CPU

AMD punta su un ex di Intel per aumentare le vendite di CPU e GPU

Jim Anderson è il nuovo vicepresidente senior e general manager del gruppo Computing and Graphics di AMD. Anderson arriva da Intel e va a ricoprire una posizione finora vacante nell'organigramma di AMD.

Nel gennaio di quest'anno l'uscita di scena di John Byrne aveva costretto il CEO Lisa Su a occuparsi di tali mansioni a interim. L'azienda aveva dichiarato che avrebbe cercato un sostituto al di fuori dei propri vertici dirigenziali e così è andata.

jim anderson amd
Jim Anderson

Jim Anderson ha trascorso gli ultimi 7 mesi in Intel, arrivando in seguito all'acquisizione di Axxia (una costola di LSI Corporation) da parte del colosso dei chip. Precedentemente Anderson aveva già lavorato in Intel come "microprocessor architect" e successivamente si era occupato anche della pianificazione e della strategia nel settore CPU. Si parla dei primi anni 2000 e in particolare di soluzioni Xeon e Itanium.

Insomma, se tanto ci dà tanto, Anderson dovrebbe avere le competenze per occuparsi dell'incarico che lo attende in AMD. L'azienda, in una nota stampa, ha dichiarato che l'arrivo di Jim fa parte di un piano per migliorare l'andamento della divisione Computing and Graphics e migliorarne la profittabilità.

AMD A10 7870K AMD A10 7870K

Un tema di cui si è discusso non molto tempo fa al Financial Analyst Day. Jim Anderson non si occuperà solo di aspetti tecnici, ma soprattutto di business e delle strategie per aumentare le vendite. Quest'ultimi due punti, in particolare, sono ambiti in cui AMD deve fare passi da gigante.

Dalle schede Radeon alle future architetture x86 e ARM (Zen e K12) Anderson avrà il compito di studiare il modo di diffondere il più possibile questi prodotti, sperando che gli ingeneri abbia fatto un buon lavoro. Il suo compito d'altronde sarà facilitato od ostacolato dalla qualità di ciò che si troverà a vendere. In bocca al lupo, non sarà un'impresa da poco.