Storage

Un backup non guasta mai

Pagina 10: Un backup non guasta mai

Un backup non guasta mai

Oltre ad aggiungere spazio di archiviazione al proprio sistema, i dischi esterni sono anche un buon supporto su cui memorizzare un backup della propria collezione di file. Oltre a offrire una sempre maggiore affidabilità e un costo per gigabyte sempre più basso, spesso nella confezione è accluso un software di backup.

Software in bundle o integrato in Windows

In molti casi, il software in bundle è adeguato per effettuare backup dei file più importanti e per proteggerli da occhi e mani indesiderate. Chi vuole fare a meno del software compreso con il prodotto, l’utility di backup integrata in Windows Vista è ugualmente un’efficace soluzione di facile uso. Chi sta ancora usando Windows 2000 o XP, può affidarsi a Robocopy, disponibile anche come parte integrante del Windows Server 2003 Resource Kit Tools. Per semplificare l’uso di questo programma, potrete aggiunge la relativa GUI, che evita di dover lanciare azioni tramite linea di comando. Ovviamente il download è gratuito.

USB 2.0: collo di bottiglia, ma sempre sufficiente

Effettuare backup su dischi esterni porta sempre via molto tempo, semplicemente perché questi dispositivi sono collegati tramite USB 2.0. Per gli standard odierni, questa interfaccia si pone come un collo di bottiglia se dovete trasferire una grande quantità di dati, ma rimane adeguata per i backup. Mentre sia l’interfaccia eSATA che FireWire 800 offrono una velocità di trasferimento superiore, non sempre sono disponibili sui PC Desktop o Notebook. Come confronto, l’USB 2.0 è presente in qualsiasi sistema. Tuttavia, chi possiede porte eSATA o FireWire 800, dovrebbe optare per un disco dotato di queste connessioni.

jpg
Confezione Samsung Story Station – Clicca sull’immagine per ingrandirla.

Samsung Story Station

Samsung considera l’ampia presenza di porte USB 2.0 sui sistemi moderni, e usa questa interfaccia per la sua Story Station. Si tratta della scelta ideale in un’ottica dove si vuole vendere molti esemplari, poiché è compatibile con ogni sistema e, inoltre, evita il sovrapprezzo derivante dall’uso di connessioni più costose.

Il design retrò della Story Station, che richiama alla mente dispositivi elettronici di un’altra era, ha il suo fascino. Potrete anche decidere l’attività del LED di stato, di cui può essere regolata la luminosità, fino a spegnersi completamente.

Per quanto riguarda le prestazioni, la Story Station offre le tipiche prestazioni di un dispositivo USB 2.0. Inoltre, all’interno del disco è presente una collezione di software, tra cui un programma di backup e uno di protezione dei file, offerta tipica per questa categoria di dispositivi.