Software

Chrome, basta autoplay dei contenuti con audio da gennaio

Da Chrome 64, ovvero da gennaio del prossimo anno, il browser di Google non permetterà più l'avvio automatico di contenuti con audio. Il 31 dicembre avremo quindi un altro motivo per stappare, oltre che lasciarci alle spalle l'anno vecchio per quello nuovo.

La scelta di Google è motivata in un post sul proprio blog, e il mese scorso era già trapelata come indiscrezione grazie alle build di sviluppo. "L'autoplay permette di consumare contenuti multimediali più rapidamente e facilmente, ma una delle preoccupazioni più frequenti degli utenti è l'inaspettata riproduzione dei contenuti, che può usare dati, energia e produrre baccano durante la navigazione".

chrome

"A partire da Chrome 64, l'autoplay sarà permesso quando il contenuto non riproduce del sonoro, o se l'utente ha indicato interesse. Questo permetterà all'autoplay di manifestarsi solo quando gli utenti vogliono, rispettando il loro desiderio quando non vogliono".

Google spiega che questi cambiamenti andranno a unificare il comportamento della navigazione web su desktop e mobile, rendendo lo sviluppo di contenuti multimediali sul web più prevedibile tra piattaforme e browser.

chrome autoplay audio

Prima di Chrome 64, la versione 63 "aggiungerà una nuova opzione utente per disabilitare completamente l'audio sui singoli siti. Questa opzione persisterà tra le sessioni di navigazione, permettendo agli utenti di personalizzare quando e dove l'audio sarà riprodotto".


Tom's Consiglia

Volete ascoltare buona musica – e non delle fastidiose inserzioni pubblicitarie – con delle cuffie all'altezza? Per voi ci sono le ottime Bose QuietComfort 35.