Tom's Hardware Italia
Schede Grafiche

3080, Nvidia deposita il marchio per fare un dispetto ad AMD?

Nvidia sembra voglia cautelarsi contro l'uso dei numeri 3080, 4080 e 5080 da parte di AMD nel campo delle schede video. L'azienda ha depositato presso l'ufficio competente dell'Unione Europea una richiesta per possedere i marchi nel mondo delle GPU.

AMD si appresta a presentare le CPU Ryzen di terza generazione usando il nome Ryzen 3000, declinato in vari modelli il cui nome conosceremo verosimilmente nei prossimi giorni al Computex. Si tratta di una naturale evoluzione della scelta di chiamare Ryzen 1000 e 2000 le due serie precedenti.

Come noto però, AMD ha “in canna” anche delle nuove schede video, accompagnate dal nome in codice Navi. Secondo le indiscrezioni dei mesi scorsi, l’azienda vorrebbe chiamare le nuove proposte Radeon RX 3000, in modo da uniformare il branding con quello delle CPU. Una scelta che, ipoteticamente, potrebbe starci per più di una ragione.

AMD ha già usato la tattica di chiamare un prodotto con un numero più alto di quello di un concorrente al fine di attirare l’attenzione dei meno esperti: pensiamo al settore delle motherboard, dove la piattaforma AMD X399 è stata messa in diretta competizione con quella Intel X299, ma anche AMD X370 e Intel Z270.

Chiamare una scheda video RX 3080, per esempio, potrebbe far pensare a un prodotto migliore di una RTX 2080, almeno di primo acchito. È un pensiero legittimo, e sembra che in casa Nvidia abbiano deciso di reagire anzitempo andando a depositare presso l’ufficio delle proprietà intellettuali dell’Unione Europea una richiesta di marchio sui numeri 3080, 4080 e 5080, almeno per quanto riguarda il mondo delle GPU.

Il tutto è stato depositato il primo maggio, e appare come una mossa preventiva per impedire alla rivale di attuare “colpi di testa” come quelli citati più sopra. Nvidia potrebbe o non potrebbe chiamare le prossime schede video RTX 3000, questo non lo sappiamo ancora. La richiesta di avere la proprietà di quei marchi è ancora sotto esame, quindi non è scontato che Nvidia li ottenga, ma questa mossa potrebbe comunque funzionare da deterrente nei confronti di AMD.