Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
10 minuti

Guida: come trasformare Windows 8 in Windows 7

La nuova interfaccia di Windows 8 potrebbe non piacere a tutti: ecco come si può riottenere un sistema operativo simile a Windows 7.

Guida: come trasformare Windows 8 in Windows 7

Windows 8: prendere il meglio con il peggio

Ogni volta che Microsoft presenta una nuova versione di Windows il pubblico quasi si spacca sempre in due. Windows XP ha avuto qualche problema iniziale a causa del codice largamente riscritto, ma i cambiamenti dell'interfaccia (salvo i colori) furono lievi, permettendo agli utenti di adattarsi velocemente. Windows Vista, anche se non molto diverso dai predecessori, apportò altre interessanti modifiche all'interfaccia, anche se il suo fallimento non fu da imputare di certo a questo.

Il rapido aggiornamento a Windows 7, una versione nettamente migliorata di Windows Vista, è la prova che le piccole modifiche all'interfaccia si possono far digerire al grande pubblico. Quale sarà invece l'accoglienza riservata a Windows 8? Microsoft ha sostituito la tradizionale interfaccia desktop con quella che fino a poco tempo fa veniva chiamata Metro.

Questa UI, già vista in Windows Phone 7, è creata principalmente per rispondere a comandi touch, il che potrebbe creare problemi al classico uso su PC, dove mouse, tastiera e grandi monitor la fanno ancora da padrone. La nuova interfaccia potrebbe guadagnare il consenso del pubblico generalista, e forse far storcere la bocca ai cosiddetti power user.

Prendete come esempio la semplice operazione di spegnimento del computer. In Windows 7 questo poteva essere fatto in due click del mouse, in Windows 8 invece dovete spostare il vostro mouse sul lato destro dello schermo e tenerlo lì per qualche istante in modo da far apparire la "Charms Bar", quindi cliccare su Impostazioni, cliccare sull'icona Arresta e poi cliccare ancora su Arresta il sistema. Dal punto di vista di un power user è una perdita di tempo.

Ovviamente questo non vuol dire che Windows 8 non ha nessuna funzione che possa piacere ai power user. Ad esempio il supporto nativo all'USB 3.0 e i tempi di avvio rapidissimi sono ottime caratteristiche, come i miglioramenti al Task Manager (Gestione Attività) e al supporto RAID.

La grande domanda è se i benefici apportati da Windows 8 possano sopperire alla perdita – o meglio al passaggio in secondo piano - della tradizionale interfaccia desktop. Probabilmente molti risponderebbero a questo domanda con un fermo "NO", ma è comunque possibile modificare Windows 8 per avere il meglio da entrambi i mondi, vediamo come fare.

Eseguire il desktop all'avvio

La più grande paura con Windows 8 è l'abbandono da parte di Microsoft dell'interfaccia desktop in favore di quella formata dalle Tile, e anche se il desktop non è del tutto scomparso queste paure non sono del tutto infondate.

Durante la varie fasi di sviluppo, dalla versione Developer alla Consumer Preview, gli utenti hanno trovato vari modi per disabilitare la nuova interfaccia e favore di quella desktop e Microsoft di conseguenza in ogni release ha cercato di evitare che l'interfaccia Metro venisse disabilitata. Visto che stiamo attualmente usando la versione RTM non c'è nessuna certezza che le modifiche attuali funzioneranno all'uscita ufficiale di Windows 8.

Fortunatamente il desktop non è scomparso, è solamente meno in vista. Senza utilizzare particolare trucchi si può arrivare al desktop semplicemente cliccando sul riquadro Desktop. L'interfaccia desktop di Windows 8 sembra però incompleta, considerando anche la mancanza del pulsante start, di cui parleremo più avanti, ma almeno non è completamente scomparsa, anche se doverla attivare ogni volta dall'interfaccia Metro potrebbe alla lunga risultare noioso.

È però possibile saltare questa procedura e configurare direttamente Windows 8 in modo da partire in modalità desktop, il che risulterà particolarmente utile dopo aver riabilitato il pulsante Start.

Iniziamo aprendo il Blocco Note. Per trovarlo vi basterà digitare "Blocco Note" mentre siete nella schermata Metro. Inserite il seguente testo:

[Shell]
Command=2
IconFile=Explorer.exe,3

[Taskbar]
Command=ToggleDesktop

Cliccate quindi su File e Salva con nome, e salvate il vostro file con estensione .scf (ad esempio ShowDesktop.scf).

Dopo di questo aprite la "Utilità di Pianificazione" dalla nuova UI. Probabilmente prima dovrete attivare gli strumenti di amministrazione, per farlo basterà far apparire la Charm Bar, cliccare su Impostazioni e poi su Riquadri.

Nell'utilità di pianificazione cliccate su Libreria Utilità di pianificazione sulla sinistra e poi con il tasto destro nella parte centrale selezionate "Crea una nuova attività".

Clicca per ingrandire

Nella scheda "Generale" inserite il nome che volete dare a questa attività, ad esempio "Show Desktop". Nella scheda "Attivazione" cliccate su "Nuovo…" e impostate l'attività per l'avvio "All'accesso" e cliccate OK.

Clicca per ingrandire

Nella scheda "Azioni" create una nuova azione e impostatela per "Avvio programma", utilizzate quindi il pulsante sfoglia per seleziona il file scf che abbiamo creato in precedenza. Cliccate quindi su OK.

Clicca per ingrandire

Nella scheda "Condizioni" rimuovete la spunta dalla voce "Avvia l'attività solo se il computer è alimentato da rete elettrica". Adesso a ogni login partirà di default il desktop al posto della schermata Start. Il prossimo passo: riabilitare il pulsante Start.

Clicca per ingrandire

 

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Software?
Iscriviti alla newsletter!