Schede madre

ASRock ne ha per tutti i gusti: 11 modelli di schede madre B550

ASrock, così come Asus, ha presentato ben 11 modelli di schede madre dedicate al nuovo chipset B550 di AMD. Si tratta di motherboard che cercano di soddisfare le esigenze di ogni utente per fascia di prezzo, form factor e funzionalità, tra le quali fa il suo esordio la nuova “Velocità” che entra a far parte della famiglia Phantom Gaming.

Serie Phantom Gaming

Partiamo proprio dalla B550 PG Velocità: il nome si ispira proprio al termine italiano per richiamare le performance estreme che la scheda madre si propone di offrire ai videogiocatori. Si tratta di una scheda madre ATX con design di potenza a 14 fasi Dr.MOS in grado di gestire 60A per fase in modo da fornire tutta la potenza necessaria ai processori Ryzen 3000 di fascia più alta. Non manca chiaramente il supporto al PCIe 4.0 tramite uno slot x16 per la VGA ed uno x4 per gli SSD M.2.

Come previsto dal nuovo chipset di AMD, è supportato il CrossFireX di Radeon a ben 4 vie, grazie ai quattro slot PCIe di cui due rinforzati Steel Slot per garantire il giusto sostegno al peso delle schede video più imponenti, impedendo che questo pregiudichi l’integrità della motherboard. Sarà possibile inoltre configurare due SSD M.2, il secondo attraverso uno slot PCIe 3.0 x2.

Sul fronte della connessione la ASRock PG Velocità offre tutto ciò di cui un giocatore abbia bisogno, a partire dalla porta Phantom Gaming 2,5 Gigabit che garantisce velocità di connessione e latenze ridotte. Non manca poi il supporto alla connessione senza fili, il cui modulo però va acquistato separatamente ed alloggiato nello slot M.2 Key E ausiliario.

Completano la famiglia delle Phantom Gamigng la B550 Phantom Gaming 4, la B550 Phantom Gaming 4/ac e la B550 Phantom Gaming ITX/ax. Per quanto riguarda le prime due si tratta sostanzialmente della medesima scheda madre, differenziate dalla semplice presenza o meno del modulo wireless: la seconda infatti offre un modulo Wi-Fi dual-band e Bluetooth 4.2, che come nel caso della “Velocità” va alloggiato nello slot M.2 E-Key ausiliario, in modo da concedere un eventuale aggiornamento anche al sistema di connessione senza fili.

Si tratta di due schede con form factor ATX e design di potenza ad 8 fasi in grado di supportare tutti i processori Ryzen 3000 di ultima generazione. Presenti gli slot PCIe 4.0 x16 per VGA ed x4 per SSD M.2 (unico disponibile per questo tipo di SSD). In questo caso però, nonostante al pari della sorella maggiore sia supportato il CrossFireX a 4 vie, lo slot rinforzato Steel Slot è uno soltanto, cioè quello che sfrutta il protocollo PCIe 4.0. Una particolarità della scheda è il Post Status Checker, un piccolo strumento che, in mancanza del display per i codici di errore, all’avvio indica dove risieda il possibile problema tra CPU, DRAM, VGA e BOOT.

Sul fronte della connessione non manca una porta RJ45 Gigabit LAN, illuminata con un LED per semplificare l’inserimento del cavo, ed una buona dotazione di 6 porte USB 3.2 Gen1 che supportano la protezione ESD; assente invece la connettività USB Type-C.

Per quello che riguarda la più piccola della famiglia invece, la B550 Phantom Gaming ITX/ax, si tratta di una delle soluzioni più complete e versatili della sua categoria. La scheda madre presenta un form factor ITX con un design di potenza ad 8 fasi Dr.MOS da 90A ognuna, in grado di gestire senza problemi le CPU Ryzen di fascia alta. Interessante è il PCB a ben 8 strati.

In questo caso la dotazione degli slot PCIe si limita ai due 4.0 garantiti dal chipset B550, uno x16 per la scheda video rinforzato Steel Slot, l’altro invece x4 per i dischi M.2 a cui si aggiunge un terzo slot PCIe 3.0 x4 per un secondo SSD M.2. Sul fronte della connessione invece non manca assolutamente nulla: per la rete senza fili la ITX offre il modulo Wi-Fi 6 integrato con un’antenna dual-band in grado di garantire velocità fino a 2400Mbps alla quale si affianca una porta Intel 2,5 Gigabit LAN. Buona anche la dotazione di porte USB che include ben 9 porte, di cui 3 frontali e 6 posteriori tra cui una USB Type-C posta sul pannello I/O.

