Schede madre

Che “Bravia” la nuova linea LCD di Sony

Sony , come sempre ha una marcia in più nel marketing rispetto ai competitor . Se i consumi nell’elettronica di consumo rallentano bisogna individuare nuovi potenziali clienti: chi rimane nel grande calderone allora? Le donne ovviamente, quelle che raramente si occupano di scegliere gli âÂ?Â?aggeggi elettronici<âÂ? per la casa o l’ufficio . In verità non sempre è una questione di competenze, ma semplicemente di gusti. Secondo le indagini di mercato, infatti, il gentil sesso viene normalmente messo in secondo piano quando l’omo deve scegliere il nuovo TV o lettore DVD. Al massimo la chiosa di un acquisto si limita ha un âÂ?Â?ti piace cara?âÂ?.

Ebbene Sony ha deciso di iniziare a commercializzare, e pubblicizzare, la nuova linea di LCD TV âÂ?Â? Bravia âÂ?. Stilisticamente ricercata e forse dal design più femminile. Il claim non lascia spazio all’immaginazione âÂ?Â?The World’ s First Television for Men and Women âÂ?; nei prossimi giorni Style.com, Vogue e W saranno riempiti di banner con frasi ad effetto tipo ” Coveted by Men , Admired by Women âÂ? (trad. Desiderati dagli uomini, ammirati dalle donne).

âÂ?Â?Lo stile è una delle caratteristiche su cui Sony si è concentrata per rendere ancora più belli i salotti. L’estetica e le funzionalità giocano lo stesso ruolo nella decisione di un acquistoâÂ?, afferma Kevin Berman , marketing manager presso Sony Electronics . La campagna in grande stile inizierà nella primavera del 2006 con il coinvolgimento di Yahoo , MSN e i più importanti canali televisivi.

L’obiettivo di Sony è di aumentare, fra il 2006 e 2007, gli introiti provenienti dal settore LCD TV. Le speranze, infatti, sono quelle di raggiungere quota 2,7 milioni di unità vendute e conquistare nel solo mercato giapponese il 30% di share entro marzo 2006 âÂ?Â? ovvero la fine dell’anno fiscale. Per quanto riguarda il mercato mondiale, invece, gli obiettivi sono più âÂ?Â?modestiâÂ?: una share del 20%, circa 7 punti percentuali in più rispetto all’anno scorso. Che la via rosa sia quella giusta?