Computer Portatili

Asus ZenBook Pro Duo – Recensione


Asus ZenBook Pro Duo
Schermo
15,6" Principale / 14" secondario - 4K Principale / 3840 x 1100 Secondario
Processore
Intel Core i7-9750H
RAM
32 GB
SSD/Disco fisso
PCIe 1 TB - -
Spessore/Peso
2,4 cm - 2,5 kg

Dopo averlo visto qualche mese fa al Computex 2019, finalmente abbiamo avuto la possibilità di provare con mano l’Asus ZenBook Pro Duo, un computer portatile unico nel suo genere caratterizzato dalla presenza di due schermi. Oltre all’unità principale da 15,6″ troviamo infatti un secondo schermo da 14″, posto appena sopra la tastiera.

Come si può facilmente intuire anche dal nome, la caratteristica principale dell’Asus ZenBook Pro Duo è proprio questo doppio display. Il primo offre un rapporto schermo-corpo dell’89% ed è equipaggiato con un pannello touchscreen con risoluzione 4K, copertura del 100% dello spazio DCI-P3 e certificazione Pantone. Il secondo display (chiamato ScreenPad Plus) ha invece una risoluzione personalizzata di 3840 x 1100 pixel, è anch’esso touchscreen e ha una superficie opaca, che facilita lo scorrimento del dito e la scrittura con la penna attiva (inclusa in confezione).

Design e caratteristiche

Per fare spazio al secondo schermo Asus ha dovuto riorganizzare la parte inferiore del portatile, spostando il touchpad a destra della tastiera, dove solitamente si trova il tastierino numerico. Una soluzione che ci è piaciuta: ci è voluto davvero poco ad abiutarsi alla nuova posizione e non abbiamo trovato difficoltà nell’utilizzarlo. Asus ha inserito anche un apposito tasto, che attiva un tastierino numerico virtuale in modo da rimpiazzare quello fisico. C’è però da sottolineare che se siete mancini e solitamente usate il touchpad con la sinistra, con l’Asus ZenBook Pro Duo sarete costretti ad affidarvi ad un mouse esterno.

La scocca in metallo presenta la classica finitura a cui Asus ci ha abiutati, la colorazione “Celestial Blue” è molto bella e piacevole. Anche qui ritroviamo le cerniere Ergo Lift, che sollevano leggermente il portatile quando apriamo lo schermo agevolando il raffreddamento. Le dimensioni sono abbastanza contenute tenuto conto anche della particolarità del prodotto: L’Asus ZenBook Pro Duo misura 359 x 246 x 24 mm. Il peso invece è di 2,5 kg.

Sopra il touchpad troviamo due particolari pulsanti, uno per attivare la modalità turbo e uno per scambiare le finestre presenti sui due schermi, mantenendone però il layout.  Lo ScreenPad Plus gode poi di un software dedicato da cui è possibile lanciare utility come la calcolatrice o lo strumento di scrittura a mano libera. È presente anche uno store da cui scaricare altri programmi e non manca la possibilità di aggiungere a questa sorta di launcher software installati sul computer, come ad esempio Google Chrome o Spotify.

Selezionando una finestra, è possibile selezionare tre funzionalità speciali: App Switcher, Add e ViewMax. La prima sposterà la finestra su ScreenPad Plus, la seconda aggiungerà il programma al launcher sopra citato e l’ultima estenderà la finestra su entrambi gli schermi.

Nella confezione di vendita dell’Asus ZenBook Pro Duo troviamo, oltre ovviamente al notebook e al caricatore, una penna attiva con cui è possibile interagire e scrivere sui due schermi e un poggiapolsi, essenziale per poter utilizzare al meglio il portatile. L’inserimento del secondo schermo infatti non ha solo comportato uno spostamento del touchpad ma anche un abbassamento della tastiera; senza un poggiapolsi scrivere potrebbe diventare problematico, soprattutto se si digitano testi lunghi.

L’Asus ZenBook Pro Duo arriva in Italia in un’unica configurazione, al prezzo di 2999 euro (lo potete acquistare qui). La dotazione hardware è di tutto rispetto ed è perfetta per l’editing foto / video professionale: abbiamo un processore Intel Core i7-9750H, 32 GB di memoria RAM DDR4, una scheda video GeForce RTX 2060 e un SSD PCIe da 1 TB. Di alto livello anche la connettività, grazie alla presenza del Wi-Fi 6  e del Bluetooth 5.0.

Parlando invece della dotazione porte, sul lato destro abbiamo una porta USB 3.1 tipo A, una porta USB-C con supporto a Thunderbolt 3 e il jack per le cuffie, mentre sul lato sinistro troviamo la seconda USB 3.1 tipo A, un’uscita HDMI e il connettore d’alimentazione. Su entrambi i lati abbiamo poi due feritoie da cui il sistema di raffreddamento espelle l’aria calda.

Esperienza d’uso

L’Asus ZenBook Pro Duo è indubbiamente un prodotto dedicato ai professionisti e per questo motivo lo abbiamo provato in diversi scenari come editing foto, produttività multitasking (Excel, Word, gestione mail)e montaggio video. Nel complesso siamo rimasti molto soddisfatti: non ci siamo mai imbattuti in blocchi o rallentamenti e il fatto che Windows riconosca il doppio schermo come due monitor gioca a favore dell’utente, che non ha bisogno di un software proprietario per gestirli e può sfruttare le opzioni per il doppio display (presenti ad esempio in DaVinci Resolve) senza problemi.

