Schede madre

Asus Prime X570-PRO – Recensione


Asus Prime X570-PRO
Form factor
ATX
Socket
AM4
Chipset
X570
Tipo Memoria
DDR4
Slot memoria
4

La Asus Prime X570-PRO rappresenta una delle due proposte di Asus con chipset X570 per chi vuole assemblare un computer da utilizzare principalmente per lavorare più che per giocare. L’estetica è più sobria di quella vista ad esempio sui modelli della linea ROG Strix, presenta un PCB nero e una copertura del pannello I/O bianca, con la scritta Prime e gli immancabili LED RGB. Bianca anche la placca che copre il chipset X570, raffreddato da una piccola ventola.

Tra le caratteristiche principali della Asus Prime X570-PRO troviamo un controller Ethernet Gigabit Intel I211-AT, il supporto fino a 128 GB di memoria RAM DDR4 e un controller HD audio Realtek S1220A con Crystal Sound 3. A completare la dotazione abbiamo tre slot PCIe 4.0 x16 che funzionano in configurazione x16/x8/x8 oppure x8/x8/x4; questo permette di utilizzare due schede video Nvidia in SLI oppure fino a tre schede video AMD in Crossfire.

Presenti anche tre slot PCIe 4.0 x1 e due slot M.2 PCIe 4.0 x4, uno dei quali dotato di dissipatore, mentre per le altre unità di archiviazione abbiamo sei porte SATA con supporto a configurazioni RAID 0, 1, 10. Il pannello I/O offre quattro porte USB 3.1 Gen2 (tre tipo A e una tipo C), quattro porte USB 3.1 Gen1 tipo A e una HDMI e una DisplayPort, perfette per chi utilizza delle APU. C’è anche un connettore PS/2 combo per mouse e tastiera, la porta Gigabit Ethernet, cinque jack audio da 3,5 mm e un’uscita ottica S/PDIF.

Socket AMD AM4
Chipset AMD X570
Slot d’espansione (3) PCIe 4.0 x16
(3) PCIe 4.0 x1
Memoria RAM (4) slot DIMM DDR4, fino a 128 GB
Archiviazione (2) M.2 22110 PCIe 4.0 x4 / SATA
(6) SATA III
Audio Codec Realtek ALC S1220A a 8 canali con Crystal Sound 3
Connettività LAN Intel I211-AT
Porte I/O posteriori (3) USB 3.2 Gen2 Type-A
(4) USB 3.2 Gen1 Type-A
(1) USB 3.2 Gen2 Type-C
(1) PS/2 combo
(5) Jack audio 3,5mm
(1) uscita S/PDIF

BIOS

Il BIOS di questa Asus Prime X570-PRO non è diverso da quello che troviamo sulle altre schede madri del produttore, come la Crosshair VIII Formula o la TUF Gaming X570-PLUS Wi-Fi.

La prima pagina, denominata “My Favorites”, ci consente di accedere rapidamente alle impostazioni principali, o comunque che solitamente si vanno a toccare più spesso. Di fabbrica qui abbiamo la possibilità di modificare il Performance Enhancer  e la frequenza delle memorie, accedere a Tweaker’s Paradise – che consente di modificare un buon numero di parametri relativi a CPU e RAM – e modificare le opzioni di avvio nel caso in cui il PC si spenga a causa di un’interruzione di corrente.

La pagina “Main” mostra alcune informazioni sulla CPU e sul BIOS, come ad esempio la versione installata. Da questa schermata è possibile cambiare la lingua, impostata su inglese di default.

La sezione “Extreme Tweaker” è invece dove probabilmente starete più spesso, soprattutto se volete fare overclock. Qui infatti ritroviamo la maggior parte delle opzioni che ci consentono di modificare i parametri di CPU e RAM: è possibile impostare diversi livelli dell’AI Overclock Tuner e del Performance Enhancer, modificare la frequenza delle memorie e il voltaggio sia di queste ultime che del processore. Possiamo poi accedere alle impostazioni del Performance Boost Overdrive (PBO), all’ External Digi+ Power Control (da cui è possibile modificare parametri come la Load Line Calibration) e a una pagina di controllo dei timing delle memorie.

La scheda “Advanced” permette di modificare alcuni parametri relativi all’ fTPM, mentre la pagina “Monitor” offre una panoramica completa sia delle temperature registrate dai diversi sensori che della velocità delle ventole collegate. Da qui possiamo accedere anche alla Q-Fan Configuration, che offre impostazioni avanzate per il controllo delle ventole e della pompa di un eventuale raffreddamento custom loop.

Sotto la voce “Boot” si possono modificare alcune impostazioni di avvio. È possibile ad esempio abilitare o disabilitare il Fast Boot, decidere se mostrare oppure no il logo Asus ROG, oppure ancora decidere se avviare il BIOS in modalità avanzata o “Easy”.

La scheda “Tool” offre invece alcuni strumenti utili, come ad esempio l’utility Asus EZ Flash 3 per aggiornare il BIOS della motherboard e la funzione Asus Secure Erase.

