Monitor

BenQ GW60 è un monitor VA-LED per chi gioca e fa foto

Arriva da BenQ la nuova linea di monitor GW60, che comprende tre modelli VA-LED principali da 21,5 a 27 pollici e che può essere considerata come un aggiornamento della linea precedente GW50 con qualche "ispirazione" tratta dai recenti BenQ VW2230H e VW2430H, sempre VA-LED. VA sta per Vertical Alignment: la tecnologia VA-LED è stata sviluppata come una combinazione delle migliori qualità dei pannelli TN e IPS (tempo di risposta ridotto per i primi e fedeltà cromatica per i secondi) arrivando nella pratica a creare una sorta di via di mezzo tra la resa dei pannelli TN e quella dei display IPS.

La linea GW60 comprende tre modelli principali – GW2260HM, GW2460HM e GW2760HM – che in alcuni mercati potranno dare vita ad altri modelli di uguali dimensioni ma con diverse opzioni di connettività. Il GW2260HM ha un pannello con diagonale di 21,5 pollici, che diventano 24 per il GW2460HM e 27 per il GW2760HM. I monitor GW60 sono neri e adottano una cornice più sottile dei GW50, con i pulsanti di controllo spostati sul fianco e non serigrafati.

I dati di targa dei nuovi GW60 indicano un rapporto d'aspetto 16:9 e una risoluzione nativa di 1.920 x 1.080 pixel. Il tempo di risposta è di 4 millisecondi per le transizioni grigio-grigio, la luminosità di 250 cd/m2 e il contrasto di 5.000:1 (il contrasto dinamico è dichiarato a 20 milioni a 1). Secondo BenQ il pannello copre il 72 percento dello spazio colore RGB.

Le porte video a disposizione sono tutte quelle necessarie, almeno nei modelli siglati con il suffisso HM: VGA, HDMI e DVI. In alcuni Paesi saranno disponibili anche modelli "solo M" senza la porta HDMI. I monitor hanno anche due altoparlanti integrati da 1 Watt di potenza ciascuno. Le porte di connessione sono tutte sul retro del blocco centrale del monitor e sono rivolte verso il basso, per semplificare il montaggio a muro.