Computer Portatili

Asus presenta la nuova gamma di portatili ROG con Intel Core di decima generazione

Asus ha appena presentato la nuova gamma di portatili ROG per il 2020, divisa in tre diverse serie per soddisfare le esigenze prestazionali (e di portafoglio) di ogni tipo di utente.

L’intera gamma è stata completamente rinnovata senza però stravolgere l’obbiettivo a cui i portatili mirano, cioè le migliori performance possibili su un laptop da gioco, con il design che da sempre contraddistingue il marchio ROG, seppur rivisitato.

Asus ha introdotto diverse nuove feature, alcune delle quali applicate a tutti i modelli, mentre altre specifiche per ognuno di questi, modelli ai quali si aggiunge il nuovissimo Asus Zephyrus Duo 15 dotato di un doppio display.

Novità per tutti i modelli

Benché Asus proponga una vasta gamma di modelli, ognuno dei quali caratterizzato da un aspetto specifico che lo distingue dagli altri, l’azienda ha deciso di dotare tutti i laptop ROG della primavera 2020 di alcune novità che li accomunano.

L’intera gamma (esclusi gli Strix G15 e G17) sarà disponibile con i nuovi display IPS da 3ms GtG ed un refresh rate di ben 300Hz (mai visto su dei computer portatili), dedicato ai giocatori competitivi che prediligono la frequenza di aggiornamento alla risoluzione. Inoltre tutti i pannelli saranno calibrati di fabbrica e presenteranno la certificazione PANTONE Validated.

I nuovi laptop poi sposano l’ultima generazione di CPU Intel, gli Intel Core basati sull’architettura Comet Lake di decima generazione. Si parte dal Core i7-10875H da 8 core e 16 thread fino all’estremo Core i9-10980HK. Alcuni laptop inoltre disporranno di configurazioni dotate di schede grafiche Nvidia GeForce RTX Super, l’ultima incarnazione delle GPU del team verde dotate di RT core dedicati.

Senza dubbio però la soluzione più interessante adottata da Asus è l’addio alla pasta termica utilizzata per il sistema di raffreddamento della CPU in favore del più efficiente e performante metallo liquido, il Conductonaunt fornito direttamente da Thermal Grizzly. Inoltre il ROG Boost ha permesso di aumentare il TGP della GPU da 80W a 100W ottenendo un margine di miglioramento delle prestazioni grafiche nei benchmark del 12% in 3D Mark Port Royal, dell’8% in Assassin’s Creed Odissey, e del 7% in Overwatch e Shadow of the Tomb Raider.

I nuovi notebook Asus ROG nel dettaglio

Zephyrus Duo 15

Scendendo nei particolari dei nuovi notebook ROG, la punta di diamante è rappresentata da un modello tutto nuovo, il ROG Zephyrus Duo 15. Per il design del top di gamma, Asus si è ispirata ai già noti Zenbook Pro Duo che offrono l’innovativo display secondario posto sopra la tastiera, lo ScreenPad Plus, accompagnato dal NumberPad di Asus in sostituzione del tradizionale tastierino numerico.

Si tratta di un display IPS con risoluzione 4k (3840×1100) integrato perfettamente con le funzionalità del display primario. In questo modo sia i giocatori che i content creator avranno a disposizione un secondo schermo direttamente sul portatile da utilizzare per funzioni secondarie, anteprime, o come una sorta di launcher per l’avvio delle applicazioni maggiormente utilizzate. Il display infatti è touchscreen, e permette oltre che l’utilizzo di tutte le funzionalità affidate al display primario, una serie di funzionalità dedicate per la gestione delle finestre, un menù rapido per il lancio delle applicazioni, la visualizzazione delle anteprime del lavoro in sviluppo, oltre che la possibilità di essere utilizzato come vera e propria estensione del display primario.

Ovviamente le innovazioni che accompagnano lo Zephyrus Duo 15 non si fermano qui. Oltre al metallo liquido infatti Asus ha affidato il raffreddamento al nuovo Active Aerodynamic System (AAS). Una volta aperto il laptop, il display secondario si solleva fino a creare un angolo di 13 gradi; in questo modo verrà esposta una massiccia presa d’aria da 28,5 mm che aspira aria fresca dall’alto immettendola all’interno del computer.

L’utilizzo di questo complesso sistema di dissipazione del calore ha permesso agli ingegneri di equipaggiare lo Zephyrus Duo con componenti ad altissime prestazioni quali la CPU Intel Core i9-10980HK e la scheda grafica Nvidia GeForce RTX 2080 Super.

