Tom's Hardware Italia
Monitor

Conclusioni

Pagina 7: Conclusioni
Dopo diversi giorni di gioco e lavoro, il Predator X27 ci ha conquistato. Sceglierlo per giocare è il top, non troverete un’immagine migliore con nessun altro monitor, a meno che non acquistiate un PG27UQ di Asus, del tutto analogo. Fino a quando non avremo dei monitor OLED, gli LCD con retroilluminazione full-aray, risoluzione Ultra HD […]

Dopo diversi giorni di gioco e lavoro, il Predator X27 ci ha conquistato. Sceglierlo per giocare è il top, non troverete un’immagine migliore con nessun altro monitor, a meno che non acquistiate un PG27UQ di Asus, del tutto analogo. Fino a quando non avremo dei monitor OLED, gli LCD con retroilluminazione full-aray, risoluzione Ultra HD e HDR sono il riferimento.

L’X27 offre molta tecnologia in un look dal grande stile. Per ora è il secondo monitor che recensiamo con risoluzione 4K, refresh 144 Hz e G-Sync che assicura una completa assenza di tearing fino a 24 Hz. HDR10 e supporto al colore esteso permettono di godere ogni tonalità e sfumatura pensata dai creatori dei videogiochi. E l’alta velocità significa un basso input lag e una reattività eccezionale. Anche se non c’è ULMB, il blur non è un problema oltre gli 80 fps.

Avrete però bisogno di una scheda video potente. Il nostro sistema con GTX 1080 Ti ha gestito Cod: WWII oltre i 100 fps senza problemi. Se avete il budget per questo monitor, acquistare una scheda video adeguata non sarà probabilmente troppo oltre le vostre possibilità. È un monitor per pochi al momento.

Se confrontiamo il prodotto di Asus e quello di Acer, vediamo che usano lo stesso pannello di AU Optronics e hanno prestazioni quasi identiche. Di fabbrica l’Acer ha un leggero vantaggio nell’accuratezza del colore, ma una volta calibrati sono uguali. Le prestazioni HDR sono quasi identiche con lo stesso contrasto e livelli di nero. Le prestazioni in gaming si equivalgono. Il prezzo è simile, con 80 euro di differenza in favore dell’Acer, quindi scegliere uno o l’altro è fondamentalmente una scelta relativa alla simpatia per il brand e il look del prodotto.