MACBOOK

Apple, tastiera con switch scissor per i MacBook Air 2019 e i Pro 2020?

Sembra che Apple voglia abbandonare il discusso meccanismo a farfalla usato nelle tastiere dei MacBook dal 2015, giunto recentemente alla quarta generazione.

Spesso accusato di essere la fonte dei malfunzionamenti delle tastiere dei portatili Apple (tasti bloccati e input ripetuti a causa di polvere e altre particelle, ma anche rumorosità) e non sempre apprezzato dai clienti, il meccanismo potrebbe cedere il passo a una rinnovata tastiera basata su switch scissor a partire dal MacBook Air 2019, per poi approdare sui Pro nel 2020.

Il nuovo switch scissor (che è una soluzione a membrana, non meccanica) dovrebbe garantire una resistenza maggiore e una corsa più lunga, ed è un’implementazione del cosiddetto dome-switch, ossia con cupola in gomma.

Nel caso specifico i tasti sono collegati alla tastiera mediante due cornici di plastica che si incastrano a forbice e collegano lo switch alla tastiera. Questo consente di avere una corsa minore rispetto alle dome-switch (2 mm invece di 3,5 mm) e maggiore affidabilità, con meno “gioco”.

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, solitamente ben informato sui piani di Apple, il nuovo progetto dovrebbe avere della fibra di vetro per rinforzare i tasti. Kuo non cita i problemi tecnici come origine di questo presunto cambiamento da parte di Apple, puntando invece sul costo e le basse rese.

La nuova tastiera dovrebbe comunque costare di più rispetto a una tastiera per portatili comune, ma comunque dovrebbe essere meno costosa degli switch a farfalla. Non resta che attendere quindi i nuovi prodotti di Apple, anche se lascia un po’ l’amaro in bocca sapere che il chiacchierato MacBook Pro da 16 pollici previsto per l’autunno potrebbe non avere la nuova tastiera.

Al contrario invece il MacBook Air 2019, di cui in precedenza ci si aspettavano un mero miglioramento della parte hardware, potrebbe rappresentare un’evoluzione più significativa di quanto precedentemente preventivabile.