Giocattoli connessi, bambini a rischio secondo l'AGCOM

Nel prossimo futuro i minori saranno sempre più esposti a pericoli legati alla privacy e alla profilazione selvaggia: è quanto ha affermato il Commissario dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Antonio Martusciello, durante il suo intervento al convegno "Media & Minori: quali pericoli, come prevenirli", promosso dal Corecom Lazio.

"È necessario che la tutela dei minori coinvolga l'identità digitale del minore, la sua libertà, il suo diritto a non essere sovraesposto tanto nei confronti dei coetanei, tanto nei confronti di azioni commerciali aggressive da parte delle imprese tramite la pubblicità profilata", ha infatti spiegato Martuscello. "Tali salvaguardie passano inevitabilmente da un controllo sui Big Data, oggi appannaggio delle società Internet, ma auspichiamo un domani sotto il controllo degli utenti".

fbi warns internet connected toys might violate kids privacy en

Il Commissario ha poi rilevato anche che "quella degli adolescenti rimane la categoria di minori più esposta all'uso di Internet anche se si registra una preoccupante crescita nell'esposizione delle categorie della fanciullezza e addirittura dell'infanzia". Vi è infatti una nuova frontiera, quella dell'Internet of Toys (IoToys), definita da Martuscello come "un ecosistema di giocattoli connessi che dovrebbe crescere con tassi significativi nei prossimi anni, offrendo nuove funzionalità ludiche ma anche nuovi modi di apprendimento, e nonostante ciò sia un bene, bisognerà tuttavia esercitare una estrema cautela riguardo a come le informazioni personali dei bambini saranno archiviate ed utilizzate. L'Internet of Toys ci fa comprendere che non esistono più zone franche e che la pervasività della rete coinvolge ormai tutte le fasce d'età", ha concluso Martusciello.

Pubblicità

AREE TEMATICHE