Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
11 minuti

Guida: creare un CD di ripristino del sistema

Ecco una guida per la creazione di un CD di ripristino, molto utile per resuscitare un sistema Windows.

Sistema di ripristino, un amico nel momento del bisogno

Installare nuovo hardware sul PC è diventato sempre più facile, ma non è detto che tutto vada sempre a buon fine. Può capitare, per esempio, di collegare una nuova scheda grafica, installare i driver, un veloce riavvio e… cosa? Perché cavolo non parte?

In casi come questi, il disco (CD o DVD) di Windows (2000/XP/Vista) offre poche opzioni di controllo dei danni, con la console di ripristino integrata. Manca, ad esempio, il supporto per la connessione di rete e non hanno un browser, entrambi essenziali per recuperare un driver o uno strumento di ripristino da Internet. Di fronte a un problema del tutto sconosciuto, Internet è spesso l'ultima risorsa per ottenere informazioni, prima di pagare qualcuno lo risolva per voi. E persino un professionista, talvolta, potrebbe non essere in grado di aiutarvi.

Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basics Hard Disk Esterno da 1 TB Toshiba HDTB310EK3AA Canvio Basics Hard Disk Esterno da 1 TB
Samsung M3 1TB Samsung M3 1TB

In casi come questi gli utenti e gli amministratori più esperti usano sistemi di ripristino e CD di diagnostica. Con questi strumenti è possibile, per esempio, leggere e copiare i dati di un hard disk, anche se il sistema operativo manca oppure è danneggiato. Se il problema è un virus che blocca l'avvio, l'unica via è un antivirus, avviato da un supporto sicuro. Un'opzione possibile è quella di trasferire il disco infetto all'interno di un altro computer, e controllarlo dalla "nuova" postazione. Oppure è possibile utilizzare un CD di ripristino avviabile, dotato di uno scanner antivirus integrato.

Ci sono diversi progetti che si propongono come risolutivi per il ripristino del PC da CD. Uno dei più popolari è Knoppix, basato su Linux Debian e attivato direttamente da CD dal cosiddetto Live System. In questo caso il sistema operativo non è installato, ma lavora direttamente dall'interno della RAM del computer. Tra le caratteristiche di Knoppix vi sono la rilevazione automatica dell'hardware, il ricco sistema di riparazione e ripristino di dati e strumenti per la diagnostica di rete e sicurezza. Il nostro obiettivo è quello di mostrarvi come preparare un disco di ripristino con un insieme di caratteristiche simile a quello di Knoppix.

Il nostro sistema sarà basato su Windows XP con SP2 integrato. Questa soluzione renderà la vita più facile alla maggioranza degli utenti, che così non saranno costretti a interagire con un sistema operativo non familiare. In questo articolo vi mostriamo come creare un CD di ripristino basato su Windows XP SP2, completo di utili strumenti che semplificano il processo di ripristino.

Preparazione

Creare un CD di ripristino è, fortunatamente, più facile di quanto fosse qualche anno fa. Gli strumenti che abbiamo scelto, chiamati BartPE e PeToUSB, salveranno sia il vostro tempo che i vostri dati. Ricordatevi che lo sviluppo di un disco di ripristino ricco e funzionale è un progetto che richiede molti passaggi. È più che utile una buona fase preparatoria.

Innanzitutto una struttura della cartella chiara, nella quale immagazzinare i file che appartengono al progetto, vi aiuterà ad avere una visione d'insieme. Abbiamo creato una cartella chiamata "Rescue Disc" sul nostro hard disk, con le seguenti sottocartelle - PEBuilder, Plugin-Binaries, Plugins, srsp1, Tools, XP Data e XP-Source. Abbiamo utilizzato anche un CD d'installazione Windows XP Professional con SP2 incluso. Le versioni OEM che vengono fornite con i PC non fanno al caso nostro. Assicuratevi inoltre di avere abbastanza spazio libero sul vostro hard disk. Alla fine, la cartella del nostro progetto occupa quasi 3 GB.

Abbiamo riempito la nostra nuova cartella con i file e i programmi di cui abbiamo bisogno per creare un CD di ripristino. Utilizzeremo PEBuilder in versione 3.1.10a o superiore, estraendo i contenuti dell'archivio compresso nella cartella PEBuilder. Copiate tutto il CD di Windows XP (SP2) nella cartella XP-Source. Per i prossimi passi avremo bisogno solamente delle cartelle Plugin-Binaries, Plugins, srsp1 e XP Data.

Continua a pagina 2
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Audio?
Iscriviti alla newsletter!