Case e PC Completi

Apple e Microsoft: la carenza di componenti è destinata a peggiorare?

Gli ultimi rapporti finanziari di Microsoft e Apple presentavano un elemento in comune: l’attuale carenza di componenti. Nonostante i problemi nella catena di approvvigionamento, infatti, sembra esserci ancora una forte domanda di nuovi dispositivi. Microsoft ha ottenuto risultati contrastanti nel suo segmento “personal computing”, che include Windows, videogiochi e Surface. Nel complesso, le entrate del gruppo sono aumentate di 1,2 miliardi di dollari, o del 9%.

Microsoft Surface Laptop 4

Tuttavia, Windows sui sistemi OEM ha sofferto leggermente. Infatti, le entrate provenienti da Windows OEM Pro sono diminuite del 2%, mentre quelle relative a Windows OEM non Pro sono diminuite del 4%. Le entrate inerenti ai prodotti Surface sono diminuite di 348 milioni di dollari (20%), situazione che Microsoft ha attribuito a “vincoli nella catena di approvvigionamento”. 357 milioni (11%) sono giunti nelle casse della compagnia grazie a Xbox Series X e Xbox Series S, sebbene gli incassi da contenuti e servizi siano diminuiti di 128 milioni.

Apple, in occasione della presentazione dei risultati finanziari relativi al terzo trimestre del 2021, ha affermato di aver avuto un ottimo successo nonostante i problemi della catena di approvvigionamento. Il Chief Financial Officer Luca Maestri ha affermato che il Mac ha stabilito un record trimestrale di 8,2 miliardi di dollari (+16%) e che l’iPad ha registrato un fatturato di 7,4 miliardi di dollari (+12%) “nonostante i significativi vincoli di offerta“. Ricordiamo che Apple ha recentemente lanciato un nuovo iPad Pro e un iMac 24”, entrambi basati sul SoC proprietario M1.

Apple iMac M1

In una dichiarazione lungimirante, Maestri ha affermato che “prevede che i vincoli di fornitura durante il trimestre di settembre saranno maggiori di quelli sperimentati durante il trimestre di giugno“, specificando che anche iPhone e iPad potrebbero esserne interessati. L’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, ha affermato che la maggior parte dei vincoli di offerta fa parte di una “carenza industriale”, ma a volte anche la domanda è andata oltre ciò che l’azienda si aspettava.

Durante la pandemia, c’è stata una massiccia domanda di personal computer, console e altri dispositivi per consentire alle persone di lavorare e giocare a casa. Le carenze hanno colpito anche l’industria automobilistica e gli elettrodomestici. Per questo motivo, sia Microsoft che Apple suggeriscono entrambe che la carenza di componenti non è affatto finita e potrebbe durare anche sino a fine anno, almeno finché non diminuirà l’estrema domanda di semiconduttori e dispositivi elettronici.

Il nuovo MacBook Air con chip M1 è disponibile su Amazon con spedizione in un giorno a prezzo scontato, non fatevelo scappare!