Tom's Hardware Italia
Monitor

AMD FreeSync ufficiale: i segreti del rivale di Nvidia G-Sync

AMD ha svelato FreeSync, l'avversario del G-Sync di Nvidia. Si tratta di una tecnologia che sincronizza FPS e refresh rate del monitor per eliminare problemi del gaming PC come stuttering, tearing e input lag.

La tecnologia FreeSync, la risposta di AMD a Nvidia G-Sync, è ufficialmente tra noi. AMD ha ufficialmente tolto i veli alla tecnologia (per ora sulle configurazioni a singola GPU) che permette di sincronizzare il frame rate prodotto dal chip grafico e il refresh rate del monitor in modo da visualizzare le immagini senza ritardi e fastidiosi artefatti visivi.

amd freesync 07

In genere si parla di stuttering, tearing e input lag. Il primo indica che il rendering tra frame consecutivi avviene con tempistiche differenti, e questo porta a piccoli micro scatti.

amd freesync 03

Senza FreeSync, problemi di stuttering – clicca per ingrandire

Il tearing è il cosiddetto "strappo" dell'immagine orizzontale, e si verifica perché viene renderizzato anzitempo un fotogramma successivo. Infine l'input lag è il ritardo con cui un monitor riceve il segnale dal mouse e lo riproduce a schermo.

amd freesync 05

Con FreeSync piena sincronia tra FPS e refresh rate, addio stuttering – clicca per ingrandire

Per eliminare o mitigare il più possibile questi tre problemi AMD ha lavorato seguendo tre direttrici: nessun uso di hardware proprietario, standard chiusi o imposizione di costi di licenza. Un approccio differente rispetto a quello della rivale, che impone l'uso di un modulo proprietario, di uno standard chiuso e chiede il pagamento dei costi di licenza ai produttori dei monitor.

amd freesync 14

L'azienda, nella slide qui sotto, elenca le differenze dal G-Sync di Nvidia. Si parla anche di un penalty prestazionale. Secondo AMD l'attivazione del G-Sync impatta con un calo dell'1,5% sui frame per secondo raggiunti dalla scheda video in un gioco. Al contrario FreeSync non solo è più costante, ma offre anche un leggerissimo miglioramento.

amd freesync 15

Secondo AMD il G-Sync di Nvidia riduce le prestazioni – clicca per ingrandire

La tecnologia FreeSync opera inoltre su un intervallo di refresh più ampio, da 9 a 240 Hz, al contrario del G-Sync che opera tra 30 e 144 Hz.

amd freesync 16

Prestazioni invariate, o persino maggiori, con il FreeSync – clicca per ingrandire

Per quanto riguarda l'input lag, AMD afferma che con l'arrivo di FreeSync i videogiocatori hanno finalmente una possibilità di scelta. Attivando FreeSync e V-Sync il gameplay è più fluido, non c'è tearing e la latenza del mouse è quella di sempre.

amd freesync 17

FreeSync attivo e V-Sync on oppure off? Ecco cosa cambia

Disattivando il V-Sync la latenza del mouse migliora, il gameplay rimane sempre fluido, ma potrebbe emergere del tearing. Insomma, sta al giocatore decidere cos'è meglio per lui. L'arrivo dei primi monitor compatibili è solo il primo passo. Ne seguiranno altri per tutte le esigenze e la tasche, come anticipato in passato.

 

Tra i primi prodotti troviamo il BenQ XL2730Z (27", TN, 2560×1440 pixel, 16:9), l'Acer XG270HU (27", TN, 2560×1440 pixel, 16:9), l'LG 34UM67 (34", IPS, 2560×1080, 21:9) e il modello 29UM67 (29", IPS, 2560×1080, 21:9). Prezzi e altri modelli potete vederli nelle slide della galleria qui sotto. Quali schede video e APU supportano FreeSync? Sul fronte delle GPU i modelli Radeon R9 295X2, R9 290X, R9 290, R9 285, R7 260x e R7 260.

###64905###

Per quanto concerne le APU i modelli Kaveri (e successivi) della serie 7000. Ecco il dettaglio: A10-7850K, A10-7800, A10-7700K, A8-7650K, A8-7600 e A6-7400K. Nelle prossime ore AMD dovrebbe pubblicare i driver compatibili con il FreeSync sul proprio sito. Restate sintonizzati.