Software

Clapper, il nuovo video player per il mondo Linux che vi conquisterà

Clapper è un nuovo video player per il mondo Linux, estremamente minimale e soprattutto affidabile e performante. Il GNOME media player si pone come alternativa al player di default che si trova nella vostra distribuzione e a VLC, da sempre apprezzato per le sue numerose funzionalità e la sua versatilità, ma a cui manca forse un po’ di minimalismo che Clapper ha.

Clapper è basato sulla sua libreria JavaScript di GNOME e sul toolkit GTK4 e si integra perfettamente nell’ambiente desktop GNOME. Utilizza GStreamer per il lato backend e OpenGL per il rendering. Utilizza l’accelerazione hardware per impostazione predefinita, supporta le GPU intel e AMD e funziona sia su Xorg che su Wayland.

Windowed Mode | Photo Credits: Clapper

Come menzionato, l’approccio dell’applicazione è minimalista, pur non mettendo assolutamente da parte le funzionalità di cui gli utenti necessitano. La cosa particolare, che lo rende molto elegante, è che il video player non utilizza la tradizionale barra superiore per accedere alle preferenze e altre impostazioni: tutti i menu e i pulsanti si nascondono automaticamente e compaiono solo quando l’utente passa il mouse sopra l’applicazione. Tra le impostazioni a scomparsa troviamo il menu delle preferenze, i pulsanti per accedere ad alcune funzionalità e quelli per cambiare la modalità di visualizzazione.

Ci sono tre modalità:

  • Windowed mode: la modalità predefinita mostra la barra di avanzamento e alcuni controlli;
  • Floating mode: la barra di avanzamento è nascosta, così come i pulsanti, e il player rimane sempre in primo piano rispetto alle altre finestre;
  • Fullscreen Mode: il player è a schermo intero, la barra di avanzamento è più grande ma si nasconde automaticamente.
Floating Mode | Photo Credits: Clapper

C’è il supporto per i sottotitoli, con la possibilità di cambiare il font, anche alcuni utenti, tra cui la fonte It’s FOSS che l’ha provato in prima persona, hanno affermato di non essere riusciti a utilizzarli. Probabilmente, visto che il video player è uscito ufficialmente da solo qualche mese, il bug sarà risolto nella prossima release.

Clapper poi supporta la possibilità di riprendere la riproduzione da dove ci si era interrotti nel momento in cui si riapre lo stesso file video, una funzionalità esistente anche in VLC e molto apprezzata dagli utenti. Il video player supporta poi la riproduzione di video presenti online, inserendo l’URL nella sezione apposita. In questo modo è possibile, ad esempio, riprodurre un video di YouTube in Clapper, sfruttando l’interfaccia minimalista e la possibilità di utilizzare la Floating Mode mentre magari si occupa il resto dello schermo per lavorare.

Potete scaricare Clapper da Flathub, scaricare il codice sorgente da GitHub o recarvi in questa pagina per i download dei repo.

Clapper, nel complesso, sembra davvero stabile e affidabile, anche se c’è ancora margine di miglioramento, ma si attesta a essere una valida alternativa a VLC, ricco di funzionalità ma allo stesso tempo elegante. È ancora lontano dall’essere il video player perfetto, ma ha il potenziale per far parlare molto di sé.