CPU

AMD, i prossimi Ryzen Embedded supporteranno le DDR5

Il 21 e 22 giugno c’è l’Amazon Prime Day, due giorni ricchi di offerte e sconti a tempo limitato! Per non perderne nemmeno una, date uno sguardo alla nostra pagina dedicata

Patrick Schur ha rivelato i primi dettagli dei SoC AMD Ryzen Embedded basati sull’architettura Zen 3 e conosciuti con il nome in codice V3000. Secondo le informazioni pubblicate, il successore della serie V2000 con Zen 2, vedrà un aggiornamento significativo in termini di specifiche.

Come riporta VideoCardz, innanzitutto la serie V3000 sarà basata su architettura Zen 3 con un processo produttivo a 6 nm. Finora abbiamo appreso solo della serie di APU Rembrandt, che si dice sia dotata di un nodo a 6 nm ma anche di un’architettura core Zen3+. Sembrerebbe quindi che AMD effettuerà un passaggio al processo produttivo a 6 nm almeno per alcune delle sue serie di prodotti. Vale la pena notare che AMD sta lavorando anche su CPU desktop Ryzen basate su architettura Zen3 con la sua nuova tecnologia V-Cache.

Il Ryzen Embedded V3000 sarà offerto in almeno tre versioni, che vanno dalla configurazione a 6 core/12 thread fino a 8 core/16 thread. La serie supporterà fino a due moduli di memoria DDR5-4800 (ciascuno con due canali) con supporto ECC e anche due porte USB 4.0. Sempre secondo quanto afferma Patrick Schur, ci saranno modelli da 15-30W di TPD e da 35-54W.

In termini di prestazioni della GPU, ci si dovrebbe aspettare che la serie V3000 includa fino a 12 unità di calcolo, che è un aggiornamento rispetto alle 8 CU della serie V2000. Anche il collegamento PCI Express verrà aggiornato dallo standard 3.0 a 4.0, ma il numero di linee sarà mantenuto a 20.

Non è chiaro quando AMD annuncerà la sua nuova serie Embedded, ma l’azienda non dovrebbe lanciare i Ryzen Embedded V3000 almeno fino a novembre di quest’anno. Dopotutto, la serie V2000 è stata introdotta solo 7 mesi fa. I SoC AMD Ryzen Embedded V2000 portavano per la prima volta l’architettura Zen 2 nel mercato embedded, con il processo produttivo a 7 nm. Anche quella serie era stata divisa in modelli da 35-54W e 10-25W, con TDP configurabili. Ancora prima, la serie V1000 annunciata nel 2018, utilizzava il processo produttivo a 14 nm, e offriva un massimo di quattro core.

Le specifiche della serie V3000 trapelate sembrano condividere molto con ciò che già sappiamo della serie APU basata su Rembrandt, il che ci fa chiedere se entrambi useranno lo stesso silicio.