Tom's Hardware Italia
Storage

Aorus RGB AIC NVMe 512 GB recensione

Aorus RGB AIC NVMe 512 GB
Capacità
512 GB
Form Factor
AIC - PCI Express
Interfaccia / Protocollo
PCI Express 3.0 x4 / NVMe 1.3
Controller
Phison E12
Tipo memoria
Toshiba 3D NAND TLC 64 layer
Test dell'Aorus RGB AIC NVMe da 512 GB, un prodotto in formato PCI Express con controller Phison E12 e memoria 3D NAND flash TLC a 64 layer di Toshiba.

Dopo aver provato l’Aorus RGB in formato M.2 da 256 GB, Gigabyte ci ha inviato l’Aorus RGB AIC NVMe da 512 GB, versione in formato scheda PCI Express dell’SSD. L’azienda prosegue quindi nell’opera di differenziazione della propria offerta, che ormai da tempo non conta più solo motherboard e schede video, ma anche periferiche e componenti vari per consentire agli appassionati del brand di costruirsi un PC interamente a tema.

Come il precedente prodotto testato, anche in questo caso il vero elemento di differenziazione rispetto alla maggior parte degli SSD è dato dall’illuminazione LED RGB.

Caratteristiche

Il prodotto si presenta con interfaccia PCI Express 3.0 x4 NVMe 1.3 e un controller Phison E12 attorniato da memoria Toshiba BiCS 3 TLC a 64 layer. Sembra una piccola scheda video, ma fortunatamente non scalda e non produce la stessa rumorosità di una GPU.

L’illuminazione RGB è presente nella parte laterale, cioè quella visibile dalla finestra in vetro temperato o plexiglass di un case. La copertura dell’SSD vede la presenza del logo Aorus, un falco, ma differentemente dal modello M.2 questo logo non s’illumina.

Aorus RGB AIC NVMe 512 GB
1 TB
Controller Phison E12
Interfaccia
PCIe 3.0 x4 / NVMe
Lettura sequenziale
3480 MB/s 3480 MB/s
Scrittura sequenziale
2100 MB/s 3080 MB/s
Lettura casuale 4K
360.000 IOPS 610.000 IOPS
Scrittura casuale 4K 512.000 IOPS 530.000 IOPS
Resistenza
800 TBW 1600 TBW
MTTF (Mean Time To Failure – Ore)
1.800.000
DEVSLP (mW)
485

La copertura è metallica, e il prodotto è davvero solido, con un peso di circa 350 grammi. Non fatevelo cadere dalle mani o rischierete di danneggiare il pavimento (scherziamo, ma nemmeno troppo). Nella parte posteriore ci sono delle feritoie per favorire l’uscita del calore dall’SSD.

Per quanto riguarda la parte software, l’illuminazione è controllabile tramite RGB Fusion 2.0 e sincronizzabile con gli altri componenti Aorus presenti all’interno del computer. Questo almeno in teoria, perché la versione del software scaricata dal sito non ci ha permesso di farlo. Forse Gigabyte deve semplicemente caricare una nuova versione.

L’azienda, come ogni altro produttore di soluzioni di archiviazione allo stato solido, mette a disposizione SSD Tool Box per monitorare lo stato di salute dell’unità e cancellare completamente i dati presenti tramite la funzione Secure Erase.

Per quanto riguarda le altre caratteristiche, presente il supporto alle tecnologie TRIM e S.M.A.R.T e alla crittografia AES 256-bit. La resistenza dichiarata è di 800 TBW, con garanzia limitata di 5 anni. L’azienda offre anche un modello da 1 TB che raddoppia questo numero. Potete vedere le sue specifiche in tabella.

Benchmark

La piattaforma usata per i test comprende un Core i5-9600K, una scheda madre MSI Z390-A PRO e 16 GB di memoria RAM ADATA XPG Spectrix D41 RGB. All’avvio del sistema, l’SSD Aorus RGB AIC offre all’utente una capacità di 476 GB.

