Tom's Hardware Italia
CPU

AMD vuole supportare le memorie DDR5 prima di tutti

Le novità che vediamo oggi sul mercato sono in cantiere da diversi anni, non vengono create dall'oggi al domani. Così non sorprende l'indiscrezione pubblicata da GamersNexus secondo cui AMD sta lavorando con almeno un produttore di memoria per farsi trovare pronta quando DDR5 e altre memorie di prossima generazione verranno alla luce. Gli ingegneri di […]

Le novità che vediamo oggi sul mercato sono in cantiere da diversi anni, non vengono create dall'oggi al domani. Così non sorprende l'indiscrezione pubblicata da GamersNexus secondo cui AMD sta lavorando con almeno un produttore di memoria per farsi trovare pronta quando DDR5 e altre memorie di prossima generazione verranno alla luce.

Gli ingegneri di AMD starebbero lavorando presso il laboratorio di ricerca e sviluppo nel campus di Austin con l'obiettivo bruciare sul tempo Intel e implementare prontamente lo standard DDR5 sulle proprie piattaforme (probabilmente a partire da quelle server). La casa di Sunnyvale è per sua tradizione molto "progressista", ovvero è solita abbracciare standard o tecnologie in anticipo sulla concorrenza.

Questo è specialmente vero sul fronte grafico, ricordiamo una AMD incline ad adottare rapidamente le varie versioni di GDDR e soprattutto a proporre sul mercato per prima schede con memoria HBM.

Per quanto riguarda i microprocessori ciò non è avvenuto negli ultimi anni, ma per ovvie ragioni: AMD ha dovuto sostanzialmente ripartire da zero e solo ora, dopo un anno pieno di disponibilità delle CPU Ryzen, ha riguadagnato la stabilità necessaria per fissare roadmap credibili e tenervi fede.

Il supporto alle DDR4-2933 con i nuovi Ryzen di seconda generazione potrebbe essere solo il primo segnale di una ritrovata agilità nel tenere il passo dell'innovazione tecnologica. Da non dimenticare tra l'altro che i lavori sull'architettura Zen 5 (post 2020) sono già partiti, ed è plausibile che sarà proprio questo progetto a supportare pienamente le DDR5. Infatti AMD prevede di supportare il socket AM4 fino al 2020, dopodiché probabilmente si passerà a un nuovo progetto.

Come sappiamo da qualche tempo, la JEDEC ha già avviato lo sviluppo delle memorie DDR5, standard che promette un raddoppio del bandwidth e della densità rispetto alle DDR4. Prevista anche maggiore efficienza dal punto di vista energetico. Non è chiaro quando lo sviluppo sarà terminato, ma probabilmente in ambito consumer le DDR5 non arriveranno prima del 2020.

"Separatamente", aggiunge GamerNexus, "abbiamo appreso che AMD sta lavorando su quella che chiamano Near Memory, o HBM usata insieme alle future CPU. Non è chiaro al momento se ciò includerà le CPU desktop, ma sappiamo che l'integrazione di HBM e CPU è attivamente in fase di ricerca e sviluppo, e dato l'arrivo di Hades Canyon, non è una grande sorpresa".

Il sito si riferisce alle CPU Intel con grafica Vega, che abbiamo visto in un nuovo mini PC NUC, nome in codice Hades Canyon appunto. Non è chiaro però se AMD creerà qualcosa di simile all'interconnessione EMIB di Intel o implementerà come le GPU Vega l'HBM direttamente sul package del processore mediante un interposer.