Accessori PC e Gaming

Cooler Master MH650 | Recensione


Cooler Master MH650
Wireless
No
Audio
Stereo
Compatibilità
PC, Xbox One, PS4, Switch
Peso
322.5 g
Connettore
USB

AGGIORNAMENTO DEL 21/02/2020

Per sfruttare al massimo il potenziale di queste cuffie è necessario installare, su PC, il software di gestione “Master Plus di Cooler Master”. Purtroppo Cooler Master non indica la presenza e, soprattutto, l’importanza dell’uso di questo software per migliorare le prestazioni delle cuffie con il PC (non ci sono indicazioni su confezione, sito o libretto d’istruzioni). Ed è un peccato perché le prestazioni della cuffia cambiano notevolmente una volta che s’installa Master Plus. Ricordiamo quindi a chiunque voglia acquistare queste cuffie di installare il software di gestione; abbiamo aggiornato la recensione con la valutazione corretta. Ovviamente tutto ciò vale se le userete con il PC poiché non è possibile installare software di gestione aggiuntivo sulle console.

Nel corso dell’anno, lo sapete, proviamo davvero tanti headset e spesso valutare la qualità di ognuno di loro non è così semplice come possa sembrare, soprattutto con cuffie che vanno sotto i 100 di euro di budget e quindi rientrano in quelle che bene o male tutti riescono a permettersi per giocare a una qualità più che dignitosa. Tra queste ci sono capitate le MH650 di Cooler Master, annunciate durante lo scorso Computex, le abbiamo utilizzate per un mesetto continuativo, intercambiando diversi giochi e diverse piattaforme.

Cooler Master, lo sapete, cerca sempre di proporre periferiche esteticamente accattivanti, molto luccicanti – RGB a valanga – e adatte per tutte le tasche, senza dimenticarsi che la qualità è comunque fondamentale per promuovere un prodotto. In particolare, queste MH650 ci sono piaciute, nonostante qualche piccolezza da rivedere.

Design ed ergonomia

Le Cooler Master MH650 sono delle cuffie classiche nell’aspetto, ma allo stesso tempo cercano di offrire qualcosa in più grazie all’illuminazione RGB presente nel contorno dei due padiglioni. Un’illuminazione leggera che può essere disattivata semplicemente premendo sul padiglione di destra e riattivata con un bottone posto al di sotto dello stesso che tra le altre cose offre un bottone per l’attivazione per il 7.1 virtuale e un led di alimentazione, mentre il padiglione di sinistra è costituito dal pulsante per il muto, una ghiera per il volume e un ingresso jack da 3,5 mm per il microfono rimovibile.

La plastica è il materiale principale, a parte lo scheletro degli archetti realizzato in alluminio; danno comunque l’idea di essere solide – ci sono cadute un paio di volte durante il test e non hanno subito danni visibili. L’attacco è USB, sono compatibili con Xbox One, Xbox One S, Xbox One X, PlayStation 4, PlayStation 4 PRO e PC.

I copri padiglioni e il poggiatesta sono in tessuto e over-ear, non fanno sudare e sono morbidi il giusto da non far male alle orecchie, anche dopo diverse ore di gioco, i copri padiglioni, inoltre, possono essere rimossi per essere lavati in separata sede. Oltre all’headset, abbiamo anche un microfono con jack 3,5 mm piuttosto flessibile e una comoda sacchetta di velluto, utile per trasportare le MH650 ovunque noi vogliamo.

Audio

Passiamo ora alla parte fondamentale di queste MH650, l’audio, si perché alla fine quello che realmente è importante in un paio di cuffie è proprio la qualità audio in cuffia – driver da 50mm –  e quella del microfono che vi possiamo dire già da ora è buona. Ci spiace solo che il volume non sia poi così alto, anche a massime impostazioni, cosa che le ha rese poco utile per approcciare giochi dal calibro di Rainbow Six Siege o Counter Strike Global Offensive, giochi dove sentire i passi è fondamentale per portare a casa la vittoria. Tuttavia riescono comunque a farsi valere negli sparatutto un po’ meno impegnati, nei titoli automobilistici riescono a esaltare il motore in maniera più che soddisfacente.

Merita un elogio particolare il microfono che a parte qualche minimo rumore di fondo dovuto alla mancanza di un pop filter, ci è sembrato davvero ottimo, soprattutto in comparazione ad alcune concorrenti sulla stessa fascia di prezzo. Sfruttando il software Master Plus di Cooler Master è possibile anche bilanciare e attivare la modalità 7.1 virtuale che migliora notevolmente le performance durante il gioco o durante l’ascolto musicale, il tutto funziona solo su PC, ma se giocate a titoli online merita sicuramente di essere sfruttato pienamente, aiuta non poco durante alcuni match. Sarebbe però opportuno che l’azienda comunichi meglio il funzionamento del 7.1, poiché sulla scatola non è riportata nessuna informazione e fa intendere che il 7.1 virtuale possa funzionare unicamente con il collegamento USB e con l’apposito pulsante sul padiglione, così non è.

Cooler Master MH650

Le Cooler Master MH650 sono un paio di cuffie classiche con illuminazione RGB e possibilità di sfruttare l’audio 7.1 virtuale.

8
8

Verdetto

Le MH650 sono delle cuffie molto buone. L'estetica soddisfacente con illuminazione RGB - disattivabile - e la qualità audio stereo e del microfono confermano in parte il prezzo di listino fissato a circa 80 euro - se fossero costate anche solo 10 euro in meno, avrebbero suscitato decisamente più interesse. Sono comunque delle cuffie che ci sentiamo di consigliare, soprattutto se si gioca prevalentemente su PC per sfruttare anche l'ottimo 7.1 virtuale, una caratteristica che migliora notevolmente l'audio in cuffia, ma di cui il funzionamento deve essere decisamente comunicato meglio sulla confezione o sul foglio illustrativo.

Pro

- Buon audio stereo in cuffia
- Microfono rimovibile
- 7.1 virtuale ben realizzato su PC
- RGB e sacchetta per trasportarle

Contro

- Le informazioni sul dispositivo non sono chiarissime sulla scatola
- Un prezzo inferiore avrebbe fatto più gola