CPU

Arrivano i benchmark del Ryzen 5 4600H, i risultati sono sorprendenti

Dopo il risultato pubblicato da Geekbench che riguarda il Ryzen 5 4500U di AMD, oggi i due leaker _Rogame e TUM_APISAK propongono i benchmark di altri due chip mobile dell’azienda americana che tra qualche mese equipaggeranno i laptop di fascia medio-alta: il Ryzen 5 4600H ed il Ryzen 7 4800HS.

Nel primo caso si tratta di una CPU a 6 core e 12 thread che prevede un clock base di 3,0GHz ed un clock in boost di 4,0GHz. Il processore presenta 6 Compute Unit per un totale di 384 stream processor con clock di 1500MHz, il tutto supportato da 11 MB di memoria cache. Il processore verrà proposto in due varianti, la prima standard da 45W e la seconda con da 35W (denominata 4600HS).

Il secondo processore invece è il 4800HS, variante del 4800H con TDP da 35W. Questi due processori presentano 8 core e 16 thread con un clock base di 2,9GHz che arriva fino a 4,2GHz in boost. Le Compute Unit sono 7, per un totale di 448 stream processor a 1600MHz con una cache complessiva di 12MB.

Entrambi i chip, come si può vedere dalle immagini, vengono confrontati con il Core i7-10750H, diretto concorrente proposto da Intel che presenta 6 core e 12 thread a un clock base di 2,6GHz che arriva a circa 5GHz in Turbo Boost.

I risultati parlano da soli: il 4800HS di AMD domina la classifica arrivando a competere con il Ryzen 7 3700X, un chip desktop 8 core e 16 thread che gode di clock nettamente più elevati, mentre il 4600H tiene testa al 10750H di Intel superandolo addirittura nelle configurazioni di fascia alta.

Come sempre, è presto per tirare le somme e bisognerà aspettare l’effettivo arrivo sul mercato dei chip e confrontarli con le relative configurazioni per capire in uno scenario reale cosa riescano ad offrire, costruendo un confronto più realistico e dettagliato. Tuttavia per la fascia di prezzo in cui dovrebbero collocarsi, è sorprendente vedere i risultati ottenuti da AMD e in generale, soprattutto nel caso del 4800HS, vedere delle prestazioni simili su un chip mobile per il mercato mainstream.

Per quanto riguarda i portafogli delle due aziende, senza dubbio Intel ha una proposta più diversificata offrendo soluzioni di categoria superiore nel mercato mobile rispetto al Core i7-10750H preso in esame qui, come ad esempio il Core i9-1980HK. AMD potrebbe però avere un asso nella manica, il Ryzen 9 4900H/HS che non ha ancora presentato, ma che come trapelato diversi giorni fa dovrebbe alimentare le configurazioni di fascia alta come il ROG Zephyrus G14 di Asus. Il 2020 insomma si presenta come un anno decisamente interessante per il mercato dei notebook ad alte prestazioni.

Se cerchi un portatile per giocare in mobilità, l’Acer Nitro 5 con Nvidia GTX 1650 è in forte sconto su Amazon.