La “Easy Mode” citata prima è accessibile premendo il tasto F7, e offre una panoramica abbastanza completa dello stato del PC in un’unica schermata. Qui è possibile abilitare o disabilitare il D.O.C.P. (la versione di Asus dell’XMP pensata per processori Ryzen),  monitorare lo stato delle memorie, delle ventole dei dispositivi d’archiviazione installati e scegliere la sequenza di boot. Premendo F8 è possibile accedere al Boot Menu e selezionare manualmente da quale disco avviare il sistema, funzionalità decisamente comoda se dovete, ad esempio, avviare un OS alternativo da chiavetta USB.

Prestazioni

Abbiamo testato questa Asus Prime X570-PRO con un Ryzen 7 3700X di nuova generazione raffreddato da un dissipatore AIO ROG Ryujin 360, 16GB di RAM G.Skill TridentZ Royal e un alimentatore ROG Thor 850 da 850 Watt. Come scheda video abbiamo invece scelto Asus ROG Strix GTX 1650 OC Edition, mentre per lo storage ci siamo affidati a un Crucial MX500.

Scheda madre Asus Prime X570-PRO (acquistabile qui)
CPU AMD Ryzen 7 3700X (acquistabile qui)
Dissipatore ROG Ryujin 360 (acquistabile qui)
Scheda video Asus ROG Strix GTX 1650 OC Edition (acquistabile qui)
RAM G.Skill TridentZ Royal (2×8 GB) (acquistabile qui)
Archiviazione SSD SATA III Crucial MX500 (acquistabile qui)
Alimentatore Asus ROG Thor 850 W (acquistabile qui)

Ashes of the Singularity

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - AOTS Alta
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - AOTS Folle

Pur non essendo pensata per il gaming, come potete vedere dai test in Ashes of the Singularity la Asus Prime X570-PRO offre buone prestazioni anche in questo ambito.

F1 2019

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - F1 Medio
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - F1 Ultra

In entrambi i test di F1 2019 la Asus Prime X570-PRO occupa la parte bassa della classifica, ma la differenza in termini di FPS è minima. La Asus ROG X570 Strix-E si conferma la migliore in questo campo, posizionandosi in entrambi i test prima.

PCMark 10

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - PCMark 10
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - PCMark 10 Content Creation
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - PCMark 10 Produttività

La Asus Prime X570-PRO non brilla nemmeno nei test con PCMark 10 e anche stavolta si piazza nelle ultime posizioni. I punteggi ottenuti non si discostano molto da quelli delle altre schede nella stessa fascia di prezzo come la Gigabyte X570 Aorus Pro, ma sono comunque inferiori.

3DMark

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - 3DMark Time Spy
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - 3DMark FS Extreme

Anche in 3DMark ritroviamo la situazione descritta in precedenza, con la Asus Prime X570-PRO nella seconda metà della classifica in entrambi i test.

Handbrake

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - Handbrake H264
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - Handbrake H265

Nel test di codifica video Handbrake la situazione migliora, non tanto per la posizione in classifica della Asus Prime X570-PRO quanto per il fatto che offre prestazioni praticamente identiche a tutte le altre schede madri che abbiamo provato.

Cinebench R20

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - CBR20 multi
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - CBR20 single

In Cinebench R20 la Asus Prime X570-PRO ottiene buoni risultati: nel test multi-core si posiziona a metà classifica con un punteggio praticamente identico a quello delle altre motherboard, mentre nel benchmark single-core fa registrare il punteggio più alto, superando anche la Crosshair VIII Formula.

7-Zip

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - 7zip compressione
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - 7zip decompressione

Questa Asus Prime X570-PRO si comporta molto bene anche nei carichi di compressione e decompressione di 7-Zip, con punteggi molto vicini a quelli delle schede di fascia superiore.

Corona 1.3

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - Corona 1.3

In Corona 1.3 la Asus Prime X570-PRO finisce in ultima posizione, ma il distacco con le altre schede è praticamente inesistente: parliamo infatti di soli 0,4 secondi in più rispetto alla Asus ROG X570 Strix-E che vediamo prima in classifica.

Overclock

Per quanto riguarda l’overclock, ci siamo concentrati sulle memorie RAM più che sulla CPU. Le G.Skill TridentZ Royal utilizzano dei chip Samsung B-Die e sono perfette per questo scopo, in quanto si risce a farle salire oltre i 3600 MHz abbastanza facilmente.

Asus Prime X570-PRO

I risultati ottenuti con questa Asus Prime X570-Pro sono simili a quelli che vi abbiamo descritto nella recensione della TUF X570-PLUS Wi-Fi. Nei vari test non siamo riusciti ad arrivare oltre i 4333 MHz: la piattaforma, una volta impostati i 4400 MHz, non si avvia nemmeno modificando i timing o il voltaggio. A 4333 MHz con timing CL 18-20-20-36 e un voltaggio pari a 1,5 V siamo invece riusciti ad ottenere una piattaforma stabile e funzionante.

