Software

CCleaner diventa un programma potenzialmente pericoloso per Microsoft

A quanto pare Microsoft sta indicando il noto software CCleaner di Piriform come un’applicazione potenzialmente indesiderata (PUA) in Microsoft Defender. Come probabilmente già saprete, CCleaner è un programma che punta alla rimozione di file non più necessari, effettuare la pulizia del registro di sistema ed ottimizzare le prestazioni del proprio PC.

Già in passato ci sono stati alcuni problemi con questo software, dato che l’applicazione di Piriform (ora stata acquisita da Avast) non permetteva di disabilitare la raccolta dei dati di utilizzo e costringeva ad aggiornare il programma anche quando veniva selezionato specificatamente di non effettuare l’operazione automaticamente. Inoltre, lo scorso anno Microsoft aveva temporaneamente vietato di pubblicare i link per il download del programma sui forum di Microsoft Community, in quanto la posizione generale della compagnia di Redmond verso i programmi che effettuano la pulizia del registro di Windows è piuttosto negativa, dato che potrebbero apportare più danni che benefici ai sistemi operativi Windows.

Interrogata sulla situazione, Microsoft ha dichiarato ai colleghi di BleepingComputer:

La nostra protezione dalle applicazioni potenzialmente indesiderate mira a salvaguardare la produttività degli utenti. Per questo motivo segnaliamo come applicazione potenzialmente indesiderata i software che propongono altre app, sia proprietarie che di terze parti, non necessarie all’esecuzione del programma stesso.

Piriform, invece, continua a sostenere che si tratti di un falso positivo ed è intenzionata a lavorare con Microsoft per risolvere il problema. David Peterson, General Manager di CCleaner, ha infatti affermato:

Martedì abbiamo scoperto questa classificazione dopo che i nostri clienti hanno riscontrato difficoltà nell’installazione di CCleaner con Windows Defender. Riteniamo che si tratti di un “falso positivo”, stiamo discutendo con Microsoft e prevediamo presto una risoluzione del problema. Abbiamo notato che Windows Defender sembra classificare la versione gratuita di CCleaner come “software potenzialmente indesiderato”, ma non le versioni a pagamento. Inoltre, questa classificazione non sembra essere dovuta a modifiche apportate recentemente, dato che Windows Defender sta anche segnalando altri software Piriform come Recuva (che non è stato aggiornato per un po’) allo stesso modo. Sembrerebbe anche strano descrivere Recuva – software di recupero file gratuito – come “potenzialmente indesiderato”.

State cercando un notebook con un buon rapporto qualità/prezzo. Attualmente su Amazon potete acquistare un HP 15f-fq1014nl con Intel Core i5-1035G1 a prezzo scontato.