD Samsung 850 PRO 512GB + 850 EVO 1TB + 850 EVO 500GB + Seagate SSHD 1TB + BACKUP
RAM
DDR3 Corsair Vengeance 16 GB (4x4Gb 1600Hz / 8 8 8 24)
Scheda Video
ASUS STRIX GeForce GTX 970 - Clock @ 1403Mhz boost / Memoria @ 7160Mhz
Scheda Audio
(integrata)
Monitor
Samsung T24E390
Alimentatore
Enermax triathlor 650w 80plus bronze
Case
Zalman Z9 Plus full fan
Periferiche
Asus ROG GK2000 + GX850
Sistema Operativo
Windows 10
#13
Prova a fare quello che ti ho scritto. I cavetti sata per dischi da 3,5 vanno anche per quelli da notebook (al limite prendine uno nuovo così sei sicuro che funzioni).
Se il pc desktop cui lo attacchi vede il contenuto, salva con copia/incolla i dati
Il percorso è: cartella principale, Utenti, "tua cartella personale". Li dentro trovi tutti i tuo diti (desktop, download, documenti, ecc).
DOPO
Installa Crystaldiskinfo e prendi uno screen dei dati smart del disco(che poi servirà per diagnosticare).

In caso il disco non sia visto- e ovviamente i dati sopra siano importanti - devi rivolgerti ad un centro di recupero dati.
Se sei in vena di "prove" segui le indicazioni di michael chiklis.
 
#14
La clonazione è meno 'invasiva' perchè puoi saltare velocemente i settori danneggiati, ovviamente a patto di usare un tool appropriato che sia in grado di gestisce questi settori. Puoi trovare alcuni tools di clonazione che fanno tutto ciò in linux (esempio DD-Rescue o HDDSuperClone), puoi scordarti di trovare qualcosa di altrettanto utile per windows perchè tanto è lo stesso OS di microsoft che interferisce col processo di clonazione con svariati processi in background.
La cosa migliore però sarebbe quella di effettuare una clonazione hardware, i professionisti nel recupero dati possono farla, in questo modo si può gestire al meglio il processo di clonazione anche se ci sono settori estremamente danneggiati o con altre problematiche.

Considerando però che hai pochi dati da recuperare (per lo più mi sembra di capire che ti servono solo alcuni documenti pdf), allora ti conviene fare un copia e incolla di quei dati su un altro hdd se riesci. In questo modo ci sono buone probabilità di evitare i settori danneggiati che sono sparsi sulla superficie del disco (ma non potrai esserne certo, a meno che la copia non s'interrompa). Ovviamente se avessi avuto un grande mole di dati da recuperare, il copia e incolla sarebbe stata una mossa davvero rischiosa.
i dati più importanti sono i pdf.
quelli sono i prioritari.
ma ho circa 200gb di filmini e progetti di adobe che vorrei provare a recuperare, anche solo una parte.
ovvio che spendere belle cifre per una roba del genere sarebbe assurdo e quindi vorrei tentare da solo.

cosa mi conviene fare?
linux ne ho sentito parlare per il recupero dati, nel caso come dovrei fare?
tipo, lo installo su una usb linux?
Prova a fare quello che ti ho scritto. I cavetti sata per dischi da 3,5 vanno anche per quelli da notebook (al limite prendine uno nuovo così sei sicuro che funzioni).
Se il pc desktop cui lo attacchi vede il contenuto, salva con copia/incolla i dati
Il percorso è: cartella principale, Utenti, "tua cartella personale". Li dentro trovi tutti i tuo diti (desktop, download, documenti, ecc).
DOPO
Installa Crystaldiskinfo e prendi uno screen dei dati smart del disco(che poi servirà per diagnosticare).

In caso il disco non sia visto- e ovviamente i dati sopra siano importanti - devi rivolgerti ad un centro di recupero dati.
Se sei in vena di "prove" segui le indicazioni di michael chiklis.
avevo letto che hanno bisogno di meno alimentazione i dischi 2,5.
io mi sono assemblato il desktop ad aprile, quindi il cavetto sata è nuovo.
la procedura sarebbe la stessa di un disco interno 3,5?
tipo, collego il sata dall'hard disk alla schema madre e l'alimentazione dall'alimentatore giusto?

alla luce di ciò che ho detto.
mi conviene di più la clonazione oppure prima provo a salvare i pdf?
 
3,996
1,069
Hardware Utente
CPU
Intel i5-3550 @ 3,3 GHz
Scheda Madre
ASROCK Z77 Pro3
Hard Disk
WD10EZEX
RAM
DDR3-1600 Kingston KHX1600C9AD3/2G 8 GB (4x2GB)
Scheda Video
NVIDIA GeForce GTX 550 Ti
Monitor
Samsung SyncMaster T200
Alimentatore
Tecno 1000 W modulare
Sistema Operativo
Win7 x64
#15
Prima prova a salvare i PDF, dopo tenta la clonazione su un hdd completamente vuoto di pari capacitò o superiore al tuo hdd dannegiato.
Non posso aiutarti con la guida su come usare linux per effettuare la clonazione, dovresti però riuscire a trovare delle guide su internet, magari su youtube.
 
Mi Piace: Liupen