Schede Grafiche

AMD TrueAudio Next, audio immersivo anche in realtà virtuale

Si chiama TrueAudio Next la nuova tecnica di AMD per il rendering audio basato sulla fisica. Totalmente open source, TrueAudio Next sfrutta la potenza di calcolo delle GPU dell'azienda di Sunnyvale per garantire un'esperienza sonora di livello superiore all'interno dei titoli in realtà virtuale. Questa nuova tecnologia fa parte dell'SDK di LiquidVR ed è un tassello fondamentale dell'iniziativa GPUOpen.

TrueAudio Next si rende necessaria per offrire un'immersione completa negli ambienti virtuali. Molti esperti concordano infatti che l'esperienza uditiva è responsabile di oltre la metà dell'immersione nella realtà virtuale. Se il profilo sonoro degli oggetti e degli ambienti non è corretto, l'immersione non è completa.

amd trueaudio next

Facciamo un esempio: quando un giocatore esce da un palazzo in un'esperienza VR si aspetta, come avviene nel mondo reale, che l'audio muti in base all'ambiente. Inoltre, qualora dovesse esservi un ostacolo tra lui e la sorgente sonora, l'esperienza uditiva dovrà per forza di cose cambiare.

A maggio, svelando le GPU Pascal, Nvidia ha annunciato VRWorks Audio, una tecnologia audio basata sulla fisica che usa i nuovi chip grafici per renderizzare un ambiente con tecnologia ray tracing e poi applicare un profilo sonoro per creare onde sonore accurate e fisicamente reattive. Con TrueAudio Next anche AMD ha una tecnologia che – più o meno – fa la stessa cosa.

TrueAudio Next è la risposta a VRWorks Audio e sfrutta la tecnologia ray tracing di AMD, Radeon Rays (ex FireRays), per mappare lo spazio fisico di un ambiente digitale e gli oggetti al suo interno al fine di produrre un rendering audio basato sulla fisica che sia dinamico e in tempo reale. In seguito TrueAudio Next usa tale informazione per mappare un'impronta sonora completa dell'ambiente (oltre 32 sorgenti).

Secondo AMD l'uso di TrueAudio Next per processare segnali audio non aggiunge latenza al rendering grafico grazie a una funzione chiamata CU Reservation (Compute Units Reservation). CU Reservation, una funzione delle GPU Polaris, permette di usare una sezione di una Compute Units della pipeline grafica e riservarla ad altre operazioni come quelle alla tecnologia Radeon Rays di TrueAudio Next.

CU Reservation è una funzione a vantaggio degli sviluppatori approvati, ma fortunatamente TrueAudio Next non dipende da CU Reservation per funzionare; questa soluzione aggiunge solo maggiore prevedibilità alla gestione dei segnali audio.

Oltre a questa importante tecnologia AMD ha annunciato la versione 1.3 di Advanced Media Framework (AMF). AMF dà l'accesso diretto a Video Coding Engine e Unified Video Decoder, due importanti caratteristiche delle GPU AMD. In questo modo gli sviluppatori possono accelerare operazioni di streaming o migliorare applicazioni di wireless display, desktop remoto, editing video, transcodifica e riproduzione. Il codice sorgente di TrueAudio Next e AMF 1.3 è disponibile da oggi su GitHub.

Sapphire RX 470 4 GB Sapphire RX 470 4 GB