Il laptop infine può essere scelto con due diverse configurazioni per il display principale: la prima offre un display 4K HDR in grado di coprire il 100% dello spazio di colore Adobe RGB, il secondo invece è il nuovo pannello IPS Full HD con refresh rate da 300Hz. Entrambi i display godono delle funzionalità Nvidia G-Sync e della tecnologia GPU Switch che permette di passare dalla modalità G-Sync a quella Optimus per il risparmio della batteria.

Dal telaio in metallo al Raid 0 di dispositivi NVMe per l’archiviazione, passando per la porta Thunderbolt 3, l’Asus ROG Zephyrus Duo 15 rappresenta la soluzione per chi non accetta nessun compromesso, a prescindere chiaramente dal prezzo, che inutile dirlo si rivolge ad una fascia di utenza elitaria, di ben 4499 euro, con una disponibilità nel nostro paese ancora da definire.

Zephyrus S17

Lo Zephyrus S17 rappresenta invece la migliore proposta tra i notebook “tradizionali” della casa taiwanese. Il laptop è caratterizzato da un ampio display da 17,3 pollici, pur mantenendo peso e dimensioni contenute grazie ad uno snello telaio da 18,7mm. Le dimensioni generose del display, hanno tuttavia permesso agli ingegneri di includere una tastiera completa dotata del NumberPad di Asus (che sostituisce il tastierino numerico) ed una rotella del volume dedicata, il tutto associato all’illuminazione a LED, RGB per-key nel caso della tastiera.

Anche in questo caso troviamo una dotazione hardware di primo ordine grazie ai processori Intel Core i7 di decima generazione e alle schede video Nvidia RTX fino alla 2080 Super. Questo modello utilizza il sistema di dissipazione AAS visto sullo Zephyrus Duo, la cui presa d’aria trova posto però sotto lo chassis, e la tecnologia GPU Switch che permette di passare da una modalità ad alte prestazioni all’Nvidia Optimus per il risparmio energetico.

Nel caso del display infine, Asus ha optato per la soluzione Full HD IPS con refresh rate da ben 300Hz e una velocità dei pixel GtG di soli 3ms. Lo Zephyrus S17 è quindi dedicato ai giocatori competitivi che cercano prestazioni al top senza l’esigenza di particolari innovazioni, ma semplicemente un prodotto tradizionale in grado di offrire il miglior hardware ha disposizione e prestazioni senza compromessi.

Zephyrus S15

Sullo Zephyrus S15 non c’è molto da dire: si tratta semplicemente del gemello del più grande S17, ma ridotto nelle dimensioni. In questo caso infatti il display da 17,3 pollici viene sostituito da un più ristretto pannello da 15,6 pollici, che mantiene tuttavia le stesse caratteristiche della versione più grande.

Ritroviamo infatti la tecnologia G-Sync nativa abbinata al GPU Switch per il risparmio energetico, su di un pannello Full HD IPS con una frequenza di aggiornamento di 300Hz ed un tempo di risposta di 3ms GtG.

L’hardware invece rimane invariato, con un processore i7 di decima generazione e configurazioni GPU fino alla RTX 2080 Super. Il poggiapolsi presenta dei rinforzi a nido d’ape che rendono il telaio più resistente alle flessioni, colorato con una vernice soft touch resistente alle impronte e soffice al tatto. Mantiene, così come i fratelli maggiori, una configurazione Raid 0 di SSD NVMe e la porta Thunderbolt 3.

Lo Zephyrus S15 di conseguenza rappresenta un’alternativa più piccola, ma solo dal punto di vista delle dimensioni, per quei giocatori sempre in movimento che cercano le prestazioni migliori, in un form factor compatto facile da trasportare.

Zephyrus M15

Rispetto ai modelli S15 ed S17, lo Zephyrus M15 presenta alcune sostanziali differenze. Questo modello infatti rappresenta la soluzione conveniente della serie Zephyrus, che unisce la qualità dei modelli superiori, ad un budget più contenuto.

Le differenze partono dai display: in questo caso Asus propone diverse alternative di cui due con risoluzione Full HD a 144Hz o 240Hz, la terza invece è un display 4K indirizzato più che altro ai professionisti. Diverse sono anche le GPU abbinabili, che in questo caso prevedono anche l’ottima GTX 1660 Ti (per coloro disposti a rinunciare agli RT Core dedicati) fino ad arrivare alla RTX 2070 Super. Manca la possibilità di installare una 2080 Super a differenza dei fratelli maggiori, anche se per l’Italia si potrà aspirare al massimo ad una RTX 2060 (non Super).

