computex 2020

Anche il Computex 2020 potrebbe essere cancellato

Qualche settimana fa vi abbiamo riportato un comunicato in cui Walter M. S. Yeh, presidente e CEO di TAITRA, rassicurava tutti affermando che il Computex 2020 non sarebbe stato rimandato a causa del coronavirus COVID-19. Dopo circa un mese, le cose potrebbe essere cambiate.

Nei giorni scorsi infatti il governo di Taiwan ha annunciato  la chiusura dei confini nazionali ai cittadini stranieri. Il ministro della salute, Chen Shih-chung, ha affermato che le suddette misure restrittive entreranno in vigore il 19 marzo. I diplomatici, gli equipaggi di volo e i residenti permanenti non subiranno le nuove misure, inoltre chiunque entri nel paese dovrà autoisolarsi in quarantena per 14 giorni.

I casi di COVID-19 sono relativamente pochi e la maggior parte di essi sono stati causati da cittadini di ritorno dall’estero. Il CDC di Taiwan ha ordinando ai suoi cittadini di non recarsi nell’Unione Europea, negli USA, in Canada, in Australia e in Nuova Zelanda.

A oggi, non sono stati pubblicati annunci ufficiali in merito alla cancellazione o sospensione del Computex 2020, la più grande fiera mondiale dedicata all’informatica. L’organizzatore dell’evento, TAITRA, potrebbe anche decidere di posticipare l’evento nell’ultimo trimestre di quest’anno, proprio come avvenuto nel 2003 con l’epidemia di SARS.

Volete eseguire i più recenti titoli con un frame rate elevato e dettagli grafici al massimo? Vi consigliamo la RX 5600 XT.