CPU

AMD Threadripper 1900X, 8 core a 550 dollari

Oltre alle schede grafiche RX Vega AMD ha reso ufficiali anche i processori della famiglia Ryzen Threadripper. Sarà composta almeno inizialmente da tre modelli, vale a dire 1900X, 1920X e 1950X. Costeranno 550, 800 e 1.000 dollari rispettivamente. Proprio il 1900X è il "nuovo arrivato" tra i prodotti ufficiali, e si aggiunge al 1950X e al 1920X di cui avevamo già parlato in passato.

Il più piccolo dei processori svelati finora ha 8 core e 16 thread, una frequenza base pari a 3,8 Ghz che possono diventare 4.0 in Boost. AMD ha fissato il prezzo ufficiale a 550 dollari, vale a dire 150 dollari in meno rispetto al più potente 1920X. Da notare che dovrebbero arrivare anche i modelli "senza X" 1900, 1920 e 1950. Con prezzi intermedi rispetto a quelli noti finora.

AMD Ryzen Threadripper Lineup Comparison Versus Intel Core i9 1030x530[1]

Come abbiamo già affermato in passato sono processori HEDT, sigla che sta per High End Desktop. Vale a dire computer desktop di fascia alta, ad altissime prestazioni. Parliamo di workstation che devono affrontare carichi di lavoro molto particolari.

Chi è interessato solo al gaming o all'uso occasionale di software avanzati, non ha ragioni per andare oltre i Ryzen 5 e Ryzen 7 – a meno che non ci si voglia togliere un capriccio, naturalmente.

Leggi anche Motherboard X399 da Gigabyte, MSI e ASRock

Guardando al top di gamma, Ryzen Threadripper 1950X, abbiamo 32 MB di cache L3 e 8 MB di cache L2 per un totale di 40 megabyte. Il processore – come gli altri Threadripper – offre ben 64 linee PCIe, 60 delle quali utilizzabili per schede grafiche e archiviazione NVMe. Idealmente questo processore va a "scontrarsi" con l'Intel Core i9-7900X del quale potete leggere la recensione su Tom's Hardware.

AMD Ryzen Threadripper 1950X CPU Performance 1030x492[1]

Almeno in teoria i nuovi AMD Threadripper hanno un vantaggio rispetto alla controparte Intel, con un maggior numero di core a un prezzo leggermente minore. Per diversi consumatori inoltre è determinante il fatto che Intel abbia scelto di usare la pasta termica, mentre AMD ha seguito una via più tradizionale con la saldatura di indio. I nuovi processori AMD Ryzen Threadripper saranno effettivamente disponibili nel corso delle prossime settimane.


Tom's Consiglia

Hai già scelto Ryzen 3? Ecco la scheda madre da abbinarci, una MSI con chipset B350 a 110 euro