Schede Grafiche

AMD Radeon serie HD 5000: misuriamo l’efficienza energetica

Pagina 1: AMD Radeon serie HD 5000: misuriamo l’efficienza energetica

Introduzione

Dopo i processori, le schede video sono i componenti su cui pongono maggiore attenzione i siti di hardware; il processore grafico partecipa a determinare le prestazioni del computer con i giochi e le applicazioni 3D. Negli ultimi anni poi la scheda grafica è diventata il più complesso componente del computer, e questo cambiamento ha portato anche a modificarne la natura: oggi infatti la scheda grafica è usata anche per attività diverse dall’elaborazione grafica.

Le GPU di fascia alta integrano più transistor rispetto alle CPU, quindi i consumi diventano un tema molto più complesso. Generalmente misuriamo i consumi in modalità idle e sotto carico, ma questa volta abbiamo voluto essere più specifici, e dare uno sguardo ai consumi con specifiche applicazioni.

La rampa di lancio per i consumi delle GPU

La maggior parte di noi non può lamentarsi della potenza delle GPU attuali –pensate per aumentare il realismo nei videogiochi, per il calcolo parallelo e gestire tecnologie come il Blu-Ray 3D. Se dovessimo citare un problema, parleremmo dei consumi di architetture come quella Fermi di Nvidia. Persino con tecnologie di risparmio energetico come il clock throttling, il power gating o lo spegnimento di parti inutilizzate, le schede video sembrano richiedere sempre più energia a ogni generazione che passa. Tanto che ormai si vedono in commercio schede video di fascia media con connettori ausiliari a sei pin– molte ne richiedono persino due. Anche il calore è diventato un problema, basti osservare i valori del TDP per le schede video di fascia alta come le schede GeForce GTX 480/470 (225/250 W) e la Radeon HD 5870/5970 (188/294 W). In compenso i processori AMD e Intel più affamati di energia raggiungono rispettivamente i 140/130 watt. A un TDP maggiore, come sapete, corrisponde generalmente più calore prodotto.

I dati citati sono quelli indicati dai produttori come valori massimi. Per un eventuale approfondimento sul tema, potete leggere la nostra recensione delle prime schede Nvidia con architettura Fermi (GeForce GTX 480 e 470, la recensione di Nvidia Fermi).

Il consumo in idle – cioè quando la scheda si trova a riposo – è un altro parametro importante. Per esempio, con una Radeon HD 5970 è di 42 watt. Un valore altissimo, se si considera che un PC completo con grafica integrata si attesta sui 40 watt totali (PC da 25 Watt con CPU Intel Core i5 e chipset H57). Una scheda grafica potente, quindi, può consumare da sola più di un intero computer “normale”; fortunatamente con modelli meno estremi, come la Radeon HD 5870, la HD 5770 e la HD 5670, il consumo in idle è più contenuto (circa 18-20 W).