Schede Grafiche

AMD sfiderà la GTX 560 a colpi di schede. Sarà caos?

Il piano d’attacco di AMD contro la GeForce GTX 560 prende forma. Oltre alle versioni da 1 GB della Radeon HD 6970 e della HD 6950 (disponibili probabilmente da metà febbraio), assisteremo all’arrivo sul mercato anche di nuove Radeon HD 6870 con frequenze molto elevate.

Secondo il sito Xbitlabs, il prezzo di riferimento della HD 6970 con 1 GB di memoria sarà di 279 dollari. Attualmente su e-shop come Newegg.com questo prodotto – nella versione da 2 GB – si trova mediamente a 80/90 dollari in più. Il prezzo in Italia è simile, per cui possiamo sperare in un calo altrettanto generoso.

Se così fosse – in linea teorica – potremmo avere la HD 6970 da 1 GB a circa 280 euro, 10/20 euro in più rispetto alla Radeon HD 6950 da 2 GB. Aggiungendo al mix la Radeon HD 6870, oggi disponibile a circa 240/250 euro, e il modello “estremo” in arrivo, acquistare una scheda video nei prossimi mesi potrebbe essere più complicato del previsto. Per ora non teniamo in considerazione il modello da 1 GB della HD 6950, anch’esso atteso ma del quale la fonte non parla.

PowerColor, Sapphire Technologies e XFX stanno lavorando su versioni della Radeon HD 6870 con frequenza del core tra i 940 e i 975 MHz (rispetto ai 900 MHz standard) e tra i 4400 e i 4600 MHz per la memoria (rispetto ai 4200 MHz standard). Xbitlabs parla di prezzi tra 229 e 259 dollari a seconda dell’overclock del prodotto, il che potrebbe far pensare a un possibile calo dei prezzi per le versioni esistenti.

L’arrivo di questi prodotti in un mercato già affollato potrebbe richiedere l’intervento delle aziende, che dovranno farsi i conti in tasca e piazzare strategicamente le proprie proposte, in modo che tutte possano essere appetibili e in grado d’infastidire i modelli della concorrenza.

AMD si sta giocando la partita con la GTX 570 e la GTX 560, scheda attesa per il 25 gennaio, inondando il mercato di nuove soluzioni. L’obiettivo è quello di mantenere e se possibile ampliare la quota di mercato puntando sui numeri. Nvidia, oltre che presentare il nuovo prodotto, tirerà fuori qualche asso dalla manica? Lo scopriremo presto.