CPU

AMD Ryzen 7 4700U: i primi benchmark mostrano ottime prestazioni

Su Geekbench cominciano ad apparire i primi risultati per l’APU AMD Ryzen 7 4700U e non sono affatto male. Questa APU è stata recentemente annunciata da AMD (qui trovate tutte le informazioni) e fa parte della famiglia di APU Renoir dell’azienda, destinate all’utilizzo su laptop. I primi sistemi a montarla dovrebbero arrivare già nel corso di questo trimestre, mentre per tutto il 2020 le previsioni parlano di almeno 100 sistemi immessi sul mercato.

Basata su microarchitettura Zen 2, il Ryzen 7 4700U mette in mostra otto core senza multithreading simultaneo, il che significa che siamo davanti ad un chip con otto core e otto thread. Questa APU AMD (come qualsiasi altro chip basato sulla stessa microarchitettura) è creato con il processo produttivo FinFET a 7nm di TSMC. Il processore è caratterizzato da un TDP di 15 W e presenta un clock di base nominale di 2 GHz e un boost clock di 4,1 GHz.

Da quanto si è potuto leggere dai risultati pubblicati su Geekbench, il Ryzen 7 4700U era a bordo di un sistema Lenovo. Il chip ha completato il benchmark facendo segnare una velocità di clock minima di 3.955 MHz e una massima di 4.185 MHz.

Se volessimo fare un confronto, potremmo prendere come termini di paragone i chip Intel Core i7-1065G7 Ice Lake e i7-10710U Comet Lake, i migliori modelli nelle rispettive lineup. Il primo è un chip con quattro core e otto thread, mentre il secondo sfoggia sei core e 12 thread. Per questi processori abbiamo anche lo stesso TDP di 15 W, sono di fatto gli avversari naturali del Ryzen 7 4700U.

Come capita sempre in questi casi, vi ricordiamo che bisogna prendere questi risultati per quello che sono e non come qualcosa di definitivo. Detto questo, il Ryzen 7 4700U ha ottenuto un punteggio single-core di 4.910 e un punteggio multi-core di 21.693.

Per quanto riguarda invece i due processori Intel, è necessario fare una premessa: gli utenti che hanno testato questi processori hanno usato (ovviamente) sistemi diversi, con memorie che lavorano a velocità diversa. Questo ha portato ad avere un range di risultati che varia tra 1.800 e 6.300 punti nel test single-core e tra 3.700 e 20.000 punti nel test multi-core per l’i7-1065G7, mentre quelli dell’i7-10710U vanno da 2.400 a 5.600 punti per il single-core e da 7.400 a 24.000 punti nel test multi-core.

Insomma, visto come stanno le cose è davvero difficile trarre una conclusione. Come potete ben immaginare le cose resteranno così fino a quando il Ryzen 7 4700U non sarà disponibile e sottoposto a test adeguati. Possiamo però azzardare nel dire che la nuova APU di AMD sembra avere tutte le carte in regola per fare una forte concorrenza alle due alternative di gamma di Intel.