CPU

Bulldozer e socket AM3, AMD conferma: si può fare!

Alla fine anche AMD è uscita allo scoperto. I processori Bulldozer per socket AM3+ possono funzionare anche su schede madre socket AM3. A confermarlo è stato Steeve Bourdon, PR Manager per il sud Europa di AMD, ad alcuni siti francesi.

Recentemente vi abbiamo dato conto della compatibilità di alcune schede madre già in commercio con le future soluzioni della casa di Sunnyvale (MSI, Asus, Gigabyte, ASRock). Nonostante i nuovi processori abbiano un pin in più rispetto alle soluzioni AM3, il produttore ha ammesso che la compatibilità esiste, ma si perde la possibilità di accedere a imprecisate funzionalità.

Al momento si possono fare solo speculazioni, ma è probabile che AMD si riferisca ad alcune delle nuove tecnologie implementate nell’architettura Bulldozer. Basterà quindi un aggiornamento del BIOS per fare “la magia”. Ricordiamo che anche Intel conserverà la compatibilità delle attuali schede madre con le future CPU Ivy Bridge a 22 nanometri.

Tra le altre novità che riguardano la casa di Sunnyvale troviamo la recente certificazione  USB 3.0 di due chipset, A75 e A70M, per processori Llano. AMD sarà quindi la prima a supportare nativamente il nuovo bus per lo scambio di dati, sia su desktop (A75) che portatili (A70M). In questo modo i produttori delle schede madre non saranno costretti a integrare chip di terze parti, limando ulteriormente i costi –  e si spera il prezzo finale al consumatore.