Raffreddamento

Asetek mostra un nuovo dissipatore a liquido single-slot per GPU

È arrivato pochi giorni fa l’annuncio da parte di Asetek, la prima azienda che portò nel campo della dissipazione a liquido le soluzioni AIO, del “Rad Card GPU Cooler”. Non è infatti raro trovarsi dinanzi a problemi di spazio, radiatori troppo spessi, tubi “invadenti”, soprattutto quando si parla di schede video che presentano spesso uno spazio limitato per quanto riguarda la dissipazione. Sono parecchie le aziende che visti questi problemi si sono affidati a sistemi di dissipazione ad aria.

Sono i problemi elencati sopra che Asetek si è imposta di voler risolvere con il “Rad Card”, riuscendo a portare la dissipazione a liquido anche per le GPU senza dover sacrificare troppo spazio nel case. Asetek ha infatti rivisitato e reinventato il concetto di radiatore, creando effettivamente un dissipatore compatto che comprenda radiatore, pompa per mettere in moto il liquido dissipante, ventola per permettere lo scambio di calore tra liquido e ambiente esterno. Tutto ciò viene alimentato con una porta PCIe e il sistema si posiziona quindi in maniera parallela alla Gpu. I tubi sono posizionati nella parte superiore del dissipatore e della scheda grafica, mentre l’aria che scambia calore con il radiatore e il liquido dissipante viene incanalata verso la parte posteriore del case (dove si trovano le porte per l’uscita video di una normale scheda grafica).

I benefici che questo sistema di dissipazione sono molteplici: come già accennato sicuramente si risolvono tutti i problemi dovuti allo spazio, favorendo inoltre la circolazione di aria all’interno del case. Il posizionamento dei tubi nella parte superiore rende il sistema più ordinato e elimina tutte le problematiche dovute a raccordi e “tube management” che sono presenti in un sistema di dissipazione a liquido personalizzato. Sicuramente il beneficio più rilevante è quello delle performance, di gran lunga superiori a quelle di un sistema di dissipazione ad aria, abbassando le temperature della scheda grafica e permettendo un overclock più spinto evitando il thermal throttling.

Sicuramente questo nuovo sistema rivoluzionerà la dissipazione a liquido per le GPU attualmente dominato dalla tradizionale dissipazione ad aria. Il prezzo? Purtroppo toccherà aspettare ancora un po’ in quanto questo nuovo sistema è presente solamente sul nuovo Alienware Aurora R11, ma si spera che in un futuro venga adottato sulle schede video di nuova generazione.

Se invece cercate un nuovo dissipatore a liquido RGB per la vostra CPU, date un’occhiata al nuovo Corsair Hydro H100i RGB Platinum su Amazon.