Schede Grafiche

Catalyst 11.2, controllo totale sulla qualità grafica

AMD ha reso disponibili i driver Catalyst 11.2. Questa versione supporta le schede dalla serie Radeon HD 2000 all’attuale HD 6000. L’azienda ha integrato nella versione di questo mese le novità presentate con il precedente hotfix Catalyst 11.1a.

Tra queste troviamo i nuovi controlli per la tessellation all’interno del Catalyst Control Center, che consentono all’utente di gestire i livelli di tessellation usati nelle applicazioni con le schede Radeon HD 5000 e 6000. L’azienda ha anche introdotto il supporto al Morphological Anti-Aliasing sulle schede Radeon HD 5000 (maggiori dettagli qui).

Il team driver ha rivisto anche la funzionalità Catalyst AI Texture Filtering. L’impostazione “High Quality” non è stata modificata e offre una qualità standard. Il parametro “Quality”, invece, è simile all’impostazione High Quality in tutti gli aspetti tranne uno: abilita un’ottimizzazione che limita il filtro anisotropico trilineare alle aree circostanti le texture con transizioni tra differenti livelli di mipmap. Per il resto usa un filtering anisotropico di tipo bilineare.

Questa ottimizzazione, secondo AMD, offre “un modo per modificare le prestazioni di filtering senza cambiare visibilmente la qualità dell’immagine”.
L’impostazione Performance è stata anch’essa modificata e offre un’opzione di filtering progettata per eliminare la maggior parte dello “shimmering”, luccichio delle texture, preservando i dettagli offerti dal filtro anisotropico.

AMD ha incluso anche delle impostazioni per gestire la qualità video dal Catalyst Control Center durante la riproduzione dei contenuti Blu-Ray 3D, ma solo per le schede HD 6000.
Sul fronte delle prestazioni, l’azienda segnala un incremento degli fps fino all’11 percento con Call of Duty: Black Ops e una scheda singola Radeon HD 5000, con filtri AA e AF abilitati. Infine, viene segnalato un miglioramento fino al 4 percento con schede HD 5000 (AA e AF abilitati) in Batman Arkham Asylum.

I possessori di Windows possono scaricare i driver da qui. Per quanto riguarda Linux, si segnala un pacchetto driver unificato x86/x86 64 più compatto e diversi bugfix, dal riconoscimento corretto della HD 6800, alla risoluzione di un problema con Unigine Heaven e scomparsa del tearing (artefatti) dal desktop. 

Ricordiamo che l’aggiornamento è come sempre consigliato, specie per chi non aggiorna i driver da tanto tempo. Nel caso di problemi, potete sempre tornare alla versione precedente.