Ad accompagnare la dotazione hardware delle schede Phantom Gaming ci pensano i software di casa ASRock che permettono non solo il monitoraggio del sistema, ma anche di gestire l’overclock e l’eventuale illuminazione. Proprio per quanto riguarda l’illuminazione RGB, mentre le Phantom Gaming Velocità e ITX/ax sono le uniche due schede ad ottenere i LED RGB on-board, tutte le schede madre di questa famiglia dispongono di ben 4 header di cui 2 RGB e 2 ARGB (esclusa la Phantom Gaming ITX/ax che ne offre 1 RGB ed 1 ARGB) per gestire e sincronizzare l’illuminazione degli altri componenti o accessori attraverso il software Polychrome di ASRock.

B550 Taichi

La top di gamma della serie è rappresentata dalla B550 Taichi, senza dubbio una delle incarnazioni più complete per il nuovo chipset di AMD. In questo caso su un form factor ATX ritroviamo un design di potenza a ben 16 fasi Dr.MOS da 60A ognuna. La dotazione di slot PCIe prevede oltre ai due 4.0, uno x16 per la VGA ed uno x4 per SSD M.2, altri due slot PCIe 3.0 x16 per schede video tutti e 3 con rinforzo Steel Slot, ed un ulteriore slot PCIe 3.0 x4 per un secondo SSD M.2.

Per quanto riguarda la connessione non manca davvero nulla: è presente il modulo integrato Wi-Fi 6 affiancato da una porta Intel 2,5 Gigabit LAN. Ben 8 invece le porte SATA III, e 11 quelle USB 3.2 che includono una doppia porta USB Type-C, una frontale l’altra posteriore.

Per la Taichi l’illuminazione a LED RGB coinvolge diverse zone della scheda, oltre ad essere corredata dei 4 header (2 RGB e 2 ARGB) che caratterizzano anche la famiglia Phantom Gaming. Non mancano chiaramente tutti i software di monitoraggio, oltre a Polychrome per la gestione dell’illuminazione. Come per le altre, anche in questo caso è possibile flashare ed aggiornare il BIOS senza la necessità di aggiungere alcun componente alla motherboard o avviare il sistema.

Serie Steel Legend

La serie Steel Legend di AsRock rappresenta un punto di riferimento per coloro che vogliono un prodotto all’avanguardia contenendo la spesa, ma senza troppe rinunce. Si tratta di schede madre molto particolari, che sposano un design semplice ma ricercato grazie alle finiture che ricordano l’acciaio spazzolato.

Per il chipset B550 ASRock propone due schede in questa categoria, una con form factor ATX standard, l’altra con design microATX. La ATX sfrutta un design della potenza a 14 fasi Dr.MOS in grado di gestire 60A ognuna. Dispone di due slot PCIe x16 (uno 4.0 l’altro 3.0) di cui solo il primo presenta il rinforzo Steel Slot, mentre gli slot per SSD M.2 sono due, di cui il primo ovviamente con protocollo PCIe 4.0. La scheda supporta comunque il CrossFireX di Radeon a 4 vie. Buona la dotazione di porte USB, 7 in totale, che includono una doppia porta Type-C (una frontale l’altra posteriore).

Per ciò che riguarda la connessione, così come la “Velocità” è possibile installare un modulo Wi-Fi, da acquistare però separatamente, mentre la connessione LAN è affidata alla porta Dragon 2,5 Gigabit in grado di offrire velocità e latenze ridotte.

Per quanto riguarda la sorella più piccola nelle dimensioni, la dotazione è molto simile. La differenza è piuttosto nel design di potenza a 10 fasi Dr.MOS e nelle porte USB che diventano 10, ma di cui una sola posteriore Type-C. Tutto il resto rimane invariato, ed entrambe le schede ottengono ben 4 header (2 RGB e 2 ARGB) per la connessione di accessori ed hardware con illuminazione RGB gestibili direttamente attraverso ASRock Polychrome. Non mancano infine tutti i software di gestione e monitoraggio dell’hardware inclusi con le altre schede già elencate.

