Schede Grafiche

AMD meglio di NVIDIA in questi test, ma non si parla di FPS

Il portale Chips and Cheese ha condotto un nuovo studio nel quale si confronta la latenza di memoria tra le ultime schede grafica di AMD e NVIDIA. I risultati ottenuti mostrano un certo vantaggio dell’architettura RDNA 2, la quale ha evidenziato una latenza di memoria inferiore rispetto alle soluzioni Ampere. Tuttavia, facciamo presente che tale caratteristica non è direttamente correlata alle prestazioni ottenibili nelle applicazioni più comuni.

AMD Radeon RX 6000

Analogamente ai processori, le moderne GPU sfruttano un sistema gerarchico della cache multilivello. Ampere si affida a una configurazione più tradizionale con una cache L1 e L2, mentre RDNA 2 (conosciuta anche come Big Navi), d’altra parte, presenta L0, L1, L2 e Infinity Cache, che essenzialmente funge da cache L3. Le due architetture sfruttano design diversi, quindi è interessante vedere quale è in grado di offrire performance più elevate in questo campo.

Per misurare la latenza della memoria, Chips and Cheese ha utilizzato una metodologia normalmente applicata ai processori. Infatti, sono stati impiegati benchmark pointer chasing in OpenCL per valutare sia la cache che la latenza, mettendo a confronto i modelli Radeon RX 6800 XT e GeForce RTX 3090.

In generale, RDNA 2 ha registrato una latenza di memoria inferiore rispetto ad Ampere su tutti i livelli. La latenza di memoria di RDNA 2 non era molto diversa da quella di Ampere, nonostante i dati dovessero attraversare più livelli di cache per raggiungere la destinazione. Il trasferimento di informazioni dalla cache L1 a quella L2 su Ampere richiede oltre 100 ns. Invece, per passare da L0 a L2 in RDNA 2 si ha bisogno di soli 66ns, indipendentemente dalla presenza di una cache L1 tra di loro.

AMD Radeon 6000 Latenza Memoria Benchmark

Chip and Cheese ha concluso dichiarando che sono necessari molti cicli di clock per trasferire le informazioni lungo la GPU GA102 a causa delle sue notevoli dimensioni (628mm²). Il portale ritiene che le cache L2 e L3 a bassa latenza di RDNA 2 offrano un vantaggio rispetto ad Ampere in piccoli carichi di lavoro. Questo potrebbe spiegare perché le schede grafiche RDNA 2 eccellono nei giochi a risoluzioni inferiori.

Avete bisogno di una licenza di Windows 10 Pro per il vostro nuovissimo PC da gaming? Su Amazon è disponibile a pochi euro, non perdetevela.