Storage

Blu-Ray e porno: qualcosa si muove in Giappone

La lotta tra HD-DVD e Blu-Ray si deciderà negli anni a venire e, secondo alcune correnti di pensiero, alla fine potrebbe prevalere il formato che avrà il supporto dell'industria pornografica. Fino a poco tempo fa si pensava che il formato HD-DVD si adattasse meglio alle esigenze delle case di produzione, orientate verso il formato HD meno costoso. Tuttavia dal Giappone potrebbe partire una svolta in favore del Blu-Ray.

Kiyotaka Konno di Assist Corp, un'azienda giapponese che replica i DVD per l'industria pornografica, afferma: "In Giappone ci sono alcuni problemi. Le aziende non possono stampare dischi Blu-Ray perchè non possono stringere contratti per contenuti per soli adulti. Quindi abbiamo chiesto ad alcuni produttori di Taiwan di fare il lavoro, riportando in seguito i dischi in Giappone. Le aziende taiwanesi possono ottenere macchine per la stampa da Sony e inizieranno la produzione ad agosto".

In questo modo Sony porterà i suoi dischi nel mercato più remunerativo e nel contempo non si "sporcherà la coscienza".

Rimarrà da vedere come evolverà la situazione nel resto del mondo: se il Giappone preferisce il Blu-Ray, l'America sembra aver scelto l'HD-DVD. Ricordiamo che nella precedente format war l'adozione del formato VHS da parte dell'industria del porno ha giocato un ruolo chiave nell'affossamento del Betamax (guardacaso di Sony, che non dovrebbe rincorrere nello stesso errore).