Gigabyte parla di prestazioni sequenziali in lettura e scrittura pari a 3480 / 2100 MB/s. Durante i nostri test abbiamo ottenuto valori in linea con quanto dichiarato, con velocità pari a 3469 / 2080 MB/s in CrystalDiskMark e 2563 / 1836 MB/s in AS SSD. Con PCMark 8 abbiamo invece registrato un bandwidth pari a 678 MB/s.

Le prestazioni casuali 4K sono buone, comprese quelle a QD1 che possono essere considerate le più interessanti per l’utente finale, in quanto influiscono sulla reattività del sistema.

Abbiamo svolto dei test a QD1 anche con ATTO, un programma semplice e gratuito che i produttori di SSD usano solitamente per assegnare prestazioni sequenziali ai loro prodotti. Ci permette anche di avere un quadro più chiaro su come i dispositivi gestiscono le differenti dimensioni dei file.

Anvil’s Storage Utility è invece un test che semplifica il complesso benchmark Iometer e il suo motore Dynamo con un’interfaccia facile da usare.

Con AS SSD abbiamo misurato i tempi di lettura di alcuni file e la velocità d’avvio di programmi e giochi. I risultati sono soddisfacenti e i valori registrati risultano ben al di sopra di quanto ottenibile con un SSD SATA III o un classico HDD.

Purtroppo i software disponibili non ci hanno permesso di monitorare la temperatura sotto carico, ma vi possiamo assicurare che il dissipatore non scalda mai molto e il semplice ricircolo dell’aria nel computer basterà per tenere le temperature sotto cotnrollo.

Conclusioni

Nel complesso le prestazioni di questo SSD Aorus RGB AIC NVMe sono soddisfacenti per la capacità offerta. Come potete vedere, rispetto all’Aorus M.2 da 256 GB le prestazioni sono superiori in quanto il maggiore parallelismo permette al controller di rendere al meglio.

Il prodotto è esteticamente curato e il sistema di raffreddamento adottato gli consente di esprimersi al meglio con i tipici carichi che è destinato a incontrare sul computer gaming di qualsiasi appassionato. Si tratta di un prodotto che nasce infatti per questi utenti, persone che oltre a un PC performante vogliono anche un prodotto che completi la propria configurazione RGB.

Al momento l’SSD Aorus RGB AIC NVMe da 512 GB non è ancora disponibile nel nostro paese, quindi non conosciamo il prezzo, quindi il giudizio è purtroppo sospeso. È tuttavia plausibile che andrà a costare qualcosa in più rispetto alle soluzioni tradizionali per via dell’illuminazione RGB, ma crediamo andrà a posizionarsi a circa 130/140 euro, per poi scendere progressivamente con l’aumentare della disponibilità

In conclusione, se per voi l’estetica è un fattore importante oppure se state costruendo un computer totalmente a tema Aorus, questo SSD potrebbe essere la scelta giusta. L’opzione è puntare sul modello con capacità analoga in formato M.2, slot ormai presente su tutte le nuove schede madre. Allo stesso tempo questo SSD in formato PCI Express rappresenta un unicum, in quanto ormai tutte le proposte sono in formato M.2. Gigabyte ha semplicemente scelto di lasciare agli appassionati ogni opzione possibile.

Aorus RGB AIC NVMe 512 GB

Aorus RGB AIC NVMe è un SSD in formato Add in Card di Gigabyte con controller Phison E12 e memoria 3D NAND TLC a 64 layer di Toshiba. Si caratterizza per una striscia di LED RGB controllabili da software sulla parte laterale.

Verdetto

L'Aorus RGB AIC NVMe da 512 GB è un ottimo prodotto, ma ovviamente si rivolge solo ai PC desktop. La sua peculiarità è l'illuminazione RGB, che lo distingue dalla massa degli SSD. Prestazionalmente però si possono trovare soluzioni M.2 di pari livello o migliori.

Pro

Illuminazione RGB; prestazioni convincenti.

Contro

Occupa uno slot PCI Express.