Tom's Hardware Italia
CPU

Ryzen 9 3900X, Ryzen 7 3800X e Ryzen 7 3700X, le nuove CPU AMD

AMD ha presentato al Computex 2019 le prime CPU Ryzen di terza generazione: Ryzen 5 3600, Ryzen 5 3600X, Ryzen 7 3700X, Ryzen 7 3800X, Ryzen 9 3900X. Ecco le prime informazioni tecniche e le prestazioni.

AMD ha annunciato ufficialmente i microprocessori Ryzen 3000 per computer desktop che saranno disponibili a partire dal 7 luglio.

Il CEO dell’azienda, Lisa Su, ha illustrato le novità dei nuovi modelli davanti alla platea del Computex 2019 di Taipei. I nuovi microprocessori, come svelato dalla stessa Su al CES 2019 di gennaio, sono basati su architettura Zen 2 e sul processo produttivo a 7 nanometri di TSMC.

Con questa generazione AMD segue un nuovo approccio al design, passando a un progetto che prevede un I/O die centrale realizzato a 12 nanometri, dove risiede tutta la connettività, affiancato da uno o due chiplet a 7 nanometri, dove troviamo i core.

Ogni chiplet può contare su un massimo di otto core attivi, per un totale di 16, anche se per il momento AMD ha scelto di fermarsi a 12. Il tutto è connesso tramite Infinity Fabric di seconda generazione.

Questo design permette ad AMD di mantenere le aree del chip che non scalano bene, come i controller di memoria e l’I/O, su un processo produttivo maturo come i 14 nanometri, mentre può sfruttare i vantaggi in termini di prestazioni, densità ed economia del processo a 7 nanometri per le importanti funzioni di calcolo.

Un progetto innovativo, un segno di una tendenza più ampia nell’industria verso la creazione di architetture eterogenee. Come innovativa è l’architettura Zen 2: AMD ha raddoppiato le prestazioni in virgole mobile rispetto a Zen, la dimensioni della cache e migliorato l’IPC del 15%. E non manca il supporto PCI Express 4.0.

L’offerta conta al momento cinque prodotti, o almeno è quelli di cui AMD ha parlato al momento. Tre in particolare sono stati al centro della conferenza. Il primo si chiama Ryzen 7 3700X, è un processore con 8 core e 16 thread che funziona di base a 3,6 GHz ma può accelerare fino a 4,4 GHz. La dimensione della cache L3 è pari a 36 MB, mentre il TDP è di 65 watt.

Secondo AMD questa CPU offre il 15% di prestazioni in più in single-thread rispetto al 2700X, un processore con TDP di 105 watt, mentre le prestazioni in multi-thread salgono del 18%. Il 3700X si è dimostrato decisamente più veloce di un Core i7-9700K (95W) in Cinebench R20 durante una dimostrazione pubblica, ma in generale AMD parla di prestazioni single-thread dell’1% superiori e maggiori del 28% in multi-thread.

Il secondo modello prende il nome di Ryzen 7 3800X e conserva lo stesso design, ma opera a 3,9 / 4,5 GHz in un TDP di 105 watt. Il processore offre prestazioni in gaming dal 10 al 35% maggiori di un Ryzen 7 2700X e si comporta all’incirca come un Core i9-9900K.

C’è infine un terzo modello chiamato Ryzen 9 3900X, un processore che grazie a un secondo chiplet offre 12 core e 24 thread. Le frequenze operative sono pari a 3,8 / 4,6 GHz, ha 70 MB di cache L3 e un TDP di 105 watt. Questo processore si è dimostrato più veloce di un Core i9-9920X in Blender, con prestazioni in single e multi-thread maggiori rispettivamente del 14% e del 6%. Il tutto considerando che il Core i9 ha un TDP di 165 watt contro i 105 watt del chip AMD.

Questo processore offre il 32% di prestazioni in più in single-thread e il 100% di prestazioni in più in multi-thread rispetto al Ryzen 7 1800X, il top di gamma della prima generazione Ryzen.

Veniamo ai prezzi: si parla di listini esentasse, ma sono assolutamente interessanti con 329 dollari per il 3700X, 399 dollari per il 3800X e 499 dollari per il 3900X.

A margine della conferenza stampa ufficiale, AMD ha aggiornato il proprio sito inserendo altri due modelli: si tratta di soluzioni Ryzen 5 con 6 core / 12 thread, entrambi con 32 MB di cache L3. Ryzen 5 3600X lavora a 3,8 / 4,4 GHz e ha un TDP di 95 watt, mentre Ryzen 5 3600 funziona 3,6 / 4,2 GHz e ha un TDP di 65 watt.

Tutti i modelli hanno un controller di memoria dual-channel DDR4-3200 e moltiplicatore sbloccato. Per quanto riguarda la compatibilità con le schede madre AM4 di precedente generazione, AMD ha distribuito un’immagine che fa il punto della situazione e che vedete qui di seguito.

Sul mercato arriveranno però anche le schede madre basate su chipset X570, con un massimo di 40 linee PCI Express 4.0 (20 sono nel processore, altrettante offerte dalla piattaforma), in grado di assicurare non solo piena compatibilità con i nuovi Ryzen ma anche con le future schede video PCIe 4.0 come le Radeon RX 5000 Navi e gli SSD di nuova generazione.