Google lavora a due smartwatch Nexus con Android Wear?

Google starebbe lavorando internamente allo sviluppo di due smartwatch con Android Wear. Il primo sarebbe un dispositivo più grande, sportivo e completo - LTE, GPS, sensore di battito cardiaco - mentre il secondo sarebbe più piccolo e basilare, destinato ad appoggiarsi allo smartphone per connettività e GPS.

I due smartwatch della casa di Mountain View, stando ad Android Police, potrebbero rientrare nella linea Nexus e arrivare dopo il debutto dei nuovi smartphone - quindi forse entro l'anno. Il sito afferma di aver ricevuto la soffiata da una fonte molto affidabile e si dice estremamente sicuro che Google sia al lavoro su questi dispositivi, avendo ricevuto conferme da ulteriori fonti.

lg watch urbane 2nd
LG G Watch Urbane 2nd Edition

"Entrambi gli smartwatch hanno display completamente circolari", scrive Android Police. La soluzione con schermo più grande si chiamerebbe, in codice, Angelfish e ricorderebbe in un certo senso prodotti come il Moto 360 e l'LG Urbane 2nd Edition LTE.

Il prodotto, totalmente slegato dallo smartphone nel suo funzionamento, avrebbe tre pulsanti e sarebbe piuttosto spesso, oltre 14 mm, forse per fare il necessario spazio a una batteria più capiente, al fine di garantire una buona autonomia malgrado la connettività.

Il diametro del quadrante sarebbe di circa 43,5 mm. Il primo pulsante (a corona) si troverebbe sulla parte destra, al centro, mentre gli altri due sarebbero sullo stesso lato, di dimensioni minori, sopra e sotto il pulsante centrale.

L'altro smartwatch si chiamerebbe "Swordfish" e ricorderebbe nelle linee il Pebble Time Round. Android Police indica la presenza di un singolo pulsante, come l'Apple Watch, un diametro di 42 mm e uno spessore di 10,6 mm. Non è chiaro se avrà o meno il sensore di battito cardiaco. I due prodotti si baseranno su Android Wear 2.0 con tecnologia Google Assistant. La fonte ritiene che Swordfish sarà compatibile con i cinturini MODE, mentre Angelfish no.

huawei watch
Huawei Watch

Quanto al perché Google voglia entrare in prima persona nel settore facendo concorrenza ai propri partner, non ci sono motivazioni certe, ma solo supposizioni: da una parte c'è la volontà di competere meglio con Apple e il suo Watch, dall'altro il poco impegno dei partner Android Wear.

Google vorrebbe inoltre dare una sferzata allo sviluppo di nuove funzioni e prodotti e per farlo avrebbe bisogno di pieno controllo sul progetto, tanto che si vocifera che questi due smartwatch avranno funzionalità esclusive. Inoltre Google ha subito il voltafaccia del suo partner principale, Samsung, che ha scelto un altro sistema operativo (Tizen) per i propri smartwatch: a Google non resterebbe quindi che fare in proprio per provare a rendere Android Wear una piattaforma di successo.

  Huawei Watch Classic
  
Asus VivoWatch Asus VivoWatch
  
Motorola Moto 360 2a Generazione Motorola Moto 360 2a Generazione
  

Pubblicità

AREE TEMATICHE