Foxconn produrrà il primo smartphone con blockchain

Si chiamerà Finney e sarà il primo smartphone con blockchain. È stato progettato da Sirin Labs, società svizzero-israeliana attiva nel settore tecnologico, e sarà prodotto da FIH Mobile Ltd, una delle tante aziende controllate da Foxconn. Un dispositivo pensato per archiviare in modo sicuro le criptovalute come bitcoin e poter effettuare transazioni senza alcuna commissione.

Sirin Labs afferma come Finney potrà convertire automaticamente i token per l'utilizzo di applicazioni decentralizzate, senza dover ottenere gli stessi tramite uno scambio fisico. La società svizzero-israeliana, a dicembre, ha raccolto 157,8 milioni di dollari per supportare lo sviluppo di questo smartphone, per poi concentrare i proprio sforzi anche nella progettazione di un computer blockchain.

blockchain23423

Finney sarà venduto attraverso otto store situati in Vietnam e Turchia, mentre Sirin Labs ha già ricevuto prenotazioni per ben 25.000 unità, secondo un rapporto stilato da Bloomberg. L'obiettivo dell'azienda sarebbe quello di partire con la spedizione di 100.000 unità, per poi toccare il traguardo del milione già entro il 2018.

Leggi anche: Cos'è Blockchain, oltre le criptovalute

Un traguardo certamente ambizioso, in linea però con quello che è l'interesse suscitato dalla blockchain. Una tecnologia che sta letteralmente catalizzando l'attenzione mediatica nell'ultimo periodo, complice il successo sempre crescente delle criptovalute. 

blockchain 633x350

Non è un caso che un colosso come Foxconn abbia deciso di credere nel progetto di Sirin Labs. La capacità produttiva del gigante taiwanese potrebbe rappresentare un fattore chiave per il successo di Finney. Chissà che tutto questo possa configurarsi come il primo vero passo verso la diffusione della tecnologia blockchain anche in ambito smartphone.


Tom's Consiglia

Il Huawei P20 Pro, nuovo smartphone top di gamma dell'azienda cinese, può essere acquistato attraverso Amazon con già 50 euro di sconto rispetto al prezzo di listino.

Pubblicità

AREE TEMATICHE