CPU

AMD Zen 3 e RDNA 2, le nuove soluzioni debutteranno a ottobre?

Secondo alcune indiscrezioni riportare da Wccftech, l’uscita delle nuove CPU e GPU di AMD avverrà a ottobre di quest’anno e non nel 2021 come le più recenti voci avevano suggerito. La cosa davvero interessante è che, secondo queste informazioni, la casa di Sunnyvale starebbe pensando di lanciare i nuovi Ryzen 4000 e le nuove schede video RDNA 2 contemporaneamente, con un unico evento.

L’architettura AMD Zen 3 sarà alla base delle CPU desktop Ryzen 4000 (nome in codice Vermeer) e assicurerà un aumento dell’IPC, frequenza ed efficienza maggiori. Zen 3 è una nuova architettura CPU, che potrebbe garantire un ulteriore aumento del numero dei core. Si vocifera di un aumento dell’IPC del 17% e del 50% per le operazioni in virgola mobile.

AMD ZEN 3 dovrebbe introdurre anche un design della cache unificato, raddoppiando così la memoria per core rispetto a Zen 2. In Zen 2, ogni CCD è composto da due CCX e una cache L3 separata da 16 MB, per un totale di 32 MB. Con Zen 3, i 32 MB di cache L3 saranno condivisi dai due CCX, inoltre il Team Red potrebbe anche aumentarne la capacità.

Le frequenze dovrebbero aumentare di circa 200-300 MHz, con valori simili a quelli offerti dai processori Coffee Lake Refresh, inoltre AMD dovrebbe mantenere il supporto al socket AM4.

Ora passiamo alle GPU. Pare che le nuove Radeon Navi 2x, basate su RDNA 2 e progettate per il gaming in 4K, scuoteranno il mercato informatico proprio come i Ryzen 1xxx. Secondo AMD, l’architettura RDNA 2 offrirà un aumento delle prestazioni per watt del 50% rispetto a RDNA, un risultato stupefacente.

Questo risultato è frutto di una microarchitettura riprogettata, un aumento delle istruzioni per ciclo di clock (IPC), una riduzione della complessità di design e frequenze superiori. E non dimentichiamo il passaggio al processo N7P (DUV) di TSMC, un nodo a 7nm che offre il 7% di prestazioni in più rispetto ai 7nm “classici” o consumi inferiori del 10% a parità di frequenza. Le nuove GPU potrebbero includere sia varianti con memoria GDDR6 che HBM2.

Le Radeon Navi 2x supporteranno il VRS (Variable Rate Shading), una tecnologia che consente agli sviluppatori di ridurre selettivamente il tasso di shading (ombreggiatura) nelle aree dell’immagine che non impattano sulla qualità visiva, permettendo così di ottenere maggiori prestazioni e/o ridurre i requisiti di gioco, e il ray tracing.

Volete eseguire i più recenti titoli con un frame rate elevato e dettagli grafici maxati? Vi consigliamo la RX 5600 XT.