Hot topics:
News su Black Friday 2017
3 minuti

Gli AirPods volano, spedizioni a quota 30 milioni nel 2018?

Secondo un nuovo report realizzato da Fubon Securities, Apple avrebbe spedito 20 milioni di AirPods nel 2017, che dovrebbero diventare 30 milioni nel 2018. Gli auricolari wireless si confermano uno dei prodotti più apprezzati dell'azienda di Cupertino.

Gli AirPods volano, spedizioni a quota 30 milioni nel 2018?

20 milioni di AirPods spediti nel 2017, 30 milioni nel 2018. È questo il dato che emerge dal nuovo report realizzato da Arthur Liao, noto analista di Fubon Securities. Numeri coerenti con l'altissimo apprezzamento ricevuto dagli utenti in merito agli auricolari wireless dell'azienda di Cupertino, che si confermano sempre più uno dei prodotti della mela meglio rusciti degli ultimi anni.

Occorre innanzitutto operare una premessa. I dati raccolti da Fubon Securities non sono ufficiali, ma risultano coerenti con diversi report diffusi in questi mesi. La stima di 20 milioni di AirPods spediti entro fine 2017 è stata infatti più volte ipotizzata, anche da testate autorevoli come Forbes.

AirPods
Apple AirPods

Del resto, non è un mistero che gli AirPods siano un prodotto estremamente apprezzato dagli utenti, nonostante abbiano avuto un debutto sul mercato alquanto travagliato: da una parte sono stati introdotti contestualmente all'eliminazione del jack audio da 3.5 mm da iPhone 7 e 7 Plus, una scelta che, all'epoca, ha scatenato un acceso dibattito; dall'altra parte la disponibilità iniziale è stata a singhiozzo, soprattutto in alcuni mercati.

Leggi anche: Recensione auricolari Apple AirPods, senza filo ed intelligenti

Tutto questo però non ha fatto passare in secondo piano l'eccellente lavoro svolto da Apple nella progettazione di questi auricolari. Al di là dei gusti soggettivi, si tratta di un prodotto estremamente equilibrato che, a differenza di alcuni dispositivi concorrenti, non presenta particolari criticità.

apple airpods 03

Senza dimenticare ovviamente la questione delle perfetta integrazione con iOS, facilitata anche dalla compatibilità con SIRI. Insomma, il perfetto inserimento degli AirPods all'interno dell'ecosistema Apple ha certamente rappresentato uno degli aspetti chiave del loro successo.

Tutto questo ha spinto l'azienda di Cupertino a continuare a puntare su questo dispositivo. Da una parte, in occasione dell'evento di settembre, Apple ha presentato la nuova generazione di AirPods, che ha introdotto il supporto alla ricarica wireless. Dall'altra parte, sembra aver affiancato alla Inventec Appliances (azienda che produce gli auricolari) la società cinese Luxshare Precision, al fine di poter sostenere la maggiore domanda prevista per il 2018.

Ed ecco dunque arrivare la stima operata da Fubon Securities in merito alle 30 milioni di unità spedite nel corso del prossimo anno. In attesa di poter avere numeri ufficiali a disposizione, si tratta senza dubbio di un dato coerente con quanto emerso fino ad oggi.

AirPods

Del resto, con l'entrata in scena di Luxshare Precision, Apple potrà risolvere quello che è da sempre considerato l'unico punto debole degli AirPods, ovvero l'effettiva disponibilità sul mercato. Ancora oggi non è così semplice, rispetto agli standard dei dispositivi dell'azienda di Cupertino, riuscire a trovare questi auricolari nei negozi (soprattutto in quelli fisici), con la seconda generazione che, dopo l'annuncio, è un pò sparita dai radar.

Leggi anche: AirPods, l'ennesima scommessa vinta da Apple

In ogni caso, come abbiamo già avuto modo di analizzare in un precedente articolo, la sensazione è che gli AirPods rappresentino l'ennesima scommessa vinta per Apple che, nonostante abbia imposto agli utenti l'eliminazione del jack audio da 3.5 mm, è comunque riuscita a conquistarli con un prodotto che le ha consentito di mettere le mani anche sul mercato delle cuffie wireless.


Tom's Consiglia

Gli Apple AirPods sono disponibili all'acquisto attraverso Amazon, potendo anche usufruire del programma di spedizione Prime.

iPhone 8 Plus iPhone 8 Plus
   
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Apple?
Iscriviti alla newsletter!