Temperature e consumi

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - Temperatura CPU
Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - Temperatura PCH

Per rilevare le temperature ci siamo affidati a HWInfo, un software molto semplice da usare e che fornisce letture di tutti i sensori presenti sulla motherboard. La piattaforma è stata stressata con Prime95, lasciato girare per 10 minuti.

Con la Asus Prime X570-PRO abbiamo registrato una temperatura di 64,5 gradi sulla CPU e di circa 56 gradi sul chipset X570. Entrambi i valori registrati sono buoni, in particolare quello del chipset, segno che il sistema di raffreddamento progettato da Asus è particolarmente efficace.

Per quanto riguarda invece il VRM, la Asus Prime X570-PRO non presenta un sensore, quindi non abbiamo potuto rilevare la temperatura.

Asus TUF Gaming X570-Plus Wi-Fi - Consumi

Per quanto riguarda i consumi, valutiamo alla presa quelli di tutta la piattaforma. La Asus Prime X570-PRO fa registrare dei valori ottimi e nella nostra classifica si posiziona sul gradino più basso del podio. C’è comunque da tenere conto che si tratta di una scheda di fascia inferiore rispetto ad altre che vedete nel grafico, come la MSI X570 Godlike o la Crosshair VIII Formula.

Conclusioni

La Asus Prime X570-PRO è una scheda madre dalle buone caratteristiche, che consente ai professionisti di sfruttare bene il proprio hardware per la creazione di contenuti senza dover spendere cifre esagerate per la scheda madre. Come abbiamo visto nel corso della recensione questa motherboard non brilla particolarmente nei benchmark, ma le differenze con gli altri prodotti sono minime e difficilmente si avranno gap prestazionali degni di nota.

Lato gaming, Il fatto che non sia una scheda madre progettata per giocare non significa che non possiate farlo. Certo magari mancherà quel “qualcosa in più” che altri prodotti progettati con questo scopo hanno, ma le prestazioni restano valide e non avrete problemi nemmeno in questo senso.

Asus Prime X570-PRO

Questa Asus Prime X570-PRO è quindi una scheda madre in grado di adattarsi abbastanza bene ai diversi tipi di utilizzo e che può soddisfare le esigenze di chi cerca un computer ad alte prestazioni orientato soprattutto alla produttività, ma che permetta anche di videogiocare senza troppi problemi. Consumi e temperature sono buoni, la ventola del chipset non è rumorosa e nel complesso ci possiamo dire soddisfatti.

Un problema però c’è ed è quello condiviso da tutte le motherboard con chipset X570 che abbiamo visto finora: il prezzo. Questa Asus Prime X570-PRO costa al momento circa 250 euro, una cifra che la colloca in una fascia dove possiamo trovare anche la Gigabyte X570 Aorus Pro e la TUF Gaming X570-PLUS Wi-Fi, due alternative che offrono prestazioni molto simili.

Asus Prime X570-PRO

Come vi abbiamo ripetuto più volte le nuove schede madri X570 costano più delle precedenti X470, a causa principalmente delle nuove tecnologie offerte dall’ultimo chipset di AMD. Se volete la possibilità di sfruttare il PCI-Express 4.0 avete solo due scelte: acquistare una scheda madre X570 oggi oppure aspettare pazientemente che i prezzi scendano. Se invece non siete intenzionati a usare degli SSD PCIe 4.0 – magari perché non ne avete bisogno o perché costano ancora troppo – e volete risparmiare qualche decina di euro da investire in un processore di fascia più alta, il nostro consiglio è di acquistare una scheda madre X470 (magari proprio una Asus Prime X470-PRO, disponibile qui), pienamente compatibile con i nuovi Ryzen 3000.

Asus Prime X570-PRO

La Asus Prime X570-PRO è una scheda madre con socket AM4 e supporto alle CPU AMD Ryzen di nuova generazione, progettata per chi cerca un computer da utilizzare principalmente per lavorare più che per giocare.


Verdetto

La Asus Prime X570-PRO offre tutte le caratteristiche che cerca chi vuole un computer orientato alla produttività: la motherboard supporta infatti CPU AMD Ryzen di ultima generazione, fino a 128 GB di memoria RAM DDR4 e configurazioni multi-GPU grazie ai tre slot PCIe 4.0 x16. Temperature, consumi e prestazioni generali sono buoni, ma come nel caso di tutte le altre schede madri x570 il prezzo rimane una criticità: chi non prevede di sfruttare i nuovi SSD PCIe 4.0 potrebbe fare una scelta più azzeccata acquistando una scheda con chipset X470 (pienamente compatibile con i processori AMD Ryzen 3000) e investendo i soldi risparmiati su una CPU più potente.

Pro

- Sistema di raffreddamento del chipset valido
- Supporto a configurazioni multi GPU
- Linee sobrie rispetto alle schede madri gaming

Contro

- Prezzo