FTTH di Open Fiber a Roma, siglato l'accordo con Acea

Open Fiber investirà 400 milioni di euro per cablare in fibra 1,3 milioni di unità immobiliari della città di Roma. L'avvio lavori è previsto per il primo semestre 2018, inizialmente nella zona sud della città. Il completamento è previsto nell'arco di 4 o 5 anni.

L'intero progetto di sviluppo per la realizzazione di una rete FTTH è possibile grazie al coinvolgimento diretto della municipalizzata Acea, che condividerà la sua infrastruttura e ogni dato cartografico. In pratica cavidotti e paline verranno impiegati, come già avvenuto in altre citta, per far passare i cavi in fibra.

OF
Architettura Open Fiber

Ieri, le due società hanno siglato il memorandum di intesa presso la sede di Acea confermando anche l'esclusività della partnership industriale fino al 31 dicembre 2017. Questo vuol dire che altri operatori potranno replicare eventualmente il progetto di cablaggio con la municipalizzata romana solo a partire dal prossimo anno. Si prevedono anche ricadute occupazionali per 1.500 unità.

A fronte delle disponibilità di Acea, è previsto che Open Fiber abbia il compito di:

  • individuare l'architettura di rete e, qualora Acea manifesti interesse in svolgere tale attività, fornire a quest'ultima le specifiche tecniche per la progettazione e la realizzazione delle opere;
  • fornire servizi di rete e commerciali ad Acea in modalità wholesale (come la locazione di porzioni di rete, di collegamenti e di servizi attivi);
  • assicurare il passaggio del know-how tecnico e tecnologico a favore di Acea funzionale allo sviluppo dei propri servizi (telecontrollo degli impianti e/o servizi di tipo Smart City).
roma

"Grazie a questo grande progetto di cablaggio la Capitale sarà infatti in grado di utilizzare al meglio, al massimo delle sue possibilità, le infinite applicazioni che una efficiente e moderna rete di telecomunicazioni consente, riuscendo a fornire ai cittadini moltissimi altri utili servizi", ha dichiarato l'AD di Acea, Stefano Antonio Donnarumma.

"Una di queste applicazioni permetterà di avviare il monitoraggio e l'automazione avanzata delle reti elettriche e idriche, contribuendo alla loro manutenzione preventiva, ad esempio, per quanto riguarda l'individuazione delle perdite occulte nelle tubature".

"L'intesa con Acea rappresenta un passaggio fondamentale nel consolidamento del piano industriale di Open Fiber. Stiamo implementando la realizzazione della nostra infrastruttura in tutte le città metropolitane, vogliamo farlo anche nella Capitale", ha aggiunto Tommaso Pompei, Amministratore Delegato di Open Fiber.

"Roma avrà una rete in fibra ottica FTTH capillare e diffusa che consentirà a cittadini, imprese e pubblica amministrazione di raggiungere livelli di connessione mai avuti prima".


Tom's Consiglia

Per ampliare la copertura Wi-Fi in casa può essere utile un extender come il Netgear WN3000RP-200PES.

 

Pubblicità

AREE TEMATICHE