Tom's Hardware Italia
Monitor

AOC, monitor G2 per gaming a basso costo e modelli Porsche di design

AOC ci ha svelato a Madrid la gamma di monitor gaming G2 pensati per chi ha un budget limitato e due nuovi modelli della serie Porsche di grande design.

Durante un evento a Madrid, AOC ci ha aggiornato non solo sugli sviluppi futuri della gamma Agon, con il 35 pollici 200 Hz con G-Sync HDR, ma anche sulla gamma AOC Gaming. Nella fascia bassa l’azienda propone la linea G2, pensata per chi ha un budget limitato ma vuole comunque avere un monitor con un look gaming e un pannello piatto.

Si parte con il 24G2UE, un 23,8″ Full HD con schermo IPS, tempo di risposta di 1 millisecondi, refresh rate di 75 Hz e supporto FreeSync. Il prezzo è di 129 euro. Il modello 24G2U è identico, ma porta il refresh rate massimo a 144 Hz – cosa che innalza il prezzo a 169 euro.

Ci sono poi due 27 pollici, sempre Full HD e anch’essi diversi per il refresh rate massimo: il modello 27G2UE arriva a 75 Hz e costa 189 euro, mentre il 27G2U tocca i 144 Hz e arriva in commercio a 229 euro.

AOC indica per tutti i monitor una copertura del gamut NTSC dell’85%, luminosità massima di 250 cd/m2, angoli di visione di 178°, speaker, hub USB e un insieme di ingressi che comprende una VGA, due HDMI, una DisplayPort e un jack cuffie.

Per chi invece vuole puntare su un prodotto di design, AOC ha presentato due monitor realizzati insieme all’agenzia di design “Studio F.A. Porsche”: si tratta dell’U32U1 e del Q27T1. Nel primo caso abbiamo un IPS da 31,5 pollici con risoluzione 4K (60 Hz) e certificazioni VESA DisplayHDR600 e HDR10.

Il display copre il 90% dello spazio colore DCI-P3 (il 135% di quello sRGB) e si presenta con una connettività completa: HDMI 1.4, DisplayPort 1.2, HDMI 2.0, USB C e hub USB 3.1 Gen1 (quattro porte). Presenti due speaker da 2 watt.

La connessione USB C garantisce la modalità DisplayPort Alternate Mode per il trasferimento di segnali video da un notebook o altri dispositivi e grazie a USB Power delivery può ricaricare notebook con un massimo di 65 watt.

Parlando di design, oltre allo stand di pregio composto da tre gambe in metallo, abbiamo quattro lati frameless. Lo schermo può essere regolato in altezza su 120 mm e anche inclinato. La parte posteriore è in alluminio e la cosa interessante è che quando il display ruota in modalità ritratto, la piastra rimane nello stesso verso. Per maggiore flessibilità, non manca il montaggio VESA.

Il Q27T1, è un WQHD da 27 pollici IPS che si distingue per lo stand asimmetrico, eredità dei suoi predecessori. Inaugura la serie T1 e offre una luminosità di 350 cd/m2 e una copertura del gamut del 90% dello spazio colore NTSC. Ha due HDMI 1.4 e una DisplayPort 1.2. Questo monitor sarà disponibile da luglio a 309 euro, mentre l’U32U1 arriverà nel corso dell’anno a un prezzo non ancora definito.