CPU

AMD apre alla produzione di chip ARM

Devinder Kumar, CFO di AMD, ha recentemente affermato, in occasione della Deutsche Bank Technology Conference, che l’azienda è pronta a produrre chip ARM se necessario. Infatti, Kumar, rispondendo a una domanda relativa al punto di vista della società sui chip ARM concorrenti, ha detto:

Dal mio punto di vista, quando guardo alle soluzioni di elaborazione, che si tratti di x86 o ARM o altro ancora, penso che si tratti di aree dove è possibile fare investimenti. Conosciamo molto bene il calcolo. Anche ARM, come hai indicato, e abbiamo un ottimo rapporto con ARM. Inoltre, capiamo che i nostri clienti vogliono lavorare con noi per soluzioni basate su quel particolare tipo di prodotto. Siamo pronti ad andare avanti, anche se crediamo che x86 sia un punto di forza dominante in quell’area.

I commenti di Kumar non ci danno alcuna indicazione concreta sul fatto che l’azienda abbia progetti ARM specifici in corso. Tuttavia, confermano che i clienti sono interessati all’acquisto di processori basati su ARM da AMD e che l’azienda è disposta a soddisfare tale esigenza. AMD potrebbe fornire chip ARM attraverso diversi mercati, come data center o linee di processori per PC desktop, o ancora tramite attività semi-custom, nelle quali potrebbe occuparsi della progettazione di processori ARM per soddisfare determinati criteri del cliente. Dato il numero crescente di grandi hyperscaler che sviluppano i propri chip internamente, come AWS con Graviton, è ragionevole aspettarsi che AMD possa attirare molto interesse attraverso la sua attività semi-custom.

Credit: AMD
AMD Threadripper Pro 5995WX

Il CEO di AMD, Lisa Su, aveva già anticipato qualcosa all’inizio di quest’anno, in occasione dell’evento JPMorgan Global Technology, affermando:

Penso che AMD abbia molta esperienza con l’architettura ARM. Abbiamo anche fatto un bel po’ di progettazione nella nostra storia con ARM. Consideriamo effettivamente ARM come un partner sotto molti aspetti. Dal punto di vista di AMD, ci consideriamo una sorta di soluzione di elaborazione ad alte prestazioni che lavora a stretto contatto con i propri clienti, e questo è certamente il modo in cui lo consideriamo. E se significasse offrire ARM ad alcuni clienti, prenderemmo sicuramente in considerazione qualcosa in quell’ambito.

AMD è un licenziatario ARM e ha una certa esperienza con le sue architetture, a partire dalla sua architettura K12 che non è mai arrivata sul mercato. Tornando ai giorni nostri, AMD sfrutta core ARM per piccoli microcontrollori adibiti a compiti relativamente semplici, come i Platform Security Processor (PSP) integrati che eseguono funzioni di sicurezza per le CPU. AMD è disposta a diversificare per rimanere competitiva in tutti i possibili carichi di lavoro e ha una vasta gamma di IP a cui attingere. Ad esempio, AMD potrebbe utilizzare il suo Infinity Fabric per collegare numerosi elementi, come chiplet, core GPU e varie memorie, in un’unica unità coesa. Inoltre, la sua acquisizione di Xilinx potrebbe aprirle molte strane nel mondo degli FPGA.

È facile immaginare che AMD sia in grado di creare potenti chip di classe data center per i suoi clienti. Ma anche se ARM ha raggiunto una quota di mercato record nei mercato PC, sembra piuttosto improbabile che aggiungerà chip basati su ARM in tempi brevi alla sua line-up.