Serie Pro4

Della serie Pro4 fanno parte due schede, la B550M Pro4 e la B550 Pro4, che condividono sostanzialmente la medesima scheda tecnica. Partiamo quindi dalle differenze che sono fondamentalmente due: la prima è il fattore di forma, dove la B550 Pro4 presenta un form factor ATX standard, mentre la B550M Pro4 è leggermente più piccola presentando un design microATX. La seconda differenza riguarda invece l’illuminazione, presente sulla variante ATX tramite una striscia di LED RGB posta sul lato esterno, di fianco al chipset. Entrambe le schede comunque presentano ben 4 header (2 RGB e 2 ARGB) per la gestione e la sincronizzazione di hardware ed accessori dotati di illuminazione attraverso il software Polychrome di ASRock.

Entrambe le schede presentano un design di potenza ad 8 fasi Dr.MOS da 50A per fase, 8 porte USB inclusa una Type-C posteriore (che passano a 10 sulla versione microATX), e due slot PCIe x16, di cui uno 4.0 rinforzato, l’altro  PCIe 3.0 non rinforzato. Ovviamente così come previsto dal chipset supportano il CrossFireX di Radeon per configurazioni multi-GPU.

Non mancano i due slot per SSD M.2, di cui uno PCIe 4.0, così come lo slot M.2 Key E che permette di aggiungere ad entrambe le schede la connessione wireless 802.11ac, acquistabile separatamente. Si tratta quindi di due ottime schede, caratterizzate da un rapporto qualità/prezzo che si adatta a tutti gli utenti che cercano una soluzione economica, ma senza rinunciare alla massima espandibilità offerta dal nuovo chipset di AMD.

B550 Extreme4, B550M-HDV e B550-ITX/ac

Per quanto riguarda la B550 Extreme4 c’è ben poco da dire, si tratta sostanzialmente di una versione più sobria della B550 Phantom Gaming Velocità, mentre la scheda tecnica è esattamente la stessa. Di conseguenza per le caratteristiche tecniche vi rimandiamo alla B550 PG Velocità, dato che la scelta tra l’una e l’altra scheda coinvolge esclusivamente l’aspetto estetico.

La B550M-HDV rappresenta invece la soluzione più economica della gamma. Si tratta di una scheda microATX con un design della potenza a 6 fasi da 50A ognuna. Offre due slot PCIe 4.0, uno per VGA rinforzato e l’altro SSD M.2, e 6 porte USB 3.2 Gen1 (2 frontali e 4 posteriori). Si tratta di una scheda madre decisamente essenziale che si limita ad offrire le novità introdotte dal chipset B550 e poco altro. Non sarà certo una scheda che attirerà l’attenzione di appassionati e videogiocatori, tuttavia il prezzo che dovrebbe essere decisamente basso la rende una scelta ideale per le piccole macchine da ufficio o per una build da salotto, magari abbinata ad una delle nuove APU Renoir, per l’intrattenimento ed un po’ di soft gaming.

Chiude la B550-ITX/ac che rappresenta l’alternativa all’unica ITX vista fino ad ora, la B550 Phantom Gaming ITX/ax. Si tratta di una soluzione più economica, molto simile alla sorella maggiore, con un design della potenza ad 8 fasi Dr.MOS da 60A. A differenza della Phantom Gaming però, in questo caso si rinuncia alla connessione senza fili Wi-Fi 6 per una tradizionale connessione wireless 802.11ac. Allo stesso modo manca la porta Intel 2,5 Gigabit LAN in favore di una Realtek RTL8111H. Non mancano comunque i due header per la gestione dell’illuminazione (uno RGB l’altro ARGB) e la USB Type-C posteriore.

Come per tutti gli altri produttori, le proposte di ASRock con chipset B550 dovrebbero arrivare sugli scaffali il prossimo 16 giugno, con prezzi tuttavia in attesa di conferma.

Anche le schede madre B450 supporteranno i nuovi processori Ryzen 3000. Se vuoi risparmiare, su Amazon puoi acquistare la ASRock B450 Steel Legend ad un prezzo davvero conveniente.