Schede madre

990FX, AMD supporta ancora la tecnologia Nvidia SLI

Pagina 1: 990FX, AMD supporta ancora la tecnologia Nvidia SLI

Introduzione

Generalmente una nuova piattaforma si accompagna a nuovi processori, ma questa volta non accade con l’AMD 990FX. Il nuovo chipset conferma la tradizione di AMD per quanto riguarda la compatibilità con le CPU precedenti, ed è quindi compatibile tanto con i processori che usano il socket AMD 3 quanto con quelli che useranno invece il socket AM3+.

Queste nuove CPU sono quelle note come Bulldozer (AMD Bulldozer, solo 320 dollari per la CPU otto-core?) che però non sono ancora pronte. I primi campioni sono già nelle mani dei produttori di motherboard, ma questi ultimi ci hanno detto che le prestazioni sono ancora al di sotto delle attese. Ci vorrà almeno un altro stepping per risolvere la situazione.

Clicca per ingrandire

Tecnicamente potreste quindi comprare subito una scheda madre basata su 990FX, e usarla con uno dei Phenom in commercio. Ma se puntate a uno dei nuovi processori, potete tranquillamente aspettare un paio di mesi. A meno che non troviate un’altra valida ragione per aggiornare il vostro sistema, naturalmente.

990FX: come l’890FX, ma con compatibilità garantita

Il chipset 990FX è praticamente identico all’890FX. AMD sostiene di aver cambiato la sigla soprattutto per rendere esplicità la compatibilità con i processori AM3+.

Il socket AM3+ ̬ necessario per usare CPU Zambezi РClicca per ingrandire

Allo stesso modo i processori AM3+ sono compatibili con il socket AM3, basta un aggiornamento del BIOS. Quest’ultimo però potrebbe anche non essere disponibile, perché dipende dal produttore.

Entrambi i chipset supportano l’Hypertransport 3.0, con velocità di trasferimento fino a 5,2 GT/s. Secondo MSI però il 990FX aggiunge l’HyperTransport 3.1, che porta la velocità disponibile fino a un massimo di 6,4 GT/s – una caratteristica che sarà resta concreta con le CPU Zambesi a otto core.

Insomma, si potrebbe dire che AMD abbia “rimarchiato” il vecchio chipset. Un gesto che generalmente critichiamo, ma in questo caso possiamo parlare di un male necessario, e di certo è meglio di quello che fa Intel, quando sostanzialmente manda in pensione i vecchi processori ogni volta che ha una nuova architettura. La maggior parte degli appassionati, probabilmente, deciderà comunque di aggiornare i propri sistemi, ed è positivo che AMD abbia mantenuto la piena compatibilità con i prodotti precedenti.

SLI: una piacevole sorpresa

Come avevamo anticipato qualche giorno fa (Nvidia SLI e AMD Bulldozer, il matrimonio è ufficiale) il chipset 990FX è in grado di gestire configurazione SLI. Tecnicamente non c’è nulla che impedisca a un produttore di acquistare la licenza SLI anche per schede madre 890FX, ma a quanto ne sappiamo nessuno ha intenzione di farlo. La compatibilità SLI, per quanto ci è dato capire, rappresenterà quindi un elemento critico per invitare i giocatori a cambiare sia il processore che la scheda madre, quando le nuove CPU saranno disponibili.

 
 

Come nel caso dello Z68 di Intel, è facile approntare configurazioni SLI e CrossFire a due schede. L’AMD 990FX offre 42 linee PCIe, quindi ogni scheda ha a disposizione 16 linee, il doppio di quanto accade con la piattaforma Intel. Non è il caso però d’interrogarsi sui vantaggi per chi gioca, perché le otto linee offerte da Intel si sono dimostrate più che sufficienti per giocare, come abbiamo potuto vedere nelle nostre recenti analisi.

Grazie alle numerose linee PCIe, però, il 990FX non ha bisogno del bridge NF200 per gestire configurazione a tre schede. Le schede madre che abbiamo provato infatti possono gestire tre schede in modalità x16/x8/x8.

 
 

Non abbiamo potuto eseguire test con CPU AMD AM3+, quindi per ora l’unico aspetto davvero interessante del 990FX è la compatibilità SLI, che abbiamo provato con un Phenom II X4 980. Abbiamo messo a confronto questo processore con un Intel Core i5-2400, abbinando a entrambi i processori una coppia di Nvidia GeForce GTX 570. Anche guardando i prezzi, questi due sistemi si equivalgono: l’Asus P8Z68 costa circa 180 euro, cioè quanto dovrebbe costare la Sabertooth 990FX, e tra il processore Intel e quello AMD ci sono solo cinque dollari di differenza.