Tom's Hardware Italia
Computer Portatili

Acer Aspire Switch in video: cerniere migliori e colori alla moda

Il video del primo contatto con gli ibridi di Acer di ultima generazione della famiglia Aspire Switch. Le cerniere sono state migliorate e il look è più giovane e colorato.

La conferenza internazionale di New York è stata un'occasione per mettere le mani sui nuovi Aspire Switch di Acer, in particolare sui prodotti colorati della nuova famiglia Aspire Switch E di fascia economica e sugli Aspire Switch 11 di ultima generazione.

Acer Aspire Switch 10 E

Partiamo proprio da quest'ultimo, che è rimasto maneggevole ma ha cambiato look e ora presenta un rivestimento lucido sul coperchio che lo rende luminoso e molto chic, peccato per le ditate che restano bene impresse. La novità più importante riguarda la cerniera di raccordo fra la base dock e il coperchio che si trasforma in tablet.

Come avete potuto leggere nella nostra recensione era già un supporto funzionale e di buona qualità, adesso è stato ulteriormente migliorato. Restano il doppio sistema di aggancio meccanico e magnetico, ma serve meno forza per separare i componenti e si fatica meno a rimetterli in contatto.

Leggi anche: Acer Aspire Switch 10 diventa più sottile e interessante

Acer ha inoltre aggiunto il supporto alla penna ottica, che è opzionale ma è utile a chi reputa utile prendere appunti al volo come con un bloc notes o tracciare schizzi a mano libera.

Leggi anche: Acer Aspire Switch 10, tablet e notebook 2 in 1 a 349 euro

Per quanto riguarda gli Switch 10 E, la novità maggiore riguarda l'ampio ventaglio di colori (6 in tutto) delle cover, che hanno inoltre il coperchio con trama simile a quella dei tessuti, per mascherare meglio i piccoli graffi oltre alle ditate.

Leggi anche: Acer Aspire Switch 11, il 2 in 1 che migliora ma costa caro

Peso e dimensioni sono rimasti invariati così come la base della configurazione con CPU Atom. Anche in questo caso le cerniere sono state ottimizzate: una buona notizia per un sistema di fascia bassa adatto per chi deve svolgere solo attività di base.