Hot topics:
News su SMAU 2017
5 minuti

Hands on Detroit: Become Human, il ritorno di David Cage!

Abbiamo finalmente messo le mani sul prossimo titolo di Quantic Dream: ecco com'è andata!

Hands on Detroit: Become Human, il ritorno di David Cage!

David Cage, atto quinto

L'edizione 2017 di Milan Games Week si è conclusa da poco e, come ogni anno, non sono mancate grosse sorprese a partire dall'affluenza sempre maggiore: i numeri parlano di più di 148.000 presenze nel corso dei tre giorni, un vero e proprio record!

Un evento enorme che ha portato in Italia, in anteprima, alcuni dei titoli che vedranno la luce nel corso dei prossimi mesi. Uno tra questi é Detroit: Become Human la cui uscita é prevista per il prossimo anno ma che, purtroppo, non conosciamo ancora con precisione.

Il nuovo titolo di Quantic Dream - annunciato nell'ottobre 2015 durante la Paris Games Week - è finalmente arrivato anche in Italia con una demo breve ma comunque molto, molto intensa e in grado di farci maturare qualche impressione preliminare su quello che potrà essere il prodotto fatto e finito.

detroit 1

Dopo Omikron: The Nomad Soul, Farenheit, Heavy Rain e Beyond: Two Souls il buon David Cage é pronto a tornare con Detroit: Become Human. Un'esclusiva PlayStation 4 che, per coloro che sono amanti del genere e delle opere Quantic Dream, potrebbe addirittura valere da sola l'acquisto della console.

Il gioco ci porta in un futuro dove gli androidi sono integrati all'interno della società, che li usa in un contesto che rasenta la schiavitù. Alcuni di questi androidi hanno però sviluppato una sorta di autonomia di pensiero e possono ribellarsi agli ordini degli esseri umani. Questo è il preambolo della storia, ma non vogliamo svelarvi troppo quindi basta chiacchiere e procediamo con quanto è emerso dalla nostra prova!

Dove i videogame si fondono col cinema

Nella demo abbiamo vestito i panni di Connor, un androide impiegato nelle forze di polizia con il compito di negoziare con i suoi simili in situazioni come quella che andremo ad affrontare: dovremo salvare una bambina tenuta ostaggio da un replicante domestico che, dopo aver ucciso i genitori della piccola, minaccia di buttarsi dalla cima di un palazzo per porre fine all'esistenza di entrambi.

detroit 2

Qui entra in gioco Connor, ed é sin da subito chiaro il contesto: gli androidi sono, oltre che sfruttati, anche oggetto di discriminazione, con il capo della polizia che all'annuncio del nostro arrivo non batte ciglio. Connor non é altro che una pedina, una tra le tante. Prima di andare a trattare con il ribelle - che nel frattempo sta facendo piazza pulita eliminando chiunque provi ad avvicinarsi - abbiamo la possibilità di perlustrare l'appartamento dove é avvenuto il fattaccio. Dialogando con gli agenti presenti e raccogliendo prove potremo avere un quadro più completo della situazione, ricostruendo i due omicidi e analizzando quello che era il rapporto tra l'androide e la famiglia.

Nel corso della nostra indagine comparirà, man mano che raccoglieremo informazioni, una barra che indica la possibilità di successo: riusciremo a mettere in salvo la bambina? Una volta girato tutto l'appartamento é ora di uscire sulla terrazza dove, avanzando un passo alla volta per evitare azioni d'impulso da parte dell'androide impazzito, inizieremo la trattativa.

detroit 3

Ciò che abbiamo scoperto (o non scoperto) perquisendo la casa giocherà un ruolo fondamentale: avendo raccolto determinate prove avremo infatti la possibilità di sbloccare alcune scelte di dialogo utili a raggiungere il nostro obiettivo con la consapevolezza che la situazione non é già scritta, ma che può andare in molti modi differenti.

Un approccio o una frase sbagliata e l'ostaggio muore, mentre una serie di scelte giuste può portare il nemico a costituirsi facendo finire tutto per il meglio. Il nostro finale é stato "agrodolce": Connor é riuscito a salvare la piccola compiendo la missione, ma lui e il replicante ribelle sono finiti giù dal grattacielo. Poco male per la polizia, Connor é - e resta - uno dei tanti.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #PlayStation?
Iscriviti alla newsletter!