CPU

AMD FX Bulldozer, una CPU a 8 core a 250 dollari?

I processori AMD FX basati su architettura Bulldozer debutteranno all’incirca a metà ottobre, ma in Rete fanno capolino i prezzi di alcuni modelli. Non si tratta di dati ufficiali, ma delle prenotazioni di un negozio, tal Bottom Line Telecommunications, per le soluzioni FX-6100, FX-8120 e FX-8150.

L’FX-6100 è una CPU dotata di sei core, con 6 MB di cache L2 (1 MB per core) e una frequenza di 3.3 GHz (fino a 3.9 GHz in modalità Turbo Core). Come i modelli a otto core questo prodotto è dotato di 8 MB di cache L3. 

Il listino indica 188 dollari, ma considerando che si tratta di un prezzo di prenotazione (solitamente più elevato) e che i prezzi scenderanno ulteriormente quando la produzione sarà avviata, è ipotizzabile che l’FX-6100 vada a collocarsi tra 155 e 170 dollari – che per quanto riguarda le CPU a sei core è una fascia occupata dal Phenom II X6 1055T.

AMD FX-8120 e FX-8150 sono entrambe CPU a 8 core, con 8 MB di cache L2 e 8 MB di cache L3. I due processori hanno frequenze rispettivamente di 3.1 e 3.6 GHz, che salgono fino a 4 e 4.2 GHz in modalità Turbo Core. In questo caso il listino dice 222 e 266 dollari, che alla fine potrebbero voler dire 185 – 200 dollari per l’FX-8120 e 230 – 245 per l’FX-8150.

Se i prezzi saranno confermati ufficialmente ci troveremmo davanti a un posizionamento di mercato più aggressivo di quello che ci aspettavamo fino a oggi. Le indiscrezioni precedenti indicavano un prezzo tra 300 e 320 dollari per la migliore CPU della serie FX, il modello 8150.

Alcune CPU AMD FX in un listino, pronte per essere prenotate – Clicca per ingrandire

Tuttavia bisogna anche considerare che la situazione sembra completamente in piena evoluzione. I processori basati su architettura Bulldozer dovevano debuttare entro settembre, ma AMD ha deciso di rinviare tutto a ottobre, rivendendo la lineup di debutto. Non bisogna inoltre dimenticare che Intel ha strategicamente rivisto la propria offerta introducendo anche dei ribassi di prezzo.

La Rete mormora che i processori FX di AMD si scontreranno più con la gamma Sandy Bridge che con la futura offerta Sandy Bridge-E di Intel e perciò il prezzo diventa un aspetto molto importante. È evidente che la casa di Sunnyvale sta ancora dando gli ultimi ritocchi alla propria gamma, anche in prospettiva di un refresh nei primi mesi del 2012 e all’arrivo delle soluzioni  22 nanometri di Intel, nome in codice Ivy Bridge, attese tra marzo e aprile.