Anche in questo caso ritroviamo un Core i7 di decima generazione con 8 core e 16 thread e due slot M.2 in grado di ospitare una configurazione a doppio SSD NVMe; presente inoltre la porta Thunderbolt 3 che permette di collegare una GPU discreta esterna in vista di un futuro aggiornamento. In ogni caso la connettività offre sufficienti porte USB ed uscite video per collegare al computer un secondo display, controller, mouse e un disco esterno. Infine il telaio rinforzato è stato realizzato in lega di magnesio.

ROG Strix Scar 15 e 17

Siamo giunti alla serie di portatili che Asus dedica completamente agli eSport, a quei giocatori quindi che cercano il massimo delle prestazioni e della competitività: stiamo parlando dei ROG Strix Scar.

Si tratta di vere e proprie macchine da gioco che non scendono a compromessi quando si parla di potenza bruta. Il nuovo ROG Strix Scar 17 prevede configurazioni che equipaggiano fino al Core i9-10980HK e fino a 32GB di memoria RAM DDR4 a 3200MHz, il tutto unito a schede video Nvidia RTX fino alla 2080 Super.

Il display da 17,3 pollici IPS con una frequenza di aggiornamento di 300Hz e una risposta GtG di 3ms mette subito in chiaro a chi si rivolge il notebook, così come la complessa illuminazione RGB. Il computer infatti è dotato di tastiera con retroilluminazione RGB per-key, così come il logo ROG posto sulla parte superiore del display e la fascia di led che circonda la parte inferiore dello chassis.

Lo stesso si può dire del ROG Strix Scar 15 che rappresenta invece la soluzione più compatta ed economica della serie. Anche in questo caso ritroviamo la potente CPU i9-10980HK, ma per quanto riguarda la GPU è possibile scegliere fino ad una 2070 Super, a supporto di un pannello IPS da 300Hz e 3ms GtG da 15,6 pollici.

Entrambi i modelli sono dotati di una peculiarità dedicati solo alla serie Scar pensata appositamente per i giocatori competitivi in movimento: la ROG Keystone II. Si tratta di una chiavetta NFC che può essere configurata per il lancio di un’app specifica, l’accesso ad uno Shadow Drive segreto e criptato (funzionalità compatibile esclusivamente con Windows 10 Pro), o per attivare la modalità Stealth la quale disattiva l’audio e riduce tutte le app una volta rimosse.

ROG Strix G15 e G17

Chiudono il cerchio i ROG Strix G15 e G17, le alternative budget di Asus, che promettono di offrire grandi prestazioni, ad un prezzo contenuto. Anche in questo caso trovano posto i potenti processore Intel Core di decima generazione con GPU fino alla RTX 2070 Super di Nvidia. Anche questa volta però il mercato italiano potrà aspirare al massimo ad una RTX 2060 (non Super).

I display che equipaggiano questi laptop sono dotati di pannello Full HD con refresh rate da 144Hz, anche se saranno disponibili configurazioni con pannelli con frequenza d’aggiornamento di 240Hz.

In questo modo sarà possibile accedere al gioco competitivo per i titoli più famosi del mondo degli eSport. Ciò che tuttavia contraddistingue la serie G sono gli schemi di colore. Questi laptop infatti saranno disponibile in tre varianti: Glacier Blue e Original Black a cui si aggiunge la variante Electro Punk nel caso del modello G15.

È proprio quest’ultima variante a dominare la scena, tra lo scuro del metallo spazzolato ed i riflessi rosa acceso, tanto che Asus ha deciso di accompagnare il laptop con una serie di periferiche in tinta con il computer. In ogni confezione, il ROG Strix G15 Electro Punk includerà un mousepad 35×17, mentre solo per alcuni paesi (non ancora specificati) Asus offrirà un bundle che oltre al PC e il mousepad includerà un headset ROG Strix Go Core, un mouse da gioco ROG Impact II e uno zaino ROG Ranger, il tutto caratterizzato dall’esclusiva colorazione Electro Punk.

Se cerchi una nuova scheda video, la Asus ROG Strix Radeon 5700 è in sconto di oltre 100 euro su Amazon, approfittane subito.