Programmi proprio come DaVinci Resolve e Adobe Premiere sono quelli dove l’Asus ZenBook Pro Duo esprime al meglio le proprie potenzialità. La possibilità di spostare nel secondo schermo elementi come la timeline o la preview velocizza molto il processo di montaggio. Anche i software di fotoritocco come Photoshop giovano non solo del secondo schermo, dove possiamo ad esempio posizionare strumenti e livelli in modo da accedervi più rapidamente, ma anche del supporto alla penna attiva, che permette di essere estremamente precisi.

La qualità dello schermo principale da 15,6″ garantisce un’ottima fedeltà dei colori, offrendo un’esperienza d’uso valida tanto nel lavoro grafico quanto nella visualizzazione di film e serie TV. Altrettanto buono è il sistema audio Asus SonicMaster certificato Harman Kardon: il volume è elevato e la qualità complessiva è più che sufficiente per guardare contenuti in streaming su piattaforme come Netflix.

Webcam e microfono integrato permettono di partecipare tranquillamente a videoconferenze senza il timore che la propria voce non si senta in maniera chiara o che la qualità dell’immagine sia insufficiente. Non manca il supporto all’autenticazione tramite Windows Hello, ottima per velocizzare ulteriormente le operazioni di login una volta acceso l’Asus ZenBook Pro Duo.

Parlando di autonomia, la batteria da 71 Wh vi permetterà di lavorare durante i vostri spostamenti senza troppi problemi, ma per sfruttare al massimo le potenzialità dell’Asus ZenBook Pro Duo fareste meglio a tenerlo sempre collegato a una presa di corrente quando possibile.

Conclusioni

Come detto nel corso di questa recensione, l’Asus ZenBook Pro Duo è un notebook unico nel suo genere dedicato ai professionisti che lavorano principalmente nel mondo della grafica, del video editing e della musica, che cercano una macchina con cui poter lavorare anche in mobilità senza doversi accontentare di un solo schermo. L’hardware a disposizione vi permette anche di giocare senza troppe difficoltà a risoluzione Full HD e Quad HD, ma non è un portatile progettato con questo scopo; va bene per svagarsi a fine giornata, ma se siete principalmente dei videogiocatori vi consigliamo di rivolgere la vostra attenzione altrove, come ad esempio sull’Asus ROG Strix Scar II GL704GV (disponibile su Amazon).

Le prestazioni con programmi professionali come Photoshop, Premiere e DaVinci Resolve sono soddisfacenti, così come la produttività più classica. Abbiamo usato l’Asus ZenBook Pro Duo in ufficio, mantenendo la finestra principale sullo schermo da 15,6″ e due finestre affiancate su quello da 14″ e siamo riusciti a gestire il lavoro molto più velocemente. Insomma, lo ScreenPad Plus da al portatile un valore aggiunto importante.

Anche la penna attiva è un plus di cui tenere conto, specialmente se vi piacere scrivere a mano anche sul PC: se ad esempio state seguendo una conferenza in streaming, potete mettere software come Onenote sullo schermo secondario da 14″ e appuntare con la penna tutto quello che vi serve. Come detto anche il display da 15,6″ è touchscreen e supporta l’input dello stilo, ma utilizzarlo lì risulta più complicato.

Se dovessimo cercare dei difetti, potremmo trovarli proprio nello ScreenPad Plus che tanto abbiamo apprezzato: non è possibile inclinarlo, di conseguenza per utilizzarlo al meglio dovrete piegare la testa come se steste guardando verso il basso. Non è nulla di drammatico, ma se lo utilizzate in maniera continuativa a fine giornata potreste avere il collo un po’ indolenzito.

Chiudiamo parlando del prezzo, 2999 euro. Una cifra sicuramente importante, ma che secondo noi è giustificata sia dalla dotazione hardware sia dall’innovazione che un prodotto come questo porta. È l’unico notebook di questo tipo presente in commercio e se avete necessariamente bisogno di due schermi per lavorare al meglio, l’Asus ZenBook Pro Duo vi permette di essere pienamente operativi anche fuori dall’ufficio. Insomma, si tratta certamente di un prodotto di nicchia, ma se ne siete parte e volete cambiare il vostro attuale portatile, fareste bene a prenderlo in seria considerazione.

Asus ZenBook Pro Duo

L’Asus ZenBook Pro Duo è un notebook dal design innovativo, con processore Intel Core i7-9750H e GeForce RTX 2060. È dotato di due schermi touchscreen 4K e risulta ideale per i professionisti che lavorano nel mondo dell’editing foto e video e che non vogliono rinunciare al secondo monitor nemmeno in mobilità.


Verdetto

Questo Asus ZenBook Pro Duo è un prodotto dedicato ai professionisti che vogliono essere produttivi ovunque, tanto in ufficio quanto in mobilità. La dotazione hardware consente di gestire qualsiasi carico senza problemi, che si tratti di un rendering video o di un file Excel particolarmente pesante. Il supporto alla penna attiva permette di essere estremamente precisi nelle operazioni di fotoritocco ed è perfetto per prendere appunti su programmi come Onenote mentre si segue lo streaming di una conferenza sulla schermata principale. Lo ScreenPad Plus è il vero valore aggiunto di questo notebook, peccato non si possa inclinare per facilitarne la visualizzazione.

Pro

- Design unico;
- ScreenPad Plus;
- Dotazione hardware.

Contro

- Il secondo schermo non si può inclinare;
- Prezzo non per tutti.