Software

Chrome Canary accoglie Google Now fra le tante novità

Google Chrome arriva alla versione 33 in beta, con nuove funzioni quali sintesi vocale, Custom Elements, Web Speech API e pagamenti online. Novità che sono orientate soprattutto agli sviluppatori, ma sembra che presto per gli utenti finali ce ne sarà una molto interessante: nella versione canary del browser infatti è saltato fuori Google Now in una versione effettivamente utilizzabile.  

Le funzioni inserite in Chrome 33 dovrebbero infatti aiutare gli sviluppatori a scrivere applicazioni dal codice più pulito, grazie soprattutto a Custom Elements. La Web Speech API invece, presente nel browser dalla versione 25, si arricchisce della sintesi vocale – grazie a cui il browser sarà in grado di leggere testi in diverse lingue. Infine arriva anche su Mac il completamento automatico per i dati personali quando si fa un pagamento.

Google Now

Chrome 33 arriverà il mese prossimo, ma si sta già facendo strada una novità ancora più interessante – soprattutto per l'utente finale. Nella versione Canary del browser è infatti ora presente Google Now, l'assistente personale che si è già reso famoso presso chi usa uno smartphone Android, e successivamente è arrivato anche come applicazione su iOS.

Google Now cerca sostanzialmente di essere un unico luogo che raccoglie informazioni personali, attività sociale, e dati che Google trova per noi – basandosi ad esempio sulla posizione – e che ci propone perché li ritiene di nostro interesse.

Chi usa Chrome Canary può abilitare Google Now tramite le impostazioni, e cominciare subito a usare le informazioni personalizzate su traffico, clima, sport e altri temi. La versione desktop non è ancora potente e versatile come quella mobile, ma i lavori sono ancora all'inizio e c'è tempo per migliorare.