Tom's Hardware Italia
CPU

Atom cambia faccia, più prestazioni e prezzi in calo

Gli Atom a basso consumo per la piattaforma Cedar Trail sono in consegna e presto arriveranno i primi prodotti in commercio. Il D2700 funziona a 2.13 GHz e costa 52 dollari, il D2500 si ferma a 1.86 GHz e costa solo 42 dollari. È sempre in forse il supporto per le DirectX 10.1, mentre dovrebbe essere garantito quello per HDMI, Display Port e riproduzione di film in Blu-ray.

Intel ha iniziato la spedizione dei nuovi chip Atom D2700 e D2500 a 32 nanometri, al centro della piattaforma Cedar Trail. Si tratta di due prodotti indirizzati ai desktop di fascia bassa e ai PC all-in-one destinati a supportare attività come la navigazione in Internet e l’uso di applicazioni di produttività personale, nonché lo svolgimento di attività multimediali di base.

Stando a quanto dichiarato da un portavoce di Intel, i nuovi chip dual-core della famiglia Atom dovrebbero funzionare con frequenza massima di 2.13 GHz e non avrebbero problemi nel supporto della riproduzione di film in Blu-ray grazie alla decodifica on-chip di vari formati video HD.

I processori Atom Cedar View in consegna dalla prossima settimana

I chip hanno il difficile compito di rimediare alle carenze video della precedente piattaforma Pine Trail a 45 nanometri. Il passaggio a un processo produttivo più avanzato dovrebbe consentire risparmi energetici a parità di frequenza, o di raggiungere una velocità di elaborazione più alta con lo stesso assorbimento di corrente.

I chip, come detto, saranno due dual-core. L’Atom D2700 a 2.13 GHz costerà 52 dollari, potrà eseguire due thread per core grazie al supporto per la tecnologia Hyper-Threading e integrerà un core grafico – probabilmente PowerVR – a 640 MHz. 

Resta in dubbio il supporto per le DirectX 10.1

Il D2500 a 1.86 GHz, invece, sarà sprovvisto di Hyper-Threading e integrerà un core grafico a 400 MHz. Il suo prezzo sarà di 42 dollari (tutti i prezzi sono per lotti di mille unità). In entrambi i casi il TDP (Thermal Design Power) è di 10 watt. Questi prodotti saranno la proposta di Intel per i desktop economici almeno fino alla seconda metà del 2012.

Il grosso punto di domanda è relativo al supporto delle DirectX 10.1, che sembra in dubbio. A riguardo, alcune indiscrezioni avevano anticipato l’esistenza di alcuni problemi con la certificazione dei driver delle DirectX 10.1, quindi probabilmente i prodotti in arrivo questa settimana dovrebbero essere privi di questo supporto.

###old1173###old

Entrambi i chip saranno dotati di 1 MB di cache e supporteranno l’uscita HDMI e la DisplayPort. La quantità massima di memoria che si potrà installare sui sistemi Cedar Trail sarà di 4 GB.

Sul fronte notebook, invece, Intel punterà tutto sugli Ultrabook, che sono indirizzati a prestazioni di alto livello in mobilità. Infine, per quanto riguarda i netbook la roadmap di Intel prevede al realizzazione dei chip N2600 e N2800 con frequenze leggermente inferiori rispetto a quelle dei desktop (1.6 e 1.86 GHz), associate a un TDP molto più basso (probabilmente 3.5 e 6.5 watt). Anche in questo caso il chipset di riferimento sarà comunque lo stesso NM10 presente sui sistemi Atom a 45 nanometri.